A Rossi piace molto Montmelo’, dopo i test al Mugello c’è più fiducia…

Il Ducati Team torna in Spagna per l’appuntamento sul circuito di Catalunya. Il Ducati Team si prepara al secondo dei quattro appuntamenti in terra spagnola del Motomondiale che, domenica prossima, farà tappa in Catalunya, sul bellissimo circuito di Montmelò. La pista è una delle preferite sia di Valentino Rossi, che in carriera vi ha vinto ben nove volte, sia di Nicky Hayden che, pur essendo salito sul podio solo in un’occasione, ne apprezza il layout veloce e di ampio respiro.

Entrambi, insieme agli ingegneri del Ducati Team che, guidati da Filippo Preziosi, parteciperanno anche ai test post-race, oltre a lavorare in ottica gara, cercheranno di verificare se il lavoro di sviluppo della Desmosedici GP12 stia procedendo nella direzione giusta.

Valentino Rossi, Ducati  Team

“Due domeniche fa abbiamo ottenuto un bel risultato perché abbiamo sfruttato bene la pista bagnata, situazione in cui sappiamo di poter essere competitivi, mentre, in condizioni normali sull’asciutto, siamo consapevoli che dobbiamo ancora crescere. Alcune delle cose che abbiamo provato la settimana scorsa nei test del Mugello hanno dato risultati promettenti. Sarà interessante poter verificare, su una pista diversa e con molto meno tempo a disposizione per mettere a punto la moto, se effettivamente siano un piccolo passo in avanti. Il circuito di Catalunya è uno dei miei preferiti da sempre e anche se pensare al podio è difficile, dobbiamo fare il massimo quantomeno per avvicinarci ai primi”.

Nicky Hayden, Ducati  Team
“In passato in Catalunya abbiamo sofferto un po’ ma questo Gran Premio per me resta uno dei più belli in calendario. La pista mi piace molto, è ampia, veloce e aperta e, soprattutto nell’ultima sezione fatta di lunghi curvoni, richiede una buona aderenza in piega. Fortunatamente durante i recenti test al Mugello il meteo è stato favorevole e ci ha permesso di fare diverse prove e affinare ulteriormente il set-up della moto. Non vedo l’ora di poter verificare, nella prossima gara, se abbiamo effettivamente fatto progressi”.

 Vittoriano Guareschi, Team Manager

“Per prima cosa vorrei rivolgere un pensiero alle persone che stanno vivendo, in questi giorni durissimi, le conseguenze del terremoto che ha colpito l’Emilia Romagna, territorio a cui siamo tutti profondamente legati e a cui appartiene anche la Ducati e tutte le persone che ne fanno parte. Per quanto riguarda il lavoro, in cui continueremo ad impegnarci al massimo, andiamo in Catalunya, un circuito veloce, con lunghi curvoni in appoggio che richiedono una buona aderenza.

Un bel banco di prova per verificare il lavoro che stiamo facendo. A Le Mans abbiamo avuto la conferma che sul bagnato possiamo giocarcela ma il nostro obiettivo prioritario rimane ridurre il “gap” che ancora paghiamo sull’asciutto”.

Articolo precedentePROVA: BMW S 1000RR
Articolo successivoFUN2RIDE: sulle strade italiane con BMW
“Non è facile racchiudere quasi trent’anni di passione in poche righe. Lo è invece quello stimolo quotidiano e continuo che mi porta in sella alle moto ed a bordo delle quattro ruote, su strada quanto in pista. Senza dimenticare tutto ciò che compone il mondo dei motori, mondo dalle mille sfaccettature… Ed è proprio questa passione che alimenta e mi fa “capire” ed “interpretare” i veicoli che provo in una chiave di lettura tecnica e completa oltre che diversa. Punto sulla qualità e l’approfondimento testuale oltre che sull’impatto fotografico delle prove. Al mio fianco Giuseppe Cardillo e Lorenzo Palloni, fotografi ma, soprattutto, “compagni di viaggio” in questa avventura che parla di performance. Con loro, il videomaker Andrea Rivabene. Importante è il modo diverso di raccontare le prove, abbinata alla ricerca delle migliori location. E poi i progetti legati ai giovanissimi con PROGETTO MX dedicato al motocross e SPEED PROJECT, dedicato al mondo del CIV Minimoto. Insomma un impegno a 360°, perchè PERFORMANCEMAG.IT è tutto questo!”