Dopo la breve pausa estiva, il Campionato Mondiale MotoGP torna in pista per il decimo round, nello stesso paese – gli Stati Uniti – dove è avvenuto il giro di boa della prima parte di stagione…

Si correrà nello stato dell’Indiana sulla mitica Indianapolis Motor Speedway. Questo terzo ed ultimo appuntamento dell’anno in terra USA, segna l’inizio di una tripletta di gare, con il GP della Repubblica Ceca e quello inglese a seguire nei successivi weekend.

Il GP di Indianapolis però, è soprattutto la “gara di casa” per Nicky Hayden, che abita a Owensboro in Kentucky, a circa tre ore di macchina dal tracciato. Hayden, che ha festeggiato il suo trentaduesimo compleanno durante la pausa estiva, è salito per la prima volta sul podio con la Ducati a Indy nel 2009, un anno dopo aver ottenuto il secondo posto con una Honda. Andrea Dovizioso invece è finito sul podio a Indianapolis solo dodici mesi fa, e quindi spera di ben figurare anche in questa edizione, la prima per lui in sella ad una Ducati.

“Indianapolis è una pista particolare – spiega Andrea Dovizioso – con un asfalto che varia da curva a curva, ed è un tracciato difficile per tutti i piloti. Infatti l’anno scorso ci sono state tante cadute. Non so come si comporterà su questa pista la mia Ducati, non avendoci mai girato: nel passato non ho mai avuto molta fortuna a Indy, ma l’anno scorso sono riuscito a salire sul podio.”

Più determinato Hayden, che corre praticamente a casa – “E’ stato bello potersi riposare per un paio di settimane, ma adesso mi sto concentrando sulla seconda parte della stagione, e spero che ci darà più soddisfazioni della prima.

Non posso negare quanto sia speciale per me il circuito di Indianapolis, perché è davvero la mia gara di casa. Il supporto dei tifosi di Laguna Seca è stato incredibile, e qui a Indy sono sicuro che sarà altrettanto intenso. Forse per noi questa pista potrebbe essere più favorevole delle ultime due, anche se è un tracciato difficile, con un paio di curve molto impegnative. Cercheremo di iniziare bene già da venerdì, di divertirci nel corso del weekend ed ottenere il miglior risultato possibile.”

Ed anche Vittoriano Guareschi sa bene che per Nicky è una gara importante… “Torniamo in una pista veloce dopo le ultime tre gare disputate in piste con rettilinei molto corti. Indy per Nicky è proprio la gara di casa, e sappiamo che vuole fare davvero bene qui, ma anche Andrea è molto motivato e dopo la gara di Laguna Seca vuole riscattarsi. Quella che ci aspetta è una tripletta molto importante, in tre piste “vere” – Indianapolis, Brno e Silverstone – e quindi, a questo punto della stagione, siamo impegnati al massimo per cercare di ottenere dei risultati positivi.”

 

yachtsynergy ADV bottom
Articolo precedenteCASEY STONER MEDITA, HONDA SPERA…
Articolo successivoALLA SCOPERTA DEL MUGELLO CON POGGIALI
Andrea Di Marcantonio
“Non è facile racchiudere quasi trent’anni di passione in poche righe. Lo è invece quello stimolo quotidiano e continuo che mi porta in sella alle moto ed a bordo delle quattro ruote, su strada quanto in pista. Senza dimenticare tutto ciò che compone il mondo dei motori, un mondo dalle mille sfaccettature… Ed è proprio questa passione che alimenta e mi fa “capire” ed “interpretare” i veicoli che provo in una chiave di lettura tecnica e completa oltre che diversa. Punto sulla qualità e l’approfondimento testuale e sull’impatto fotografico delle prove e questo da sempre. Al mio fianco Giuseppe Cardillo e Leonardo Di Giacobbe, fotografi ma, soprattutto, “compagni di viaggio” in questa avventura che parla di performance. Un modo diverso di raccontare le cose, un modo originale nella ricerca delle location: tutto questo sono io ed è ciò che sono per offrire una lettura più dinamica e coinvolgente. PERFORMANCEMAG.IT è tutto questo!”