Performancemag.it racconta le novità auto e moto sempre attenti alla qualità dell’informazione.

    Prorace raccontata da Lorenzo Fanelli, presente e futuro

    Date:

    Condividi:

     

    Prorace è una realtà tecnologica tutta italiana. Abbiamo voluto approfondire quali siano gli scenari per la “Factory” e Lorenzo Fanelli ce lo racconta

    Dopo il nostro test con Prorace nel motore YX160, abbiamo riscontrato effettivi benefici legati al lavoro svolto dalla pellicola lubrificante, di cui abbiamo ampiamente parlato nel corso del rimontaggio motore e del video pubblicato a corredo.

     performancemag.it-Intervsita-Prorace-Fanelli

    Abbiamo voluto approfondire il mondo Prorace

    E visto che proprio quei benefici hanno aperto un mondo, ho pensato di approfondire ancora di più cosa anima questa Azienda ma, soprattutto, che tipi di prodotto sono a catalogo, come e dove vengono impiegati, chi è Prorace come realtà tecnologica ed infine quali sono gli scenari futuri per questa “Factory” tutta italiana.

    Lo scenario era quindi molto ampio e variegato, visto che Prorace spazia su moltissimi fronti sia nel prodotto di serie che nel Motorsport. La mentalità è aperta al futuro certamente, ricca di obiettivi alla caccia di un mercato che sembra avere sempre sete di novità.

     performancemag.it-Intervsita-Prorace-Fanelli

    Progetti chiari per un’Azienda che sa guardare molto avanti

    In questo caso non un nome ma una realtà ben strutturata con progetti chiari e tanta voglia di conquistare il mercato, non tanto come prodotto fine a stesso, ma per la tecnologia contenuta all’interno dei contenitori stessi.

    Ho quindi contattato il titolare dell’Azienda, Lorenzo Fanelli, e ne è nata una profonda ed approfondita intervista, ricca di spunti interessanti, di novità e di una “tonalità” diversa se parliamo di effettivi benefici delle varie formulazione legate alla tecnologia XPT by Prorace.

    Di prodotti sul mercato ce me sono tantissimi e tutti validi ma, dopo aver toccato con mano l’affidabilità aumentata del motore YX, ho compreso che nel motore oggi puoi mettere quasi tutto, ma se vuoi un prodotto con effettive azioni positive sul motore, i prodotti disponibili non sono poi così tanti.

     performancemag.it-Intervsita-Prorace-Fanelli

    Un gesto di fiducia quando versiamo l’olio nel motore

    Perché quando versiamo l’olio nel motore, consentiamo al motore stesso di vivere ed offrire le sue performance mantenendo affidabilità e sicurezza, parametri irrinunciabili per chi guida una moto o un’auto.

    Versiamo tecnologia elevata nel caso Prorace, diamo la possibilità al manovellismo, al cambio ed alle parti rotanti di lavorare al meglio, controllando così temperature di lavoro e scorrevolezze.

    Il risultato provato in questo caso, sono migliori performance ed una migliore sensazioni di fluidità nel funzionamento generale. Le formulazioni Prorace sono molto avanti se parliamo di performance al banco e su strada, segno che il lavoro dell’Azienda scorre su un binario fluido e con chiari obiettivi verso i tecnici che sperimenteranno questi prodotti così come abbiamo fatto noi.

    L’INTERVISTA A LORENZO FANELLI

    Lorenzo, due parole su cosa è oggi Prorace

    Prorace Competition Lubricants, nasce nel 2010, è un’azienda bergamasca relativamente giovane operante nel settore della lubrificazione ad altissima tecnologia. La sua forza è la dinamicità, la volontà di fornire al cliente un prodotto unico, che offra garanzie prestazionali e tutela meccanica di reale qualità.

     performancemag.it-Intervsita-Prorace-Fanelli

    Basta pensare a quanto siano aumentate le potenze specifiche negli ultimi anni, oltre al fatto che si utilizzano materiali sempre più leggeri che consentono maggiori regimi di rotazione ai motori con conseguente incremento di stress meccanico e termico.

    L’unica soluzione per garantire tranquillità al cliente, quindi, è offrire un prodotto altamente protettivo, in grado di mantenere tutti i componenti efficienti nel tempo. A questo si aggiungono tutta una serie di benefici.

    Ma c’è anche grande attenzione all’ambiente da parte di Prorace…

    Esattamente, la linea Max Power è stata sviluppata cercando di migliorare proprio l’impatto ambientale. Grazie alla sua tecnologia, offre tutta una serie di risparmi: da quello del carburante, alla riduzione di emissioni di CO2 e, grazie all’utilizzo di additivi speciali, garantiamo un’ulteriore tutela ambientale riducendo così gli inquinanti derivanti da gas di scarico. Dunque, è un vero prodotto green.

    Prorace Competition Lubricants ha tutte le caratteristiche per essere un punto di riferimento del mercato in ogni settore. È operante nel settore: Auto, Moto, Pitbike, MiniGP, Kart, Modellismo, Trucks e Macchinari industriali, Boats. Grazie alla sua dinamicità l’Azienda si dimostra molto attenta all’esigenza del mercato, con prospettive innovative verso un futuro che galoppa a ritmi incessanti.

     performancemag.it-Intervsita-Prorace-Fanelli

    Come è strutturata l’Azienda e come nasce l’idea di creare una gamma “‘specializzata” di lubrificanti?

    L’azienda nasce grazie alla passione e competenza verso la meccanica. Siamo riusciti a creare un gruppo di tecnici provenienti da laboratori specializzati nella produzione di lubrificanti altamente tecnologici, con esperienze di altissimo livello come la Formula 1 e sue relative lavorazioni meccaniche.

    L’ambiente lavorativo in Prorace garantisce massima libertà di azione, riuscendo a produrre tutta una serie di prodotti di eccellenza. Ma ciò che conta di più è che noi stessi amiamo il Motorsport, tra noi c’è chi corre in auto, moto e pitbike. E grazie a questa ulteriore vicinanza, possiamo per primi capire cosa manca o cosa migliorare.

    I tecnici spesso sono scettici sul cambiare le loro abitudini anche e soprattutto in termini di lubrificanti: quale è la vostra strategia per avvicinarli ad un prodotto innovativo come Prorace?

    Nel nostro caso è tutt’altro. Le assicuro, che, dei tecnici venuti in contatto con la nostra gamma prodotti, oltre il 90% ha iniziato a lavorare con la linea offerta. Il restante, seppur riconoscendone l’ottima qualità, per ragioni contrattuali con altro fornitore ne ha rimandato l’acquisto.

    Chi lavora con la nostra azienda si trova nelle condizioni più favorevoli: stretto contatto con l’azienda, tempi veloci di consegna, prodotti di gamma alta, laboratorio analisi e sviluppo pronto a soddisfare ogni esigenza tecnica.

     performancemag.it-Intervsita-Prorace-Fanelli

    Una breve panoramica sui prodotti racing moto

    Prorace Competition Lubricants, vanta tre linee principali: Classic, Max Power, Racing SBK   La linea Classic è una linea che si colloca come un prodotto “tagliando di fascia alta”.

    Quella linea Max Power è un prodotto di fascia superiore, grazie all’utilizzo di materie prime di pregio, abbinate ad una tecnologia avanzata ed esclusiva denominata “XPT Technology”.

    Questa sigla riduce nettamente il contatto diretto tra i metalli riducendo i fenomeni di usura. Si tratta di una miscela di molecole di nuovissima tecnologia, composta da un mix di esteri lubrificanti polarizzati che garantiscono una iper-resistenza del film lubrificante, garantendo così la massima stabilità termica, un’assenza di residui e morchie oltre ad un’altissima capacità di resistenza del film lubrificante, anche in condizione limite.

    Questa particolare tecnologia offre diversi vantaggi in tutte le applicazioni meccaniche ed industriali. La Linea Racing SBK invece, punta su lubrificanti di altissima fattura tecnica, merito di materie prime di elevata qualità, abbinate ad una sapiente miscelazione di derivazione F1, oltre all’utilizzo della tecnologia esclusiva XPT.

    Com’è suddivisa la linea Lubrificanti Prorace dedicata alla pitbike/GP

    La linea prodotti è suddivisa in “Classic”, “Racing “ed “Extreme”. Tutte e tre sono prodotti con olio basico completamente vergine, qualità che offre stabilità nel tempo d’utilizzo, una maggiore durata chilometrica/ore, un minor degrado e minor consumo di olio.

    L’intera linea prevede prodotti sviluppati ad hoc, la linea Racing – Extreme sono arricchite con formulazioni speciali, per chi è alla ricerca di prestazioni ottimali, questi due lubrificanti garantiscono una qualità elevata, ottimizzando tutto il lavoro tecnico svolto sul motore, aumentandone affidabilità, prestazioni ed un maggior feeling per il pilota.

    In particolare, la linea Extreme, si adatta per chi impiega il proprio mezzo nelle condizioni più gravose, in una condizione di molto caldo, o per chi ha la necessità di effettuare lunghi run. Il motore offrirà sempre prestazioni full power, con una cambio sempre preciso.

    La linea Classic, infine, si colloca in diretta concorrenza con tutti gli altri marchi più comuni all’uso, ma con una base di olio di enorme eccellenza.

    Le gradazioni disponibili spaziano dalla 10W40 alla 10W60, ma se il tecnico/pilota desidera una gradazione o specifiche particolari, Prorace è in grado di soddisfare ogni richiesta tecnica particolare

    Oggi sul mercato mondiale siamo leader per aver sviluppato una linea piena per questo tipo di motori. Il 2023 sarà interessante, abbiamo delle nuove idee, nuove formulazioni che svilupperemo durante l’anno.