Performancemag.it racconta le novità auto e moto sempre attenti alla qualità dell’informazione.

    PROVA: HYUNDAI KONA HYBRID, ONLY GREEN

    Date:

    Condividi:

    Operazione Green con KONA Hybrid, B-SUV by Hyundai ed Il Castello di Titignano, scenografia e vettura ideali per entrare in contatto con la mobilità sostenibile. KONA,141 CV totali tra endotermico ed elettrico

    Il concetto Green ormai spinge forte sull’acceleratore di una risoluzione epocale, legata strettamente al contenimento delle emissioni nocive. Questo non è solo un dato ma un’esigenza urgente ed impellente a livello globale, dettata oggi da una maggiore e migliore responsabilità verso il “lascito concreto” di un mondo più pulito.

    kona-hybrid2019-performancemag.it

    Tutti siamo chiamati a questa urgenza, ormai diventata porzione essenziale del nostro quotidiano. Ed anche e soprattutto le Case automobilistiche, si stanno spingendo sempre più al centro del problema, con la consapevolezza di poter contribuire ad una migliore qualità della vita.

    kona-hybrid2019-performancemag.it

    Location unica per la prova della KONA HYBRID

    Per questa prova quindi, mi sono immerso nell’intimità più profonda del Green e della sostenibilità, scegliendo un percorso natura che ha inizio nella splendida location del Castello di Titignano.

    kona-hybrid2019-performancemag.it

    Si tratta di un borgo unico e magico dove si respira aria pulita e dove la natura emoziona, complice il tempo nel senso stretto del termine. Siamo dentro 2000 ettari di bellezza le cui origini si perdono nell’anno 937. Tutto attorno le coltivazioni dei prodotti che nascono all’interno della tenuta quali ad esempio miele, olio, vino e molto altro…

    kona-hybrid2019-performancemag.it

    Un B-SUV dalle carte vincenti

    Ed ovviamente, complice del viaggio, è stata la nuova HYUNDAI KONA HYBRID, SUV dalle mille carte vincenti che, come leggerete, mi ha sorpreso per le sue doti intense, legate al comfort, alle performance.

    Ma, soprattutto, nel porsi ottimista verso una logica evoluzione del rispetto per territori ed ambiente.

    kona-hybrid2019-performancemag.it

    Questo B-SUV che, dal suo lancio, ha attratto oltre 120.000 utenti, è stato scelto proprio per quelle doti attrattive che ha nel proprio DNA e che, in questa versione HYBRID, scopre il nuovo che avanza. D’altra parte, il nome KONA non è casuale perché queste quattro lettere sono una porzione green delle Big Island/Hawaii, luogo dove natura e rispetto per essa sono una cosa sola da sempre. La versione provata è quella XPrime, a cui si aggiunge il pacchetto Techno Pack e Safety Pack per un totale di 23.550,00 euro.

    kona-hybrid2019-performancemag.it

    IL VIDEO UFFICIALE HYNDAI DELLA KONA HYBRID

    Un design aggressivo molto ben costruito

    La domanda legata alla mobilità sostenibile è molto forte oggi e Hyundai ha voluto inglobare, all’interno del design di KONA, tutta una gamma emozionale legata al design, decisamente raffinato specie nei tratti frontali e che impone a questo modello uno stile inconfondibilmente espressivo. Spicca quindi la “cascading grille” frontale che rende solido ed aggressivo l’intera parte anteriore e questo grazie alla sua forma a “V”. Spiccano i piccoli proiettori LED a filo cofano oltre a quella piccola presa d’aria orizzontale che sembra dividere parte inferiore da quella superiore.

    kona-hybrid2019-performancemag.it

    Quote agili per un SUV molto familiare

    KONA non è troppo grande ma nemmeno troppo piccolo: le sue quote dimensionali parlano chiaro se parliamo di un SUV tutto da vivere nel quotidiano urbano ed extraurbano, un B-SUV che, nei suoi 4165 mm di lunghezza, racconta tutta la voglia di avventure all’aria aperta. La sua altezza è “giusta” con i suoi 1565 mm il che significa un pianale alto che offre poi un’elevata visibilità globale di quanto accade attorno a KONA.

    kona-hybrid2019-performancemag.it

    Ed anche o 2600 mm di passo, sono l’evidenza che, questo progetto, sia stato pensato per più utenze ed esigenze. Lo “spiegano” le quote interne con i 1054 mm legati allo spazio gambe anteriore che diventano 893 mm per quelle posteriori, così come il comfort generale è garantito dal volume interno con i 1410 mm ed i 1385 mm, quote legate allo spazio per le spalle. Quindi buona mobilità per i passeggeri di KONA ma soprattutto massima abitabilità e comfort anche sui lunghi trasferimenti extraurbani. E pure le sue capacità di carico sono ideali, visto che si passa da 544 a 1143 litri.

    kona-hybrid2019-performancemag.it

    Ottimo comfort: più elementi che interagiscono tra loro

    Tecnicamente KONA Hybrid è un B-SUV studiato per offrire tanto comfort ed un’esperienza di viaggio rilassata e nel pieno rispetto di una sana mobilità sostenibile. Per questo i tecnici di Casa Hyundai hanno lavorato molto sia sulle geometrie delle sospensioni quanto sui setting delle stesse: lo schema legato alle sospensioni, prevede quindi sistema McPherson davanti e Multi-link posteriore, questo significa “diluizione” delle asperità anche in leggero offroad o sul pavé cittadino oltre ad una migliore stabilità generale, garantita anche da quote dimensionali molto contenute.

    Un propulsore “sedicivalvole” a doppia fasatura variabile

    Per KONA Hybrid, è stato scelto un propulsore che avesse caratteristiche ben precise per essere “accoppiato” all’unità elettrica. Si tratta quindi del 4 cilindri serie Kappa GDI aspirato da 1.6 e che eroga 105 CV con un valore di coppia non elevatissimo in luogo dei suoi 147 Nm. Al fine di rendere questa unità “tonica” a tutti i regimi, scopriamo che, le quote caratteristiche del motore prevedono una notevole differenza tra alesaggio e corsa, rispettivamente di 72×97 mm.

    kona-hybrid2019-performancemag.it

    Altra caratteristica peculiare è la presenza del bialbero DOHC a fasatura variabile sia per l’aspirazione che per lo scarico; questo impone al motore un andamento decisamente più lineare ai bassi e medi regimi per compensare l’assenza della sovralimentazione, evidentemente ritenuta non essenziale su KONA Hybrid.

    Migliore efficienza termica grazie al monoblocco e testa in alluminio

    Al fine di contenere i pesi globali della vettura (1451 kg in odm), blocco cilindri e testa sono in leggero alluminio, scelta che aiuta pure alla migliore dissipazione del calore e quindi alla costanza del rendimento termico, grazie anche al rapporto di compressione da 13,0:1 che migliora la combustione ed ottimizza prestazioni e consumi, consumi che si attestano tra 5,1 e 5,4 litri 100/km, decisamente sinceri e verificati nel corso della mia prova legata al ciclo combinato.

    kona-hybrid2019-performancemag.it

    Ed infine il cuore del concetto Hybrid, che risiede nel motore elettrico da 43,5 CV e ben 170 Nm di coppia, powertrain alimentato da una batteria a ioni polimeri litio da 1,56 kW/h, molto avanti se parliamo di prestazioni vive legato alla carica/scarica, il che significa in pratica massima efficienza e velocità di ricarica della batteria.

    Sommando le potenze, alla fine KONA Hybrid può sfruttare ben 141 Cv ma, soprattutto, la forza dei 265 Nm di coppia totale e che assicura un’inaspettata accelerazione. KONA Hybrid infine, è equipaggiata con il cambio automatico doppia frizione a sei rapporti e doppio Mode di guida, ECO e SPORT, selezionabili semplicemente spostando la leva cambio dal centro a sinistra per “sfruttare” tutta la massima accelerazione del GDI 1.6 DCT.

    kona-hybrid2019-performancemag.it

    Una rapida occhiata alla sicurezza by Hyundai

    Occhio che guarda in faccia la sicurezza, obiettivo intenso per Hyundai. Su KONA vengono proposte