Performancemag.it racconta le novità auto e moto sempre attenti alla qualità dell’informazione.

    Suzuki V-Strom 800DE, spazio alla libertà

    Date:

    Condividi:

    Dopo le V-Strom 1050 e la 650 Explorer, ecco l’appetibile V-Strom 800DE. Motore bicilindrico a 270°, sospensioni regolabili ed avventura a portata di manubrio

    Il mondo Suzuki V-Strom continua a stupire. Dopo le nuove V-Strom 1050 e la 650 Explorer, arriva un’appetibile ed accattivante V-Strom 800DE, moto che si colloca esattamente al centro di questa grande famiglia, che segna pure il debutto della nuova piattaforma condivisa anche con la GSX-X9, street fighter che arriverà presto.

     performancemag.it-suzuki-V-Strom-800DE

    Questa 800DE trasporta l’utente dentro un “mondo nuovo” dedicato alle all terrain Suzuki evolvendosi per quanto riguarda gli stili delle sue antenate. Lo dimostrano il frontale, le sovrastrutture, forti e cariche di personalità.

     performancemag.it-suzuki-V-Strom-800DE

    Parabrezza regolabile su 3 livelli

    Spiccano ad esempio i fari LED, il parabrezza regolabile su tre posizioni ed ancora il display multifunzione TFT LCD a colori oltre al largo manubrio a sezione variabile. Curatissima come sempre, l’ergonomia che garantisce massimo controllo anche ad elevate velocità sia su strada che in offroad.

    Sospensioni Hitachi Astemo

    La sella è comoda ed accogliente mentre il portapacchi ospita maniglie integrate su cui può sostenersi il passeggero. C’è poi il telaio in tubi di acciaio, su cui sono ospitate sospensioni Hitachi Astemo a corsa lunga full regolation con regolazione immediata del precarico posteriore, grazie al pomello collocato sul lato destro.

     performancemag.it-suzuki-V-Strom-800DE

    Le ruote sono ovviamente a raggi da 21 e 17” con coperture da 90/90 e 150/70, coperture Dunlop Trailmax Mixtour sviluppate appositamente per Suzuki.

    La forza del bicilindrico a 270°

    Moda, obiettivi tecnici, comportamento: ormai lo schema bicilindrico parallelo vive una nuova vita tecnologica grazie al manovellismo a 270° Suzuki Cross Balancer che abbate le vibrazioni. Eroga 84,3 Cv e ben 78 Nm di coppia per un consumo medio di 22,7 km/litro, altro traguardo importante per questo nuovo modello.

    L’autonomia dichiarata è di 450 km con i 20 litri a disposizione. Questo propulsore è gestito integralmente dall’elettronica Suzuki Intelligent Ride System con i mode Suzuki Drive Mode Selector.

     performancemag.it-suzuki-V-Strom-800DE

    “Scegliiltiro” S.D.M.S. vanta tre modalità di guida con acceleratore ride-by-wire a cui segue il sistema “Cambiarapido” – Bi-directional Quick Shift System.

    E non poteva mancare il dispositivo Suzuki Easy Start System e “Partifacile”- LOW RMP Assist. Nel pacchetto elettronico infine, c’è il sistema “Aprisereno” – Suzuki Traction Control System che prevede una modalità specifica per l’offroad ovvero “G” (Gravel) che va a sommarsi alle tre standard.

     performancemag.it-suzuki-V-Strom-800DE

    E non manca il sistema ABS che vanta due possibili scelte di funzionamento con possibilità di esclusione della funzione antibloccaggio posteriore.

    La V-Strom 800DE costa 11.500,00 euro Iva inclusa f.c. mentre per le colorazioni scopriamo il glorioso Giallo Petra su cerchi ruota dorati oppure in Nero Dubai. L’altro colore il Grigio Berlino che esalta l’anima avventurosa di questo modello.

    Di serie indicatori LED, paramani e griglia di protezione per il radiatore oltre alla paratia in plastica per difendere il bicilindrico. E non manca una gamma accessori ultra-completa per ogni esigenza di viaggio.

     performancemag.it-suzuki-V-Strom-800DE

    Anche online per prenotarla

    La V-Strom 800DE può essere prenotata dal concessionario oppure online attraverso il sito Suzuki e il pratico sistema Smart Buy. In questo caso il cliente può opzionare la moto prescelta da qualsiasi luogo versando un piccolo acconto con PayPal e recandosi poi in un secondo momento in concessionaria per la firma del contratto.

    Andrea Di Marcantonio
    Andrea Di Marcantoniohttps://www.performancemag.it
    “Non è facile racchiudere quasi trent’anni di passione in poche righe. Lo è invece quello stimolo quotidiano e continuo che mi porta in sella alle moto ed a bordo delle quattro ruote, su strada quanto in pista. Senza dimenticare tutto ciò che compone il mondo dei motori, mondo dalle mille sfaccettature… Ed è proprio questa passione che alimenta e mi fa “capire” ed “interpretare” i veicoli che provo in una chiave di lettura tecnica e completa oltre che diversa. Punto sulla qualità e l’approfondimento testuale oltre che sull’impatto fotografico delle prove. Al mio fianco Giuseppe Cardillo e Lorenzo Palloni, fotografi ma, soprattutto, “compagni di viaggio” in questa avventura che parla di performance. Con loro, il videomaker Andrea Rivabene. Importante è il modo diverso di raccontare le prove, abbinata alla ricerca delle migliori location. E poi i progetti legati ai giovanissimi talenti con PROGETTO MX dedicato al motocross e SPEED PROJECT, dedicato al mondo della Velocità. Siamo l'unica testata italiana a costruire progetti per i giovani a cui offriamo un team collaudato e tutta la mia esperienza sul campo. Insomma un impegno a 360°, perchè PERFORMANCEMAG.IT è tutto questo!”

    Articoli correlati

    LEM Dirt Bike J4, la soluzione vincente

    Prima di addentrarvi nel capire tecnicamente la LEM J4, guardate il video della prova in cui racconto questo...

    Honda Vision 110, praticità al top

    Honda Vision 110 è stato rinnovato nel 2021, nuovi il motore eSP ed il telaio eSAF, tanta tecnologia...

    Massimo Rivola, la video intervista

    La video intervista a Massimo Rivola, AD Aprilia Racing, realizzata i primi di agosto a Misano nel box...

    Il lavoro del test team Aprilia Racing

    I risultati Aprilia in MotoGP sono parte essenziale del grande lavoro portato avanti dal test team. I retroscena...