Performancemag.it racconta le novità auto e moto sempre attenti alla qualità dell’informazione.

    Test severi per lo scooter Seat Mo’ 125

    Date:

    Condividi:

    Test severissimi per il nuovo scooter Seat MO’ 125 con 55° di escursione tra montagna e deserto e questo per una garanzia di performance costanti

    La garanzia di prestazioni omogenee è il fattore determinante per un’affidabilità costante di un veicolo. Se poi questo è elettrico, entrano in gioco tanti elementi che ne possono variare il rendimento quali alte e basse temperature, cicli di ricarica della batteria e molto altro. Questa è la filosofia di test per lo scooter Seat MO’ 125.

     performancemag.it-seat-MO125-test-

    Il gruppo di lavoro legato a Progettazione e Qualità di Seat MO’ quindi non si è fermato davanti alle condizioni più estreme. Ghiaccio, neve, polvere, strade bagnate e sabbia, sono solo alcune delle situazioni che hanno vissuto i tester del nuovo scooter Seat.

    Era molto importante metterlo alla prova in ambienti “opposti”, dalle montagne di Baquiera Beret al deserto di Tabernas/Almeria, con ben 55° di differenza tra i due punti per un totale di 4400 km percorsi.

     performancemag.it-seat-MO125-test-

    I test di qualità di SEAT MÓ puntano a garantire che lo scooter sia in grado di offrire potenza, velocità, aderenza e autonomia elettrica in ogni situazione”, ci spiega Lucas Casasnovas, Direttore Generale di SEAT MÓ.

    Ecco perchè SEAT MÓ 125 è stato spinto “al limite” su strade e curve, neve e sabbia, su asfalto bagnato e strade sterrate, sotto il sole e la pioggia, accelerando e frenando. Durante i test, gli ingegneri hanno controllato con attenzione che la batteria, i componenti della moto nonché la trazione e le sospensioni, non fossero stati in alcun modo compromessi e che le gomme non perdessero aderenza.

     performancemag.it-seat-MO125-test-

    Uniformità delle prestazioni. l’elemento più importante nel lungo test

    Dobbiamo garantire con temperature sotto lo zero che il livello di carica non cali drasticamente e, allo stesso tempo, che il caldo torrido non faccia surriscaldare la batteria, prosegue Casasnovas.

    Così, la batteria è dotata di un sistema di autoprotezione che riduce la potenza se rileva che si sta surriscaldando, per esempio.

    Questi test vengono utilizzati per definire le impostazioni del modello per i mercati internazionali sia in condizioni di freddo estremo che di caldo torrido.

    Batteria da proteggere, regola numero uno

    Altro elemento da proteggere era la batteria da acqua e polvere ed in tal senso, questo nuovo scooter soddisfa gli standard internazionali IP67: Questo significa che la batteria offre protezione totale contro la polvere, e che la sua guarnizione può resistere perfettamente sommersa in un metro di acqua salata per minimo 30 minuti senza essere danneggiata, conclude Casasnovas.

    Uno scooter è pensato per essere goduto a prescindere dalle condizioni del tempo o della strada, e con i test di qualità a cui viene sottoposto SEAT MÓ 125 confermiamo che così sarà.

    Andrea Di Marcantonio
    Andrea Di Marcantoniohttps://www.performancemag.it
    “Non è facile racchiudere quasi trent’anni di passione in poche righe. Lo è invece quello stimolo quotidiano e continuo che mi porta in sella alle moto ed a bordo delle quattro ruote, su strada quanto in pista. Senza dimenticare tutto ciò che compone il mondo dei motori, mondo dalle mille sfaccettature… Ed è proprio questa passione che alimenta e mi fa “capire” ed “interpretare” i veicoli che provo in una chiave di lettura tecnica e completa oltre che diversa. Punto sulla qualità e l’approfondimento testuale oltre che sull’impatto fotografico delle prove. Al mio fianco Giuseppe Cardillo e Lorenzo Palloni, fotografi ma, soprattutto, “compagni di viaggio” in questa avventura che parla di performance. Con loro, il videomaker Andrea Rivabene. Importante è il modo diverso di raccontare le prove, abbinata alla ricerca delle migliori location. E poi i progetti legati ai giovanissimi talenti con PROGETTO MX dedicato al motocross e SPEED PROJECT, dedicato al mondo della Velocità. Siamo l'unica testata italiana a costruire progetti per i giovani a cui offriamo un team collaudato e tutta la mia esperienza sul campo. Insomma un impegno a 360°, perchè PERFORMANCEMAG.IT è tutto questo!”