Volkswagen completa la gamma “elettrica” e per l’Azienda tedesca si apre davvero una nuova era. Volkswagen rinnova la sua offerta elettrica per renderla conveniente e per tutti con e-up, e-Golf ma soprattutto ID3

Ecco i tre nuovi modelli: Nuova e-up!: cresce autonomia, diminuisce il prezzo. Si possono percorrere fino a 260 km (WLTP) ed il prezzo parte da 23.350 Euro. Per la e-Golf ci vogliono invece 32.950 Euro, 7.800 Euro in meno di prima – Con il pack PVV, Nuova e-up! Può essere acquistata a 69 Euro/mese mentre e-Golf a 119 Euro/mese – Grazie a sconti, incentivi nazionali e locali, i prezzi scendono fino a 6.900 Euro per la nuova e-up! e 14.900 Euro per la e-Golf.

ID family-volksagen-performancemag.it

ID.3, presentata al Salone di Francoforte ha segnato l’inizio di una nuova era per Volkswagen, definito molto realisticamente democratizzazione della mobilità elettrica.

ID family-volksagen-performancemag.it

Per renderla alla portata di tutti in Italia, Volkswagen rinnova la sua offerta elettrica attraverso la netta riduzione dei prezzi di listino, che concretizza l’impegno della verso la mobilità davvero sostenibile.

la piattaforma meb apre la strada a tutta una serie di vetture elettriche del gruppo, prima tra tutte la nuova id3

Questa è la prima vettura elettrica basata sulla piattaforma dedicata MEB arriverà sul mercato a metà del 2020 rendendo finalmente la mobilità elettrica davvero conveniente e accessibile.

ID family-volksagen-performancemag.it

La gamma parte da 30.000 Euro, edizione di lancio ID.3 1ST a meno di 40.000 Euro (pre-booking https://www.volkswagen.it/app/prebooking/vw-it/it), autonomie tra 330 e 550 km (WLTP), ricarica rapida fino a 125 kW (DC), sicurezza e connettività innovative. La ID.3 rappresenta un passo avanti rivoluzionario verso la democratizzazione dell’elettrico.

ID family-volksagen-performancemag.it

Dettagli…elettrici VW

Nuova e-up!: la city car elettrica e-up! adotta il nuovo logo Volkswagen e si rinnova nei suoi contenuti tecnici. In particolare, la nuova batteria dalla capacità raddoppiata (32,3 kWh netti) le fa percorrere fino a 260 km (WLTP), distanza che le permette di garantire un’intera settimana di autonomia alla gran parte dei pendolari cittadini e, perfino, di essere adatta anche agli spostamenti tra città.

ID family-volksagen-performancemag.it

Rimangono invariate le prestazioni del motore da 60 kW/82 CV (accelerazione da 0 a 100 km/h in 11,9 secondi e velocità massima 130 km/h), mentre si accorciano i tempi di ricarica. Grazie al nuovo caricatore da 40 kW in corrente continua (DC), basta circa un’ora per recuperare l’80% della batteria.

la nuova e-up potra’ percorrere fino a 260 km grazia alla capacita’ raddoppiata della batteria

e-Golf: nonostante la sua ricca dotazione e le sue prestazioni (motore da 100 kW/136 CV, autonomia WLTP di 230 km, ricarica fino a 40 kW DC) rimangano invariate, la e-Golf viene ora proposta a partire da 32.950 Euro.

ID family-volksagen-performancemag.it

La promozione Volkswagen porta il prezzo della e-Golf a 28.900 Euro. Sfruttando le stesse agevolazioni che valgono anche per la nuova e-up!, è possibile scendere fino a 14.900 Euro. Una vera Golf, una vera elettrica Volkswagen al prezzo di un’utilitaria.

Elettrico ovunque e per sempre

Oggi, in Italia le vetture elettriche godono dell’esenzione totale dalla tassa di possesso per almeno cinque anni, oltre che di incentivi locali per la libera circolazione nelle aree a traffico limitato e al parcheggio gratuito nelle “strisce blu”.  A questi vantaggi si aggiunge la qualità Volkswagen, che garantisce le batterie dei suoi modelli elettrici per 8 anni o 160.000 km.

Cose da sapere sull’auto elettrica e non solo

Differenza tra auto elettrica e ibrida plug-in?

Entrambe hanno una presa per la ricarica, ma c’è una differenza fondamentale. Un’auto plug-in ibrida – PHEV, ovvero Plug-in Hybrid Electric Vehicle – è spinta da un classico motore a combustione assistito da un motore elettrico, che si può ricaricare tramite una presa elettrica oppure recuperando l’energia cinetica durante la guida. L’energia può essere utilizzata per guidare l’auto in modalità esclusivamente elettrica, ma l’autonomia non supera i 50 km. Un’auto elettrica, invece, non ha alcun motore a combustione e le batterie hanno una capacità maggiore, garantendo percorrenze fino a 500 km.

Dove si ricaricano le batterie ed in quanto tempo?

Ci sono molti modi per ricaricare un’auto elettrica. Ogni vettura ha a bordo un kit di cavi ma non è detto che siano compatibili con tutti i tipi di connettori e di stazioni di ricarica pubbliche o private. Ovviamente le auto elettriche si possono connettere a una normale presa casalinga, ma i tempi di ricarica si allungano e un’ora di ricarica genera solo 10/15 km di autonomia. Quindi per le auto più piccole, che hanno tra i 100 e i 200 km di autonomia, può bastare una sola notte che però non è sufficiente per quelle grandi. Gli impianti elettrici con connettori a 16 o 32 pin sono più potenti, ma è necessario che la rete elettrica possa fornire più kW. Infine, ci sono le stazioni di ricarica veloce, che hanno una capacità compresa tra 40 e 135 kW e consentono centinaia di chilometri di autonomia per ogni ora di ricarica.

ID family-volksagen-performancemag.it

Quanto durano le batterie di un’auto elettrica?

Il ciclo di vita delle batterie di un’auto elettrica è decisamente lungo: anche dopo 200.000 o 300.000 chilometri, mantengono dal 75 al 90% della loro capacità originaria. In ogni caso, negli ultimi anni il costo per la loro sostituzione è diminuito e sono comunque coperte da garanzie aggiuntive e inserite nei programmi di manutenzione. La loro durabilità è tale che quando le prestazioni non sono più idonee per le auto, possono essere riciclate in altre modalità di utilizzo statico.

Articolo precedenteLA NUOVA BETA Xtrainer 2020
Articolo successivoMARC MARQUEZ, TITOLO NUMERO 8
Andrea Di Marcantonio
“Non è facile racchiudere quasi trent’anni di passione in poche righe. Lo è invece quello stimolo quotidiano e continuo che mi porta in sella alle moto ed a bordo delle quattro ruote, su strada quanto in pista. Senza dimenticare tutto ciò che compone il mondo dei motori, un mondo dalle mille sfaccettature… Ed è proprio questa passione che alimenta e mi fa “capire” ed “interpretare” i veicoli che provo in una chiave di lettura tecnica e completa oltre che diversa. Punto sulla qualità e l’approfondimento testuale e sull’impatto fotografico delle prove e questo da sempre. Al mio fianco Giuseppe Cardillo e Leonardo Di Giacobbe, fotografi ma, soprattutto, “compagni di viaggio” in questa avventura che parla di performance. Un modo diverso di raccontare le cose, un modo originale nella ricerca delle location: tutto questo sono io ed è ciò che sono per offrire una lettura più dinamica e coinvolgente. PERFORMANCEMAG.IT è tutto questo!”