Inizia proprio a Wolfsburg  la missione Volkswagen 2014: ovvero difendere i suoi titoli nel FIA World Rally Championship ( WRC ) fin dal prossimo fine settimana al Rally di Montecarlo …

Il Presidente del Consiglio di Amministrazione di Volkswagen AG, Prof. Dr. Martin Winterkorn, ed il membro del Consiglio per lo sviluppo tecnico VW, il dottor Heinz- Jakob Neusser, hanno inviato il team Volkswagen Motorsport verso il Rally di Monte Carlo, che costituisce la tappa di apertura della stagione WRC 2014 che il team tedesco correrà a bordo della Polo WRC da 315 Cv…

Quindi la stagione 2014 World Rally Championship, prende il via proprio con il leggendario Rally di Monte Carlo, un classico assoluto. La super coppia, Sébastien Ogier e Julien Ingrassia, saranno allineati con pettorale n. 1,  insieme ai compagni di squadra Jari – Matti Latvala e Miikka Anttila, al via con il numero 2, tutti pronti a difendere il titolo costruttori conquistato dalla Volkswagen nel 2013. Saranno però abilmente assistiti dal terzo duetto, composto da Andreas Mikkelsen e Mikko Markkula, a bordo della Polo R WRC n. 9 .

“L’intero team Volkswagen ha interpretato magnificamente il 2013 vincendo tutti e tre i titoli nel WRC – racconta il Prof. Dr. Martin Winterkorn, Presidente del Consiglio di Amministrazione di Volkswagen AG -. La chiave giusta sarà ora iniziare la stagione a partire da questo successo. Ciò significa nessuna arroganza o presunzione, ma solo la massima concentrazione e la voglia di vincere ancora una volta. Se la squadra sarà attenta a questo mio semplice consiglio, potremmo fare ancora meglio quest’anno. Non sarà ovviamente facile, ma vincere il titolo è stato una pietra miliare per il marchio Volkswagen Motorsport  e questo risultato non è fine in se stesso per noi, perché siamo in gara per dimostrare l’eccellente qualità e l’innovazione del nostro marchio e delle nostre auto . La Polo R WRC nasce, dopotutto, sulla base di un telaio di produzione che viene prodotto a Pamplona… Il fatto che abbiamo vinto il Campionato in modo così dominante quindi, rende l’intero marchio Volkswagen più che luminoso “.

“Il WRC è molto vicino al mio cuore – spiega il Dr. Heinz- Jakob Neusser, membro del Consiglio per lo sviluppo tecnico VW -. Nel suo primo anno la Polo R WRC è stata semplicemente mozzafiato e ha dimostrato le prestazioni dei nostri prodotti al più alto livello di concorrenza su veicoli basati sulla produzione . Nello sviluppare la Polo R WRC , i nostri ingegneri della produzione hanno lavorato a stretto contatto con il reparto Motorsport. Da un lato, perché gli ingegneri motoristici  si confrontano con i loro colleghi, dallo sviluppo alla produzione con domande affascinanti che non sempre emergono durante lo sviluppo di vetture per l’uso quotidiano. D’altra parte, perché gli sviluppatori della produzione sono stati anche in grado di fornire soluzioni che non sarebbero necessariamente contemplate nel mondo del Motorsport. Il miglior esempio di questo è stato il cuore della Polo R WRC, il suo motore ” .

Ed un commento lo ha fatto anche Jost Capito, Volkswagen Motorsport Director – “Va da sé che i preparativi per la stagione WRC sono iniziati ben prima della prima gara di Montecarlo. Ci siamo preparati bene ed abbiamo ulteriormente sviluppato molti dettagli sulla Polo R WRC. Questa  nuova stagione WRC,  offre molti nuovi aspetti, che renderanno il campionato ancor più interessante. Abbiamo un nuovo avversario in Hyundai ,  senza scordare Ford e Citroën che hanno lavorato molto sulle proprie vetture.

Ed infine, la parola a lui, Sébastien Ogier, Campione del Mondo in carica nel WRC: “Ci sono solo 61 giorni tra la prova speciale finale della scorsa stagione e la prima del prossimo Rally di Monte Carlo. Nessun altro campionato del mondo ha una pausa così breve!. Test e preparativi della vettura sono stati affrontati a pieno regime fin dal mese di novembre, e siamo ben preparati per iniziare la nuova stagione come campioni in carica . L’evento di oggi, ovvero i 13 giri dello stabilimento tanti quante sono le gare 2104, è stata un gesto simbolico, a partire da Wolfsburg, che mostra che l’ intera azienda è dietro di noi”.

yachtsynergy ADV bottom
Articolo precedenteINTERVISTA: ANDREA ALBERTO PELLEGRINI
Articolo successivoPROVA: KUGA 4X4, ALLROAD BY FORD
Andrea Di Marcantonio
“Non è facile racchiudere quasi trent’anni di passione in poche righe. Lo è invece quello stimolo quotidiano e continuo che mi porta in sella alle moto ed a bordo delle quattro ruote, su strada quanto in pista. Senza dimenticare tutto ciò che compone il mondo dei motori, un mondo dalle mille sfaccettature… Ed è proprio questa passione che alimenta e mi fa “capire” ed “interpretare” i veicoli che provo in una chiave di lettura tecnica e completa oltre che diversa. Punto sulla qualità e l’approfondimento testuale e sull’impatto fotografico delle prove e questo da sempre. Al mio fianco Giuseppe Cardillo e Leonardo Di Giacobbe, fotografi ma, soprattutto, “compagni di viaggio” in questa avventura che parla di performance. Un modo diverso di raccontare le cose, un modo originale nella ricerca delle location: tutto questo sono io ed è ciò che sono per offrire una lettura più dinamica e coinvolgente. PERFORMANCEMAG.IT è tutto questo!”