Terza vittoria 2014 nel della coppia magica Ogier/Ingrassia al Rally del Portogallo, una marcia inarrestabile firmata Volkswagen…Ed ora si va in Argentina…

Volkswagen, una nuova, prestigiosa e sofferta vittoria al rally più duro dell’anno: in condizioni sempre molto variabili, i campioni in carica Sébastien Ogier/Julien Ingrassia  si sono assicurati il quarto successo dell’anno nel FIA WRC a bordo della Polo R WRC.

Il Rally del Portogallo è stato caratterizzato da tre diversi produttori sul podio, duelli combattuti al decimo di secondo con ben tre differenti leader nel corso del rally. L’abbinamento Volkswagen Andreas Mikkelsen/Mikko Markkula ha invece chiuso il rally al quarto posto assoluto, mentre la coppia Jari-Matti Latvala/Miikka Anttila ha non poco  dopo un incidente il venerdì. In questo modo, hanno comunque raccolto punti preziosi nel Campionato Costruttori e finito alle spalle di Sébastien Ogier nelle fasi conclusive ottenendo tra l’altro i punti “bonus” che sono in palio per i tre piloti più veloci .

Il Rally del Portogallo era proprio come ci aspettavamo, difficile per la squadra e piloti, ma alla fine è arrivato il successo, ha spiegato il dottor Heinz-Jakob Neusser, del Consiglio per lo Sviluppo Tecnico VW – Il nostro duetto di Ogier/Ingrassia, ancora una volta ha mostrato la classe anche in condizioni difficili. Ma pure il team ha fatto un lavoro fantastico. Il modo in cui sono riusciti a rimettere in strada Jari-Matti Latvala entro il tempo assegnato dopo l’incidente del venerdì è stato davvero impressionante. Un altro motivo per cui questo viaggio in Portogallo è stato interessante per me, certamente ottimo per sperimentare l’entusiasmo dei tanti tifosi lungo il percorso ed il tifo per i nostri piloti”.

Il rally in Portogallo ha trasformato tutto in una settimana ricca di eventi e di successo per il team Volkswagen. Il prologo che ha preceduto il successo è arrivato da Sébastien Ogier/Julien Ingrassia, che hanno vinto lo spettacolo evento ” Fafe Rally Primavera” davanti a 140.000 spettatori. Una pioggia ersistente ha reso le condizioni particolarmente difficili al Rally del Portogallo: il “Recce” è stata ritardata due volte, mentre le prove speciali sono state accorciate a causa di un terreno morbido. Nonostante il ritorno del sole poi, il venerdì è stato dominato dalla questione spinosa della selezione degli pneumatici e la mescola più morbida di Michelin è stata la scelta ideale nel corso della manifestazione.

“Quattro vittorie in cinque anni. Non è un’esagerazione: il Rally del Portogallo è uno dei miei preferiti – spiega  Sébastien Ogier – . L’ intera settimana è stata fantastica per me e Julien. In primo luogo il fantastico spettacolo di fronte a più di 100.000 fan al “Fafe Rally Sprint” oltre alla ciliegina sulla torta con la nostra difesa del titolo al Rally Portogallo nella regione dell’Algarve. L’incoraggiamento e il sostegno dei tifosi è piuttosto speciale qui… Abbiamo preso molti rischi, ma solo se necessario con le gomme morbide e l’ultimo giorno. Nonostante questo, il nostro obiettivo era ovviamente quello di raccogliere i tre punti sulla Power Stage, sebbene Jari-Matti non mi ha reso facile… Il nostro posto nel Campionato del Mondo è ora un po’ più solido e grande, ma i nostri avversari non stanno certo dormendo”.

“Il Rally del Portogallo ha dimostrato di essere ancora una volta uno dei più difficili del mondo – spiega Jari-Matti Latvala – . Il nostro ritmo era molto buono, così abbiamo avuto l’opportunità di salire sul podio. Purtroppo, però , un piccolo errore evitabile il venerdì ha avuto grandi conseguenze sulla vettura. Questo ha messo fine a qualsiasi possibilità di un buon risultato. Abbiamo poi alterato la nostra strategia… montando gomme morbide al posteriore. Il divario con i nostri compagni di squadra al vertice del campionato è cresciuto, ma c’è ancora molta strada da fare in questa stagione  Possiamo essere fiduciosi circa la nostra performance in Argentina , e speriamo di lottare per la vittoria di nuovo .

“Tutto sommato il Rally del Portogallo non è andata come speravo – racconta deluso Andreas Mikkelsenanche se il risultato finale non è stato poi così male. Abbiamo deciso di puntare su un ritmo diverso della gara. Tuttavia, durante la ‘Recce,’ fatto di scarsissima visibilità, ci ha fatto ben presto abbandonare l’idea di alzare il ritmo… Le condizioni variabili all’inizio del rally mi hanno fatto guidare cauto ed ho perso un sacco di tempo, ma l’ultima cosa che volevo fare era prendermi troppi rischi. Cosa che ha pagato in termini di risultato… Il quarto posto è il migliore che potessimo davvero sperare quindi ed ora non c’è il rally in Argentina”.

“Il quarto successo della stagione  è come una serie di nuovi traguardi – dichiara  Jost Capito, Direttore di Volkswagen Motorsport – e questo è un fantastico segnale che tutta la squadra Volkswagen ha raggiunto un ottimo risultato, nonostante le condizioni difficili, quindi è tutto semplicemente eccezionale. Sono incredibilmente orgoglioso di tutti i soggetti coinvolti.. Sébastien Ogier e Julien Ingrassia hanno messo il piede giù esattamente nei momenti giusti ed hanno pienamente meritato di vincere. Andreas Mikkelsen e Mikko Markkula tratto il meglio da una situazione difficile, dimostrando grande maturità. Lo stesso vale per Jari-Matti Latvala e Miikka Anttila.  Nonostante i problemi del venerdì, sono riusciti a limitare i danni, guadagnando punti preziosi per noi nel Campionato Costruttori. Possono essere grati alla meccanica Volkswagen, senza il cui impegno energico niente di tutto questo sarebbe stato possibile. Come Motorsport Director posso essere sentirmi in un modo, decisamente orgoglioso!”.

FIA Rally World Championship ( WRC ) – Rally Portogallo – Risultati finali

1 . Sébastien Ogier / Julien Ingrassia ( F / F ) , Volkswagen 3h 33m 20.4s

2 . Mikko Hirvonen / Jarmo Lehtinen ( FIN / FIN ) , Ford + 43.2s

3 . Mads Ostberg / Jonas Andersson ( N / S ) , Citroën + 1m 12.4s

4 . Andreas Mikkelsen / Mikko Markkula ( N / FIN ) , Volkswagen + 4m 50.5s

5 . Henning Solberg / Ilka Minor ( N / A ) , Ford + 5m 10.2s

6 . Martin Prokop / gen Tománek ( CZ / CZ ) , Ford + 8m 27.2s

7 . Thierry Neuville / Nicolas Gilsoul ( B / B ) , Hyundai + 8m 32.3s

8 . Juho Hanninen / Tomi Tuominen ( FIN / FIN ) , Hyundai + 8m 51.6s

9 . Nasser Al-Attiyah/Giovanni Bernacchini ( Q / I) , Ford + 10m 14.7s

10 . Jari Ketomaa / Kaj Lindström ( FIN / FIN ) , Ford + 10m 36.3s

WRC Rally Portogallo – POWER STAGE

1 . Sébastien Ogier / Julien Ingrassia ( F / F ) , Volkswagen 8m 41.7s

2 . Jari – Matti Latvala / Miikka Anttila ( FIN / FIN ) , Volkswagen + 3.3S

3 . Mads Ostberg / Jonas Andersson ( N / S ) , Citroën + 4.3s

FIA World Rally Championship, la classifica generale

Campionato Piloti

1 . Sébastien Ogier 91

2 . Jari – Matti Latvala 62

3 . Mads Ostberg 48

4 . Andreas Mikkelsen 36

5 . Mikko Hirvonen 36

6 . Thierry Neuville 21

7 . Elfyn Evans 20

8 . Bryan Bouffier 18

9 . Martin Prokop 18

10 . Kris Meeke 17

11 . Henning Solberg 16

12 . Ott Tanak 10

13 . Benito Guerra 8

14 . Chris Atkinson 6

15 . Jaroslav Melichárek 4

16 . Pontus Tidemand 4

17 . Juho Hanninen 4

18 . Yuriy Protasov 2

19 . Matteo Gamba 2

20 . Craig Breen 2

21 . Nasser Al- Attiyah 2

22 . Jari Ketomaa 1

23 . Dani Sordo 0

Campionato Costruttori

1 . Volkswagen Motorsport 144

2 . Citroën Total Abu Dhabi WRT 75

3 . M -Sport 60

4 . Hyundai Motorsport 45

5 . Volkswagen Motorsport II 40

6 . Jipocar ​​Repubblica Nazionale 20

7 . RK M -Sport WRT 4

8 . Hyundai Motorsport N 0

yachtsynergy ADV bottom
Articolo precedenteSPIDI E AETHER, UNA NUOVA COLLABORAZIONE
Articolo successivoMOTO GP: ARRIVA AUSTIN, LORENZO IN MESSICO…
Andrea Di Marcantonio
“Non è facile racchiudere quasi trent’anni di passione in poche righe. Lo è invece quello stimolo quotidiano e continuo che mi porta in sella alle moto ed a bordo delle quattro ruote, su strada quanto in pista. Senza dimenticare tutto ciò che compone il mondo dei motori, un mondo dalle mille sfaccettature… Ed è proprio questa passione che alimenta e mi fa “capire” ed “interpretare” i veicoli che provo in una chiave di lettura tecnica e completa oltre che diversa. Punto sulla qualità e l’approfondimento testuale e sull’impatto fotografico delle prove e questo da sempre. Al mio fianco Giuseppe Cardillo e Leonardo Di Giacobbe, fotografi ma, soprattutto, “compagni di viaggio” in questa avventura che parla di performance. Un modo diverso di raccontare le cose, un modo originale nella ricerca delle location: tutto questo sono io ed è ciò che sono per offrire una lettura più dinamica e coinvolgente. PERFORMANCEMAG.IT è tutto questo!”