Performancemag.it racconta le novità auto e moto sempre attenti alla qualità dell’informazione.

    Beta Xtrainer 2024, novità per l’enduro

    Date:

    Condividi:

    Beta lancia la Xtrainer 2024, una moto rivista nella sostanza, nella tecnica e nelle grafica ma arriva soprattutto la chiave elettronica kill-switch

    Beta lancia la Xtrainer 2024, una moto rivista nella sostanza, nella tecnica e nelle grafica mantenendo sempre la sua straordinarietà che è parte integrante del successo di questo azzeccatissimo modello.

    A Rignano sull’Arno hanno pensato in grande e sono parecchie le novità del M.Y. 2024. Tra queste il restyling, una nuova veste grafica e qualcosa di molto importante per la sicurezza del pilota e della moto.

     performancemag.it-beta-Xtrainer-2024

    Le grandi doti della Xtrainer

    Ma cosa ha di così speciale Xtrainer? Tra le doti più apprezzate c’è la trattabilità delle motorizzazioni da 250 e 300 cc, un’ergonomia azzeccata, un feeling di guida “naturale” ed intuitivo per il principiante quanto per il pilota smaliziato. È una moto che sa adattarsi alle più disparate esigenze di guida, di fondo e difficoltà del tracciato, anche quello più estremo.

    E poi c’è una “snellezza” sui fianchi, la minore altezza da terra rispetto alla gamma RR e la possibilità di una guida trialistica che ha ispirato i tecnici Beta nella realizzazione delle due motorizzazioni esclusivamente 2T.

     performancemag.it-beta-Xtrainer-2024

    Una ricetta perfetta anche per il 2024

    Tra le peculiarità che hanno fatto grande questo modello, spiccano il peso contenuto di 99 kg, quei 20 mm in meno dell’altezza sella, l’impianto frenante Nissin con dischi da 260 e 240 mm, la batteria al Litio, le sospensioni con forcella R16V da 48 mm full regolation e mono posteriore regolabile, la presenza della valvola sullo scarico BPV regolabile ed il miscelatore automatico.

    Ed ancora, le coperture soft, la ventolina di raffreddamento per i radiatori, l’avviamento elettrico e due motori molto gestibili che provengono dalla gamma RR ma opportunamente “trattati” a favore di un’erogazione più dolce.

     performancemag.it-beta-Xtrainer-2024

    La chiave elettronica, la news 2024

    La vera novità è questa: si tratta di una chiave elettronica magnetica con funzionamento a strappo ed è la vera news nel mondo dell’enduro, tra l’altro un dispositivo brevettato (brevetto europeo) da Beta. La chiave funziona sia da antifurto che tutela di pilota e moto e si aggiunge al bloccasterzo.

    Si compone di due parti: una parte che rimane vincolata al veicolo e l’altra magnetica e che può essere indossata al polso del pilota per mezzo di un laccetto. In tema di sicurezza attiva/passiva, funziona come dispositivo “kill-switch e quindi se il collegamento tra manubrio e polso del pilota si interrompe.

    Lo spegnimento evita problemi al motore in caso di caduta ed offre più sicurezza nel caso in cui il pilota perdesse il controllo della moto.

     performancemag.it-beta-Xtrainer-2024

    Le altre piccole novità

    La sella è stata rivista nello schiumato e questo per garantire migliore appoggio al pilota oltre ad un comfort superiore. E poi infine, le grafiche 2024, strizzano l’occhio a quelle della gamma RR con il classico rosso Beta abbinato da elementi a contrasto. Le Xtrainer 2024 sono già disponibili presso la rete vendita Beta.

    Andrea Di Marcantonio
    Andrea Di Marcantoniohttps://www.performancemag.it
    “Non è facile racchiudere quasi trent’anni di passione in poche righe. Lo è invece quello stimolo quotidiano e continuo che mi porta in sella alle moto ed a bordo delle quattro ruote, su strada quanto in pista. Senza dimenticare tutto ciò che compone il mondo dei motori, mondo dalle mille sfaccettature… Ed è proprio questa passione che alimenta e mi fa “capire” ed “interpretare” i veicoli che provo in una chiave di lettura tecnica e completa oltre che diversa. Punto sulla qualità e l’approfondimento testuale oltre che sull’impatto fotografico delle prove. Al mio fianco Giuseppe Cardillo e Lorenzo Palloni, fotografi ma, soprattutto, “compagni di viaggio” in questa avventura che parla di performance. Con loro, il videomaker Andrea Rivabene. Importante è il modo diverso di raccontare le prove, abbinata alla ricerca delle migliori location. E poi i progetti legati ai giovanissimi talenti con PROGETTO MX dedicato al motocross e SPEED PROJECT, dedicato al mondo della Velocità. Siamo l'unica testata italiana a costruire progetti per i giovani a cui offriamo un team collaudato e tutta la mia esperienza sul campo. Insomma un impegno a 360°, perchè PERFORMANCEMAG.IT è tutto questo!”

    Articoli correlati

    PROGETTO MX HMR, caduta e vittoria

    Altra prova di forza per PROGETTO MX HMR e la nostra Eleonora Ambrosi nel secondo appuntamento del Campionato...

    Beta RR Racing 125 2024, spinta decisiva

    Ogni anno che passa, offre un salto di qualità per la gamma enduro Beta. Abbiamo provato la nuova...

    PROGETTO MX HMR, prima vittoria per Ele

    Doppietta nella prima del Campionato Regionale Lazio per PROGETTO MX HMR. Eleonora Ambrosi vince entrambe le gare. Ora...

    Iannone, podio australiano in WSBK con Nolan

    Debutto con podio in WorldSBK per Andrea Iannone che indossa il nuovo casco Nolan X-804 Utra Xseries. The...