Cairoli vince il titolo nella MX1

602 0

Tony Cairoli conquista gli Internazionali d’Italia nella MX1

Tony Cairoli conquista il numero 1 della MX1 sul tracciato del Galaello (Brescia) grazie alla vittoria della gara. Il cinque volte campione del mondo doveva primeggiare per recuperare i venti punti di distacco da Frossard e così ha fatto. È partito a razzo dal cancello di partenza e ha subito staccato gli avversari involandosi verso il trionfo di gara e campionato. Alle sue spalle Frossard, che ha chiuso a pari punti con Tony, ma ha perduto il titolo.

Un bel successo quello di Cairoli, che ha così bissato il successo di due settimane fa ottenuto a Castiglione del Lago. Con il numero 1 della MX1 in tasca, Tony è partito per la gara finale, quella della Elite, con il chiaro obiettivo di concludere al meglio la giornata. Scattato bene dal cancello di partenza, alla prima curva si è ritrovato settimo. Si è dovuto esibire in una rimonta per riprendere Guarneri e Frossard. È riuscito a passare il bresciano e portarsi secondo in scia al francese. Ha recuperato, ma poi con l’inizio dei doppiaggi ha perduto tempo e ha così dovuto accontentarsi del secondo posto in gara e in campionato.

Tony Cairoli:” Sono contento di essere riuscito a vincere il titolo della MX1. Era dal 2009 che non conquistavo il numero 1 negli Internazionali d’Italia e questo mi riempie di soddisfazione.

Nella prima gara, la MX1, sono riuscito a partire bene e a staccare subito gli avversari, vincendo così la gara. Nella Elite invece alla prima curva mi sono ritrovato indietro. Ho recuperato e nel finale doppiaggi non facili mi hanno fatto perdere il contatto da Frossard.

Ora vado in Belgio per completare la preparazione in vista della prima gara del mondiale in programma a Valkenswaard il 9 aprile.”

Classifica MX1: 1. Cairoli (KTM) 18 giri in 29’35”052; 2. Frossard (Yamaha) a 14”988; 3. Guarneri (Ktm) a 37”314; 4. Boissiere a 40”102; 5. Bonini (KTM) a 1’00”283

In campionato MX1: 1. Cairoli 420; 2. Frossard 420; 3.Philippaerts 292

Classifica Elite: 1.Frossard (Yamaha); 2. Cairoli (KTM) ; 3. Guarneri (KTM)

 

Andrea Di Marcantonio

Andrea Di Marcantonio

“Non è facile racchiudere quasi trent’anni di passione in poche righe. Lo è invece quello stimolo quotidiano e continuo che mi porta in sella alle moto ed a bordo delle quattro ruote, su strada quanto in pista. Senza dimenticare tutto ciò che compone il mondo dei motori, un mondo dalle mille sfaccettature… Ed è proprio questa passione che alimenta e mi fa “capire” ed “interpretare” i veicoli che provo in una chiave di lettura tecnica e completa oltre che diversa. Punto sulla qualità e l’approfondimento testuale e sull’impatto fotografico delle prove e questo da sempre. Al mio fianco Giuseppe Cardillo e Leonardo Di Giacobbe, fotografi ma, soprattutto, “compagni di viaggio” in questa avventura che parla di performance. Un modo diverso di raccontare le cose, un modo originale nella ricerca delle location: tutto questo sono io ed è ciò che sono per offrire una lettura più dinamica e coinvolgente. PERFORMANCEMAG.IT è tutto questo!”