Carlos Checa torna su due ruote ma questa volta ruote artigliate. E lo farà con una Beta del Team Dirt Racing durante il prossimo Rally di Sardegna nel suo stile sempre al top della forma. Piace l’idea di un Carlos diverso dal solito…

Si sa, i piloti sono sempre attivi  desiderosi di nuove sfide… Proprio come Carlos Checa, Campione del Mondo SBK 2011, che ha deciso di prendere il via il via al Sardegna Rally Race 2015, il prossimo 6 Giugno, in sella ad una Beta RR del Team Dirt Racing.

Carlos Checa al volante della R8 Audi nel WDW 2012
Carlos Checa al volante della R8 Audi nel WDW 2012

Il campione catalano ha scelto di gareggiare nella tappa italiana del campionato mondiale Cross country con una moto della casa fiorentina grazie alle sue ottime doti di affidabilità, maneggevolezza e potenza, affidandosi alla grandissima esperienza rallistica del Team Beta Dirt Racing, guidato da Paolo Machetti.

Ma Carlos sarà già impegnato nel prossimo appuntamento del Campionato Italiano Motorally a Umbertide il 16 e 17 Maggio per allenarsi alla navigazione “stretta” tipica dei rally italiani e per trovare il giusto setting della moto in vista dell’impegno mondiale in Sardegna. Non possiamo che dirgli: forza Carlos!

yachtsynergy ADV bottom
Articolo precedenteWRX: IN BELGIO IL ROUND 3 CON PEUGEOT ALL’ATTACCO…
Articolo successivoMOTO GP: ROSSI E LORENZO IN FRANCIA PER VINCERE
Andrea Di Marcantonio
“Non è facile racchiudere quasi trent’anni di passione in poche righe. Lo è invece quello stimolo quotidiano e continuo che mi porta in sella alle moto ed a bordo delle quattro ruote, su strada quanto in pista. Senza dimenticare tutto ciò che compone il mondo dei motori, un mondo dalle mille sfaccettature… Ed è proprio questa passione che alimenta e mi fa “capire” ed “interpretare” i veicoli che provo in una chiave di lettura tecnica e completa oltre che diversa. Punto sulla qualità e l’approfondimento testuale e sull’impatto fotografico delle prove e questo da sempre. Al mio fianco Giuseppe Cardillo e Leonardo Di Giacobbe, fotografi ma, soprattutto, “compagni di viaggio” in questa avventura che parla di performance. Un modo diverso di raccontare le cose, un modo originale nella ricerca delle location: tutto questo sono io ed è ciò che sono per offrire una lettura più dinamica e coinvolgente. PERFORMANCEMAG.IT è tutto questo!”