Dopo due mesi di pausa, lo Junior Team VR46 torna ad Albacete, pista dove si è corso il settimo round del CEV (Campionato Mondiale Junior), con Nicolò Bulega che ha conquistato un ottimo secondo posto…

La strada per Nicolo Bulega continua con il ritmo dei suoi risultati nel CEV. Nicolo diventa sempre più coriaceo e combattivo, tanto da salire in classifica fino al terzo posto. Tanti obiettivi per lui quindi, soprattutto la logica del suo modo di correre che lo sta portando sempre più nell’area dei protagonisti sulla scena della Moto3. Quindi, anche ad Albacete, è stata una gara tirata ed intensa per tutti i lunghissimi 19 giri per il pilota dello Junior Team VR 46 che, dopo aver avuto qualche problema in partenza, si è subito ripreso andando a cercare un posto utile per il podio. Al sesto giro arriva il sorpasso a Dalla Porta che gli è poi valsa la seconda posizione.

CEV 2015, Jr Team VR45 Albacete, il podio
CEV 2015, Jr Team VR45 Albacete, il podio

Ma Bulega non si accontenta e si mette alla caccia di Canet, recupera decimi fino a raggiungerlo per poi passarlo al decimo tornata; due giri dopo, un piccolo errore sul rettilineo, lo costringe a lasciare il comando allo spagnolo. Il pilota riminese della VR46 Riders Academy decide così di non rischiare e taglia il traguardo in seconda posizione. Con questo risultato, Bulega è salito al terzo posto in classifica generale.

Nicolo Bulega, JR Team VR46 in gara ad Albacete
Nicolo Bulega, JR Team VR46 in gara ad Albacete

“Dopo due gare sofferte a Barcellona e Aragon dove non siamo riusciti a raccogliere quello che era il nostro potenziale, qui invece siamo sempre stati competitivi già dal venerdì sia sull’asciutto che questa mattina sul bagnato nel warm up – spiega Luca Brivio, team Manager dello Junior Team VR46 -. Nicolò ha trovato un ottimo feeling con la moto e gli faccio i complimenti perché ha gestito molto bene una situazione difficile a causa della tanta pioggia caduta nella notte. Abbiamo ottenuto un risultato molto importante sia per il campionato ma anche per il morale. I ragazzi del team hanno lavorato benissimo, abbiamo trovato la strada giusta e visto che mancano ancora 5 gare, tutto può succedere”.

Lo Junior Team VR46 con Bulega e Luca Brivio
Lo Junior Team VR46 con Bulega e Luca Brivio

“E’ stata una bella gara perché abbiamo ottenuto il miglior risultato della stagione soprattutto dopo che le ultime due gare non erano andate molto bene – racconta Nicolò Bulega -. Con questo risultato ci siamo rifatti alla grande anche perché ho trovato un ottimo feeling con la moto. Per quanto riguarda la gara sono un po’ rammaricato perché secondo me eravamo più veloci di Canet e potevamo anche vincere. Purtroppo però le gomme si sono consumate abbastanza in fretta e questo è stato il motivo per cui ho anche rischiato di cadere. Da quel momento ho deciso di accontentarmi del secondo posto gestendo la gara con tranquillità”.

 

yachtsynergy ADV bottom
Articolo precedentePROVA: MASH FIVE HUNDRED 500, SOLO VINTAGE
Articolo successivoHONDA PROJECT 2&4, PROVOCAZIONE PURA…
Andrea Di Marcantonio
“Non è facile racchiudere quasi trent’anni di passione in poche righe. Lo è invece quello stimolo quotidiano e continuo che mi porta in sella alle moto ed a bordo delle quattro ruote, su strada quanto in pista. Senza dimenticare tutto ciò che compone il mondo dei motori, un mondo dalle mille sfaccettature… Ed è proprio questa passione che alimenta e mi fa “capire” ed “interpretare” i veicoli che provo in una chiave di lettura tecnica e completa oltre che diversa. Punto sulla qualità e l’approfondimento testuale e sull’impatto fotografico delle prove e questo da sempre. Al mio fianco Giuseppe Cardillo e Leonardo Di Giacobbe, fotografi ma, soprattutto, “compagni di viaggio” in questa avventura che parla di performance. Un modo diverso di raccontare le cose, un modo originale nella ricerca delle location: tutto questo sono io ed è ciò che sono per offrire una lettura più dinamica e coinvolgente. PERFORMANCEMAG.IT è tutto questo!”