È un impegno importantissimo quello operato delle Case automobilistiche sul tema mobilità sostenibile. Renault è pioniere e leader anche della mobilità elettrica, oggi al centro degli impegni del marchio

Oramai è da oltre un decennio che il Gruppo Francese è attivo sullo sviluppo e la produzione di veicoli elettrici. Oggi Renault è quindi in grado di proporre motorizzazioni HYBRID dinamiche ed efficienti. A Clio E-TECH Hybrid 140 CV e Nuovo Captur E-TECH Plug-in Hybrid 160 CV, svelate in anteprima mondiale al Salone dell’Automobile di Bruxelles a gennaio, si aggiunge ora la Nuova Mégane E-TECH Plug-in Hybrid 160 CV. Questi tre modelli completano la vastissima offerta di elettrificazione della gamma Renault insieme ai modelli full electric, come Nuova ZOE, Twingo Z.E. e Kangoo Z.E.

renault-e-tech2020-performancemag.it

C’è HYBRID e HYBRID

Due sono le tipologie di motori Ibridi (Full Hybrid su Clio e Plug-In Hybrid su Captur e Megane) ma con lo stesso obiettivo: consumare e inquinare meno ma allo stesso tempo divertire chi guida. Grazie a questi nuovi ed interessanti propulsori, Clio E-TECH Hybrid, dotata di batteria da 1,2 kWh (230V), riduce considerevolmente i consumi di carburante e le emissioni di CO2 e può circolare in città fino all’80% del tempo in modalità full electric, con una riduzione dei consumi in ciclo urbano fino al 40% rispetto al motore benzina.

Nuovo Captur E-TECH Plug-in Hybrid e la Nuova Mégane E-TECH Plug-in Hybrid, grazie alla batteria da 9,8 kWh (400V), dispongono di un’autonomia che consente di percorrere 50 chilometri in modalità full electric a una velocità fino a 135 km/h in ciclo misto (WLTP) e fino a 65 chilometri in ciclo urbano (WLTP City).

Dal racing alla strada del quotidiano il passo è brevissimo

Nei motori di Formula 1, proprio come in quelli E-TECH di serie, le leggi di gestione energetica sono concepite in modo da avvalersi del regime di rendimento ottimale del motore (potenza termica erogata in ratio al carburante consumato). Grazie a questo procedimento, ogni volta che l’energia creata supera il fabbisogno di potenza, la batteria si ricarica.

Allo stesso modo, come in F1, decelerando e frenando si può recuperare energia cinetica, che verrà trasformata in energia elettrica per rigenerare la batteria. Nei veicoli di serie, soprattutto quando circolano in autostrada, le leggi di gestione energetica avviano la ricarica della batteria imponendo al motore di funzionare al regime di rendimento ottimale. Le eccedenze di energia possono essere successivamente utilizzate per dare respiro al motore termico, in caso di forte sollecitazione del pedale dell’acceleratore o per garantire una guida in modalità full electric, quando si attraversa un centro urbano nel percorso previsto.

renault-e-tech2020-performancemag.it

Sviluppata e brevettata dall’ingegneria Renault, la motorizzazione E-TECH (ibrida o ibrida plug-in) è erede di quella della concept car EOLAB, presentata al Salone di Parigi del 2014. Si avvale dell’esperienza elettrica della Marca e utilizza componenti progettati in sinergia con Nissan e Mitsubishi.

La colonna portante dell’Ibridazione Renault è rappresentata dal motore benzina quattro cilindri 1.6 cc di nuova generazione: è associato a due motori elettrici – di cui uno di tipo HSG (High-Voltage Starter Generator, starter ad alta tensione) – ed uno a trasmissione multimode, certamente innovativa perché dotata di innesto a denti priva di frizione. L’associazione rivoluzionaria dei motori elettrici e della trasmissione con innesto a denti (derivata dalla F1) permette di ottimizzare e rendere fluido il cambio marce.

Durante l’uso, il cambio marce è quasi impercettibile e non richiede nessun intervento da parte del conducente. Il sistema E-TECH sceglie automaticamente la modalità più adatta per la situazione/pendenza in modo da ottimizzare al meglio le emissioni e i consumi, garantendo una guida reattiva e piacevole.

I motori elettrici sono indipendenti dal motore termico e così, il motore elettrico principale, consente di avviare l’auto escludendo il motore a benzina, risparmiando carburante e consentendo uno spunto brillante caratteristico di una propulsione 100% elettrica.

La tecnologia “Serie-Parallelo”

La tecnologia E-TECH si avvale di una struttura “Serie-Parallelo” che consente di sfruttare le varie propulsioni in relazione alla richiesta di potenza del guidatore o in base a determinate condizioni stradali. I motori possono funzionare in modo indipendente o concertato, dirigendo la potenza verso le ruote. Il powertrain gestisce i motori e i loro contributi a seconda delle esigenze di accelerazione e potenza nonché delle opportunità di rigenerazione della batteria. Questa gestione tiene conto di 15 combinazioni di funzionamento tra i vari motori e le marce innestate nella trasmissione.

renault-e-tech2020-performancemag.it

E-TECH sempre carico

La tecnologia E-TECH permette di ottimizzare al meglio l’energia nelle fasi di decelerazione e frenata: in fase di decelerazione, quando il conducente solleva il piede dal pedale dell’acceleratore e la leva del cambio è posizionata su Drive, il motore elettrico principale funge da generatore e recupera l’energia cinetica prodotta dalla decelerazione per trasformarla in energia elettrica e rimandarla alla batteria. Per recuperare più energia in frenata poi, subentra la “B-Mode”, attivabile con la leva del cambio in posizione Brake (B). La massima rigenerazione viene così aumentata, entro i limiti di ricarica della batteria, fino a un regime minimo di circa 7 km/h.

Nuova CLIO E-TECH

Per la prima volta, la gamma Clio presenta una motorizzazione full hybrid denominata E-TECH Hybrid. Offre un’esperienza unica, con un piacere di guida inedito sul mercato delle citycar ibride, grazie alla capacità prolungata di circolare in modalità elettrica e alla reattività immediata all’avviamento oltre che in fase di accelerazione. Su Clio E-TECH Hybrid 140 CV, la motorizzazione ibrida offre la massima efficacia in fase di utilizzo con una reattività dinamica tra le migliori del mercato, che si concretizza in una capacità di accelerazione da 80 a 120km/h in soli 6,9 secondi.

renault-e-tech2020-performancemag.it

La somma dei dispositivi ibridi aggiunge al veicolo un peso di soli 10 chili circa rispetto alla motorizzazione dCi 115. Il volume di carico è inalterato visto che non è stato ridotto dalle batterie (300 litri), i sedili posteriori sono sempre ripiegabili e l’alloggiamento per la ruota di scorta viene mantenuto. Abbinando comfort e performance, offre prestazioni dinamiche, degne del segmento superiore, mantenendo così la versatilità che caratterizza il suo DNA da 30 anni.

renault-e-tech2020-performancemag.it

Nuovo Capture E-TECH

Nuovo Captur consolida il DNA che ha decretato il suo successo con un design completamente nuovo e una nuova dimensione tecnologica: con la sua motorizzazione ibrida E-Tech Plug-in Hybrid, soddisfa i tre requisiti della visione del Gruppo Renault della mobilità del futuro: autonoma, connessa ed elettrica. La motorizzazione E-TECH Plug-in Hybrid 160 CV e la batteria a grande capacità (9,8 kWh e 400V per un peso limitato di 105 Kg) di cui è dotata, le consentono di regalare al guidatore prestazioni soddisfacenti su strada e consumi estremamente ridotti in città. Inoltre il Nuovo Captur E-TECH Plug-in Hybrid è dotato di una nuova modalità MULTI-SENSE: PURE. Regolabile tramite display o con l’apposito pulsante sul cruscotto, permette di passare alla modalità full electric (a condizione che vi sia una riserva sufficiente).

renault-e-tech2020-performancemag.it

Nella modalità SPORT di MULTI-SENSE, se la batteria dispone di sufficiente energia, è possibile, premendo a fondo sul pedale dell’acceleratore, sommare le tre motorizzazioni, come permette di fare l’architettura “serie-parallelo”. Il veicolo può così contare su tutta la potenza disponibile del gruppo motopropulsore, ad esempio, per effettuare un sorpasso. Disponibili all’ordine in primavera, Clio E-TECH EDITION e Nuovo Captur E-TECH EDITION (foto in basso) sono proposte in diverse tinte di carrozzeria.

Megane E-TECH, ora la gamma è completa

Dalla presentazione della primissima Mégane nel 1995, sono 7 i milioni di veicoli venduti in tutto il mondo, in 4 generazioni diverse. Con il passare del tempo, più di un modello, Mégane è diventata una gamma completa. Non poteva mancare una soluzione “green” di questa amatissima Berlina, così Renault l’ha dotata della motorizzazione ibrida ricaricabile E-TECH Plug-in Hybrid da 160 CV.

renault-e-tech2020-performancemag.it

Dotata di una batteria che vanta una capacità di 9,8 kWh (400V) per un peso di soli 105 kg, Nuova Mégane E-TECH Plug-in Hybrid ha un’autonomia che le consente di circolare in modalità full electric fino a 135 km/h per 50 chilometri in ciclo misto (WLTP) e fino a 65 chilometri in ciclo urbano (WLTP City). A bordo, Mégane E-TECH Plug-in Hybrid dispongono di un nuovo display multimediale da 9,3” con sistema multimediale Renault EASY LINK e di un cruscotto digitale da 10,2”. Può contare su settaggi MULTI-SENSE dedicati con tre modalità di guida.

– Pure: accessibile a partire dal display o dall’apposito pulsante sul cruscotto, permette di passare in modalità full electric, a condizione che la riserva sia sufficiente – MySense: ottimizza la modalità ibrida con costi di utilizzo ridotti. La funzione E-Save permette di mantenere una riserva della ricarica (come minimo il 40% della batteria) per passare alla modalità full electric, quando si desidera (ad esempio, per circolare in centro città) – Sport: permette di ottenere la massima performance, assommando la potenza dei tre motori.