Iniziata l’avventura di Gigi Galli e della Kia Rio Supercar nel World Rx che la prossima settimana farà tappa in Italia per l’undicesima e penultima prova…

In meno di dodici mesi Galli ha dato vita ad un team completamente nuovo che ha realizzato un progetto inedito. Da un foglio bianco sono arrivati alla realizzazione del primo esemplare della Kia Rio SuperCar, prototipo a trazione integrale da quasi 600 cavalli di potenza, costruito dalla Danisi Engineering.

600 Cv per la KIA Rio con cui correrà Gigi Galli
600 Cv per la KIA Rio con cui correrà Gigi Galli

Vettura, squadra e pilota sono stati presentati ieri alla stampa a Franciacorta, presso l’impianto che sarà sede la prossima settimana del World Rx d’Italia. Per l’occasione Galli ha potuto svolgere il primissimo collaudo della vettura, che ha subito mostrato di essere nata bene. Certo, il tempo non è molto e la Kia Rio SuperCar giungerà forzatamente al debutto con pochissimi chilometri di test alle spalle, ma il campione dì Livigno manifesta un cauto ottimismo.

World Rally Cross 2015: la KIA Rio nel test di Francoacorta
World Rally Cross 2015: la KIA Rio nel test di Francoacorta

“L’importante – spiega Galli – era riuscire a mettere insieme tutte le tessere del mosaico e abbiamo centrato l’obiettivo. Saremo al via del World Rx italiano per una prima presa di contatto in chiave 2016. La vettura si è mostrata da subito con un buon carattere e adesso non ci resta che portarla in gara e svilupparla un po’ alla volta. Non voglio parlare di risultati perché sarebbe davvero prematuro: dobbiamo pensare a convincere prima di pensare a vincere. Anche perché il nostro programma è impostato su un arco di tre anni”.

yachtsynergy ADV bottom
Articolo precedenteNOVITA’ 2016: LA HONDA CBR500R
Articolo successivoNOVITA’ 2016: YAMAHA ENDURO WR250 2T & WR450F
Andrea Di Marcantonio
“Non è facile racchiudere quasi trent’anni di passione in poche righe. Lo è invece quello stimolo quotidiano e continuo che mi porta in sella alle moto ed a bordo delle quattro ruote, su strada quanto in pista. Senza dimenticare tutto ciò che compone il mondo dei motori, un mondo dalle mille sfaccettature… Ed è proprio questa passione che alimenta e mi fa “capire” ed “interpretare” i veicoli che provo in una chiave di lettura tecnica e completa oltre che diversa. Punto sulla qualità e l’approfondimento testuale e sull’impatto fotografico delle prove e questo da sempre. Al mio fianco Giuseppe Cardillo e Leonardo Di Giacobbe, fotografi ma, soprattutto, “compagni di viaggio” in questa avventura che parla di performance. Un modo diverso di raccontare le cose, un modo originale nella ricerca delle location: tutto questo sono io ed è ciò che sono per offrire una lettura più dinamica e coinvolgente. PERFORMANCEMAG.IT è tutto questo!”