Performancemag.it racconta le novità auto e moto sempre attenti alla qualità dell’informazione.

    Hyundai i20N, perfezione dell’equilibrio

    Date:

    Condividi:

    Hyundai i20N ispirata alla WRC del Mondiale Rally, si pone su un gradino alto se parliamo di un pacchetto funzionale. 204 Cv e 275 Nm da guidare al massimo

    Il termine coinvolgente riassume una vasta gamma di sensazioni legate spesso alle performance assolute di una vettura. Il “pacchetto emozionale” non è sempre semplice da comporre, perché occorre un telaio affilato ed agile, un propulsore potente ma sempre gestibile ed una guidabilità tagliente come una lama. i20N è tutto questo.

     performancemag.it-2022-test-HYUNDAI-i20N

    E’ la vettura ispirata alla i20N nel WRC del Mondiale Rally e Hyundai si pone su un gradino molto alto se parliamo di un pacchetto funzionale e ricco di contenuti tecnici e che strizzano l’occhio a quello stile unico della casa coreana.

    204 Cv e 275 Nm di coppia

    La i20N quindi, vanta innovazione tecnologica ma, soprattutto, un sapiente mix tra prestazioni e divertimento di guida allo stato puro. Merito del nuovo propulsore GDI 1.6 turbo da 204 Cv e 275 Nm di coppia, accoppiato ad un eccellente cambio manuale a sei marce.

     performancemag.it-2022-test-HYUNDAI-i20N

    Tecnologia e idee dal WRC

    Guardandola staticamente l’impatto emotivo è forte e questo grazie al suo azzeccato ed affilato design che ne fanno una vera sportiva senza compromessi, complici alcune dotazioni “intriganti”, tra cui il Launch Control ed il Rev Matching. Entrambe concentrano l’esperienza Hyundai in tema di WRC, dove, per forza di cose, chi guida è sempre protagonista.

    Base di partenza della vettura rally

    I20N è un full immersion nel Motorsport e deriva dalla i20 Coupé WRC, la vettura da rally che parte come progetto da una i20 preparata per il Regolamento Tecnico FIA in tema di peso finale. Nel 2019 Hyundai acciuffa il titolo costruttori ed oggi si porta a casa be 17 vittorie a livello internazionale.

     performancemag.it-2022-test-HYUNDAI-i20N

    Thomas Schermara, Vicepresidente Esecutivo e Head of Product Division Hyundai spiega: Il nostro brand ad alte prestazioni N ha avuto un grande successo dal lancio di i30 N nel 2017. Questa volta abbiamo deciso di sviluppare un modello ispirato alla nostra i20 Coupe WRC, che l’anno scorso ci ha portato al successo nel campionato del mondo di rally.

    Con Nuova i20 N stiamo ampliando la nostra gamma high-performance N, allo scopo di attrarre ancora più clienti che vogliono vivere l’emozione della pista nelle loro vite di tutti i giorni.

     performancemag.it-2022-test-HYUNDAI-i20N

    Design personale e funzionale

    La i20N propone un design deciso che ben si abbina alle performance: salta subito all’occhio più attento la minore altezza da terra (-10 mm) rispetto alla nuova i20, mentre la sezione frontale abbina il paraurti alla grande presa d’aria e questo per la presenza della maggiore richiesta d’aria del motore sovralimentato.

    Sulla calandra spicca il logo “N” con motivo di una bandiera a scacchi che è poi sinonimo di pista, prestazioni, gare e confronto tra piloti. Ed anche lo spoiler è accentuato nel suo design sportivo così come le minigonne laterali che enfatizzano la larghezza del modello stesso.

     performancemag.it-2022-test-HYUNDAI-i20N

    Sul retro invece, lo spoiler è ben più pronunciato ed è chiaramente ispirato alla i20N WRC visto che, oltretutto, aumenta la deportanza sul posteriore alle alte velocità. Altri elementi di stile sportivo sono certamente il paraurti con elementi integrati che fa il verso alla funzione di diffusore, i cerchi da 18”ed il grande terminale di scarico.

    E sono sei le colorazioni previste, di cui, la vedete nelle foto, quella Performance Blue a mio avviso è la più azzeccata per il “messaggio” che Hyundai vuole esprimere all’interno del pacchetto tecnico di i20N.

     performancemag.it-2022-test-HYUNDAI-i20N

    Abitacolo performance oriented

    Proprio così: l’avvolgente abitacolo della sportiva by Hyundai, vanta soluzioni hi-tech tipiche della gamma “N”. Come nel caso dei sedili sportivissima ed avvolgente con poggiatesta integrato, al volante, pomello cambio e pedaliera in metallo con logo “N”. A bordo il colore dominante è il nero ovviamente e questo per mettere al centro proprio chi guida.

     performancemag.it-2022-test-HYUNDAI-i20N

    Sotto al cofano esperienza griffata WRC

    Il quattro cilindri turbo da 1.6 cc della i20N, fa parte di una nuova generazione di motori del colosso coreano. I dati sono evidenti con 204 Cv e coppia di 275 Nm, specie se rapportati al peso della vettura con i suoi 1190 kg (stesso peso della versione WRC) che certifica il miglior rapporto peso/potenza per la categoria. Il risultato sono i 230 km/h di velocità massima e uno 0/100 km/h in soli 6,7”.

     performancemag.it-2022-test-HYUNDAI-i20N

    Il propulsore è stato pensato per offrire una curva di coppia piatta e quindi molto omogenea. Quindi elevata accelerazione e massima spinta ai bassi regimi ma anche potenza sulle marce alte, il tutto per offrire al pilota un’esperienza “lineare” su strada, in pista oltre che nella guida quotidiana.

    Iniettori ad alta pressione

    Basti pensare che la coppia alla sua massima espressione, viene mantenuta da 1750 a 4500 giri con picco di potenza massima tra 5500 e 6000 giri. Merito del nuovo motore turbo, che prevede intercooler raffreddato ad acqua, dei nuovi iniettori ad alta pressione, che lavorano da 350 bar e che lavorano sull’atomizzazione del carburante. Cosa che offre una migliore risposta ed una combustione più efficiente.

     performancemag.it-2022-test-HYUNDAI-i20N

    CVVD fasatura variabile

    Le performance di questa unità però, sono anche merito del sistema CVVD ovvero Continuously Variable Valve Duration, il che significa fasatura variabile per la distribuzione. Il sistema regola l’apertura/chiusura delle valvole in base alle condizioni di guida. Il risultato è un risparmio di carburante del 3% ed un miglior riempimento ai medi e bassi regimi.

    Il nuovo cambio manuale 6 marce è stato rinforzato per i20N soprattutto in virtù della maggiore capacità di rotazione del motore Hyundai e prevede funzione Launch Control e, opzionale, l’N Corner Carving Differential, differenziale a slittamento limitato m-LSD (meccanismo di torsione meccanico) che gestisce la coppia tra le ruote anteriori.

     performancemag.it-2022-test-HYUNDAI-i20N

    C’è poi il sistema N Grin Control System con 5 diversi Mode di guida che prevedono i setting Normal, Eco, Sport e Sport+. Ma c’è anche il tasto N sul volante e quello del Rev Matching, ovvero l’aiuto elettronico in scalata di marcia.

    Il sistema, quindi, sincronizza il motore all’albero di trasmissione per scalate più dolci e sportive a seconda del Mode selezionato.

    L’ESC può essere utilizzato in tre configurazioni: accesso, sport o spento totalmente. E non manca un “generatore di rumore” con valvola di scarico ad apertura variabile che crea un’esperienza sonora intrigante, mentre la frenata è pensata con calibrazione se si utilizza il piede sinistro.

    Telaio rinforzato su 12 punti

    La tenuta è assicurata infine da coperture Pirelli P