Benelli presenta la nuova versione del best seller TRK 502, offerto sia in versione stradale che Adventure X, due modelli strategici per la Casa di Pesaro

Benelli presenta la nuova versione del best seller TRK 502, offerto sia in versione stradale che Adventure, due moto per godere al 100% degli aggiornamenti tecnici operati sui due modelli, primo tra tutti l‘omologazione EURO5 senza dimenticare importanti novità sia per alcuni dettagli quanto per le finiture.

performancemag.it-benelli-nuova-TRK502

Entrambe le moto saranno disponibili a partire da inizio 2021 ad un prezzo di 5.990,00 euro franco concessionario, mentre a metà 2021 arriverà una versione “limited” nella colorazione gialla per la X.

performancemag.it-benelli-nuova-TRK502

La TRK 502 offre nuove grafiche e diverse texture plastiche ed ora il design appare più moderno e deciso; sono stati rivisti i blocchetti dei comandi sul manubrio che ora sono retroilluminati; novità anche per gli specchi retrovisori e per le manopole così come è diverso l’andamento del manubrio ora regolabile per trovare la migliore posizione di guida. C’è il nuovo portapacchi posteriore, una sella più comoda ma, soprattutto, in grado di accogliere meglio pilota e passeggero.

performancemag.it-benelli-nuova-TRK502

Il bicilindrico della TRK 502 EURO5, ha cubatura di 500 cc ed è stato sviluppato appositamente per Benelli; vanta iniezione elettronica, doppio albero a camme in testa e quattro valvole per cilindro. Eroga oggi 47,6 CV a 8500 giri con valore di coppia di 46 Nm a 6000 giri e, per l’introduzione della normativa EURO5, è stato disegnato un nuovo complesso di scarico che ospita ora il sistema di aria secondaria che abbatte le emissioni durante l’avviamento del motore. La rapportatura primaria è stata accorciata per una e più rapida risposta del motore mentre c’è un diverso mapping della centralina ECU.

performancemag.it-benelli-nuova-TRK502

C’è un serbatoio da 20 litri mentre il telaio ha struttura in traliccio di tubi con piastra in acciaio. In tema di sospensioni poi, c’è la forcella USD da 50 mm e forcellone oscillante posteriore con mono regolabile sia nel precarico quanto nel freno idraulico. Ed infine un’occhiata all’impianto frenante che vanta doppio disco semi-flottante anteriore da 320 mm con pinza a quattro pistoncini e disco posteriore da 260 mm servito da pistone singolo.

Tra gli accessori dedicati, il terminale Arrow, i faretti fendinebbia, la barra di protezione carena/motore e le manopole riscaldate. Senza dimenticare il set valigie in alluminio e top case.

La versione TRK 502X si differenza dalla 502 per un setting sospensioni dedicate all’offroad e mono posteriore centrale regolabile in idraulica, estensione, compressione e precarico molla; il terminale di scarico della X è rialzato mentre i cerchi a raggi sono da 17 e 19” mentre la 502 stradale monta cerchi in lega nelle misure da 17”.

yachtsynergy ADV bottom
Articolo precedenteKIA NUOVA CEED GT 204 CV
Articolo successivoSEALENCE, LA NUOVA CAMPAGNA
Andrea Di Marcantonio
“Non è facile racchiudere quasi trent’anni di passione in poche righe. Lo è invece quello stimolo quotidiano e continuo che mi porta in sella alle moto ed a bordo delle quattro ruote, su strada quanto in pista. Senza dimenticare tutto ciò che compone il mondo dei motori, un mondo dalle mille sfaccettature… Ed è proprio questa passione che alimenta e mi fa “capire” ed “interpretare” i veicoli che provo in una chiave di lettura tecnica e completa oltre che diversa. Punto sulla qualità e l’approfondimento testuale e sull’impatto fotografico delle prove e questo da sempre. Al mio fianco Giuseppe Cardillo e Leonardo Di Giacobbe, fotografi ma, soprattutto, “compagni di viaggio” in questa avventura che parla di performance. Un modo diverso di raccontare le cose, un modo originale nella ricerca delle location: tutto questo sono io ed è ciò che sono per offrire una lettura più dinamica e coinvolgente. PERFORMANCEMAG.IT è tutto questo!”