Marc Marquez ha vinto il prestigioso Laureus World Breakthrough of the Year Award durante una cerimonia decorato ai Laureus Awards in Malesia…

A soli 20 anni , il giovane di Cervera ha completato nel 2013 una stagione da record per diventare il Premier Class, per il più giovane campione del mondo nella storia del motociclismo. Questo talento non è passato inosservato al di fuori del mondo delle corse ed è stato riconosciuto nei più prestigiosi riconoscimenti nel campo dello sport .

Nella votazione finale , il giovane pilota della Repsol Honda ha superato gli altri finalisti : la squadra di cricket afgana, il saltatore con l’asta tedesco Raphael Holzdeppe, il ciclista colombiano Nairo Quintana, il golfista inglese Justin Rose e quello australiano Adam Scott.

In un gesto significativo , Marc ha ricevuto il premio da un’altra leggenda Repsol Honda Team , nientemeno che Mick Doohan e ha commentato soddisfatto questo premio:  “E ‘ molto difficile spiegare come mi sento, questo è uno dei premi più importanti che ho ricevuto”. Marc ha poi dedicato qualche parola di incoraggiamento e di sostegno alle famiglie malesi per il recente lutto legato alla scomparsa dell’aereo della Malaysia.

yachtsynergy ADV bottom
Articolo precedenteTEST: VESPA SPRINT, RITORNA ALLA GRANDE!
Articolo successivoMOTO GP: PARLANO I TECNICI DI BAUTISTA E REDDING
Andrea Di Marcantonio
“Non è facile racchiudere quasi trent’anni di passione in poche righe. Lo è invece quello stimolo quotidiano e continuo che mi porta in sella alle moto ed a bordo delle quattro ruote, su strada quanto in pista. Senza dimenticare tutto ciò che compone il mondo dei motori, un mondo dalle mille sfaccettature… Ed è proprio questa passione che alimenta e mi fa “capire” ed “interpretare” i veicoli che provo in una chiave di lettura tecnica e completa oltre che diversa. Punto sulla qualità e l’approfondimento testuale e sull’impatto fotografico delle prove e questo da sempre. Al mio fianco Giuseppe Cardillo e Leonardo Di Giacobbe, fotografi ma, soprattutto, “compagni di viaggio” in questa avventura che parla di performance. Un modo diverso di raccontare le cose, un modo originale nella ricerca delle location: tutto questo sono io ed è ciò che sono per offrire una lettura più dinamica e coinvolgente. PERFORMANCEMAG.IT è tutto questo!”