Mégane Sporter è di fatto il terzo modello per unità vendute da parte di Renault e rappresenta la proposta più importante per quanto riguarda la sfera business

Questo mondo, proprio per la destinazione d’uso finale, richiede auto spaziose, comode, adatte per percorrere molti chilometri garantendo consumi ed emissioni basse e tanto comfort. In tal senso poi, le motorizzazioni diesel hanno da sempre avuto la maggiore, ma a causa delle norme antiinquinamento sempre più severe e grazie a vantaggi offerti a chi sceglie motorizzazioni Ibride Plug-in o Full Electric, le Case si sono dovute adeguare alle richieste di mercato.

performancemag.it2020-megane.sporter plug-in 2021

Renault lo fa, mantenendo e puntando ancora e comunque su ciclo diesel, ma allargando la gamma con questa nuova versione ibrida; Nuova Megane Sporter E-Tech Plug-in Hybrid nome lungo, ma che dice tutto riguardo le caratteristiche di questa vettura.

Nel pacchetto legato a Megane Sporter E-Tech Plug-in Hybrid, Renault fa confluire tutta l’esperienza e la tecnologia maturate in Formula1 portando in campo soluzioni mai viste prima come l’innovatissima trasmissione Multi-mode, ottimizzando così la gestione dell’energia oltre che ridurre anche gli attriti e consumi, ma aumentando la sicurezza e la tecnologia a bordo grazie ai nuovi ADAS.

performancemag.it2020-megane.sporter plug-in 2021

Design che punta su dettami stilistici fedeli

Per quanto riguarda il look estetico, Megane Sporter rimane fedele a quelli che sono i dettami stilistici di Renault migliorandone i particolari per donare alla vettura linee più sportive e dinamiche mantenendo comunque la sua eleganza. Cambiano così i paraurti anteriore e posteriore, la calandra, mentre vengono aggiunte finiture cromate ed i fari sia anteriori che posteriori passano alla tecnologia full LED.

Nel pacchetto legato a Megane Sporter E-Tech Plug-in Hybrid, Renault fa confluire tutta l’esperienza e la tecnologia maturate in Formula1

Infotainment e Mode di guida

Si aggiornano i servizi multimediali, semplificando l’interfaccia grafica, ma la dotazione è ricca, poiché ora si possono scegliere tre tipologie di Touchscreen, da 7” a 9” con o senza navigatore e grazie all’applicazione MY Renault si può interagire a distanza con la vettura.

performancemag.it2020-megane.sporter plug-in 2021

Le modalità alla guida grazie al sistema MULTY-SENSE sono 3

La modalità PURE che permette di viaggiare in full Electric – La modalità MYSENSE migliora l’efficienza del motore ibrido preservandone in caso la carica – La modalità SPORT che permette di sfruttare la massima potenza unendo le prestazioni dell’unità endotermica a quella elettrica.

ADAS di livello due per viaggiare in comfort:

Come anticipato la destinazione questa vettura è destinata a persone che devono percorrere molti chilometri per cui, la nuova Mégane è stata dotata del sistema Highway and Traffic Jam Companion (Livello 2) Il Cruise Control Adattivo e il Rilevatore di stanchezza. Questi sistemi concorrono per garantire livelli di sicurezza e confort estremi, delegando al conducente il solo compito di mantenere le mani salde sul volante perché sia in autostrada che in mezzo al traffico permettono all’autovettura di accelerare, frenare fermarsi e ripartire mantenendo contemporaneamente la corsia in totale autonomia.

performancemag.it2020-megane.sporter plug-in 2021

Tecnologia da Formula1 e trasmissione senza frizione

Poter competere nel Campionato del Mondo di Formula1 da la possibilità a Renault di sviluppare tecnologie uniche ed esclusive per trasferirle poi sui modelli stradali di tutti i giorni.

Ciò che è stato prelevato direttamente dalle monoposto di F1 è l’architettura del motore ibrido. Renault per questa vettura da priorità all’elettrico fornendola di un’unità motrice detta serie parallelo costituita da 3 motori 2 elettrici ed uno endotermico accoppiati con l’originale trasmissione priva di frizione.

Entrando nel dettaglio il motore elettrico principale è un E-motor che sviluppa 68 CV e 250 Nm, mentre il secondo chiamato HSG presenta due tipi di funzionamento: di sincronizzatore, quando si ha bisogno di più potenza mettendo in funzione il motore endotermico per supportare nella spinta il motore elettrico, ma anche di generatore andando a prelevare energia cinetica dal motore termico per fornirla alle batterie.

performancemag.it2020-megane.sporter plug-in 2021

Il motore a combustione è un 1.6 cc benzina aspirato omologato 6dFULL che come abbiamo spiegato, ha solo funzione di supporto perché tutte le funzioni principali come l’accensione partenza ed accelerazione sono attribuite al motore elettrico.

Entrando nel dettaglio il motore elettrico principale è un E-motor che sviluppa 68 CV e 250 Nm, mentre il secondo chiamato HSG presenta due tipi di funzionamento

Ruolo fondamentale lo svolge la trasmissione priva di frizione e sincronizzatori che presenta un innesto tramite ingranaggi diventando così più diretta, soluzione che permette di ridurre gli attriti e le conseguenti perdite di energia, migliorando quindi il rendimento ed il piacere di guida. Tutto questo si traduce in consumi da record per la sua categoria, infatti, la Casa dichiara che in full Electric si possono percorrere fino a 50 km nel ciclo misto (WLTP), mentre si possono raggiungere i 65 km nel ciclo urbano.

performancemag.it2020-megane.sporter plug-in 2021

Mégane Sporter vista la destinazione d’uso, è pensata proprio per andare a migliorare le prestazioni nel ciclo misto: in modalità elettrica può raggiungere i 135k km/h e questo è un dato estremamente importante perché è possibile arrivare a consumare 1,3L/100km, dato impensabile, ma che grazie alla tecnologia all’avanguardia Renault è ora possibile.

Gamma e Prezzi

Per l’Italia il prezzo di listino di partenza per la Megane Sporter E-Tech Plug-in Hybrid nell’allestimento Business è di 36.950 €, mentre di 39.950 € nell’ allestimento R.S. Line.

performancemag.it2020-megane.sporter plug-in 2021

Per chi rottama un’auto gli incentivi previsti vanno da 2.500 € fino a 4.500 €, mentre per chi volesse acquistare la vettura tramite finanziamento la rata prevista è di 250 € al mese. Inoltre, per chi volesse istallare una stazione di ricarica grazie al Decreto Rilancio ed al Superbonus può usufruire della detrazione fiscale per le spese di acquisto che parte dal 50% fino ad arrivare al 110%.