Round numero 6 per il Mondiale Rallycross FIA: in Belgio vince Topi Heikkinen a bordo della sua VW Polo R mentre Solberg rimane leader della classifica iridata…

Topi Heikkinen ha vinto questo fine settimana la gara del mondiale RX del Belgio, appuntamento numero 6 per del Campionato del Mondo FIA Rallycross presentato da Monster Energy. Alla guida l volante di una Polo RX del Team Marklund Motorsport, nella categoria Supercar, Heikkinen è il sesto vincitore del Campionato, sempre diverso nei sei eventi disputati. Il pilota del Team Peugeot Hansen Timmy.

I piloti del WRX 2014
I piloti del WRX 2014

Hansen è invece arrivato secondo con alle spalle Johan Kristofferson, terzo a bordi di una VW Polo. Dopo essere giunto quarto Petter Solberg ha agguantato punti preziosi ed è ora leader del campionato, con tre punti di vantaggio su Reinis Nitiss.

Sempre più pubblico nel Mondiale RX, formula che piace!

Si stima che circa 25.000 spettatori sono accorsi a Mettet nel sud del Belgio:. con condizioni atmosferiche miste ed un nuovo circuito del tutto nuovo dedicato al Rallycross che ha “manipolato” i piloti del World RX. Eroe locale e l’ex stella del WRC, Francois Duval è stato protagonista nel paddock del Mondiale RX questo fine settimana, dimostrando un buon ritmo con la VW Polo Marklund, ma non abbastanza per fare la finale 12.

Una fase del Mondiale RX in Belgio
Una fase del Mondiale RX in Belgio

Ma, il pilota che è stato più coerente dall’inizio alla fine, è stato il vincitore Topi Heikkinen. “Sono molto grato alla mia squadra, perchè hanno fatto uno sforzo enorme e la vettura è eccellent… “Vorrei ringraziare la Volkswagen Motorsport per tutto il loro aiuto. Ora siamo al sesto evento della stagione e quindi penso di poter recuperare nel secondo semestre. Siamo a pochi punti dietro Reinis Nitiss e Petter Solberg ed ora le cose si fanno divertenti e davvero emozionanti!”.

Hansen nella gara belga del World RX
Hansen nella gara belga del World RX

Dopo un inizio travagliato di stagione, il Team Peugeot Hansen ha trasformato questo fine settimana con Timmy Hansen che ha conquistato un secondo e meritato posto con la sua Peugeot 208 Supercar. “E ‘passato molto tempo da quando sono salito sul podio ma sono davvero felice di essere qui,  soprattutto dopo un weekend così difficile… La finale non è andato come previsto, ero ultimo alla prima curva e poi ho fatto un errore e sono sceso ancora di più nelle posizioni. Devo ringraziare il mio team per questo che  hanno costruito una macchina meravigliosa “.

Il terzo gradino del podio di Mettet è stato per il driver della VW Polo, Johan Kristofferson che ha stupito la folla dopo la vittoria in semifinale in quella che era solo la sua seconda uscita nel mondiale RX quest’anno. Lo svedese è stato anche incoronato vincitore della terza prova del Campionato Europeo Rallycross FIA (Euro RX). “Questa è solo la seconda gara per noi e sarei stato felice davvero… Poi arrivare in finale è stato incredibile e poi essere sul podio è semplicemente la migliore sensazione! Abbiamo avuto una buona partenza nella gara finale dalla pole position e penso che è quello che ci ha aiutato a ottenere questo terzo posto”.

L'abitacolo di una vettura del World Rallycross
L'abitacolo di una vettura del World Rallycross

Solberg sembrava in corsa per un posto sul podio, ma la sospensione rotto gli ha ostacolato il percorso di gara durante i giri finali della manifestazione. Dopo una manche impressionante, Anton Marklund ha completato la top five sulla sua VW Marklund mentre il pilota del Team EKS RX, Pontus Tidemand, ha ottenuto il sesto posto con la sua Audi S1 Supercar. La wildcard Edward Sandstrom si è messo in mostra in modo impressionante al suo esordio nel mondo RX con una serie di giri veloci, ma il pilota ha mancato di poco un posto in semifinale.

World Rallycross RX 2014
World Rallycross RX 2014

Martin Anayi, World RX Managing Director di IMG Motorsport, ha concluso: “Non avremmo potuto chiedere la metà stagione in modo più emozionante per il nostro anno inaugurale nel Campionato del Mondo. Abbiamo avuto sei vincitori diversi con quattro costruttori diversi e ora solo otto punti separano i primi tre piloti. Petter torna al vertice della classifica dimostrando ancora una volta che i punti sono essenziali tanto quanto vincere le gare. Le prestazioni eccezionali della Volkswagen Marklund questo fine settimana ha visto la vicinanza della Ford Olsbergs nella battaglia globale tra le squadre. E’ stato quindi un piacere visitare Mettet questo weekend, la squadra in Belgio ha fatto un ottimo lavoro e ha svolto un ruolo cruciale per attrarre più di 20.000 fan al circuito in questo fine settimana. Meraviglioso essere coinvolti nella crescente popolarità del World RX negli ultimi sei mesi e siamo estremamente fortunati ad avere quello che credo siano i piloti più talentuosi al mondo in aggiunta alle emittenti che trasmettono il nostro campionato. Credo che il l futuro di questo sport è ancora molto luminoso  per davvero”.

 

CLASSIFICA PILOTI DOPO IL MONDIALE RX MONDO DEL BELGIO

Petter Solberg, 125 punti

Reinis Nitiss, 122 punti

Topi Heikkinen, 117 punti

Andreas Bakkerud, 99 punti

Anton Marklund, 85 punti

CLASSIFICA CASE DOPO IL BELGIO

Ford Olsbergs MSE, 221 punti

Volkswagen Marklund, 202 punti

Squadra Peugeot-Hansen, 154 punti

PSRX, 117 punti

Monster Energy Mondo RX Team, 60 punti

Albatec Corse, 16 punti

(Foto  rallycrossrx.com)

yachtsynergy ADV bottom
Articolo precedenteMOTO GP: ANCORA UNA VOLTA MARQUEZ, 9 SU 9
Articolo successivoWORLD RX: PRESENTATA LA GARA ITALIANA DEL WRX
Andrea Di Marcantonio
“Non è facile racchiudere quasi trent’anni di passione in poche righe. Lo è invece quello stimolo quotidiano e continuo che mi porta in sella alle moto ed a bordo delle quattro ruote, su strada quanto in pista. Senza dimenticare tutto ciò che compone il mondo dei motori, un mondo dalle mille sfaccettature… Ed è proprio questa passione che alimenta e mi fa “capire” ed “interpretare” i veicoli che provo in una chiave di lettura tecnica e completa oltre che diversa. Punto sulla qualità e l’approfondimento testuale e sull’impatto fotografico delle prove e questo da sempre. Al mio fianco Giuseppe Cardillo e Leonardo Di Giacobbe, fotografi ma, soprattutto, “compagni di viaggio” in questa avventura che parla di performance. Un modo diverso di raccontare le cose, un modo originale nella ricerca delle location: tutto questo sono io ed è ciò che sono per offrire una lettura più dinamica e coinvolgente. PERFORMANCEMAG.IT è tutto questo!”