Performancemag.it racconta le novità auto e moto sempre attenti alla qualità dell’informazione.

    MOTO GP: A BRNO LORENZO RAGGIUNGE ROSSI

    Date:

    Condividi:

    In Repubblica Ceca Lorenzo acciuffa Rossi ed ora i due sono a pari punti. Campionato che si apre a ventaglio con Marquez ora terzo in classifica iridata. Tutto all’ultima gara?…

    Campionato molto particolare questo. Campionato unico, dove il certo o quasi, diventa probabile e poi incerto. Valentino Rossi, lui, questo campionato lo sta correndo per vincerlo ed era così almeno fino a qualche gara fa… Poi, di colpo, situazione che si rovescia con Marquez che “torna alla grande” e Jorge Lorenzo che tuona minaccioso sui punti di Rossi.

    MotoGP 2015, Brno, mega Lorenzo in Repubblica Ceca
    MotoGP 2015, Brno, mega Lorenzo in Repubblica Ceca

    Insomma che succede a questo mondiale? Semplicemente i fatti, la storia delle corse, dove c’è sempre qualcosa di nuovo ed interrompe altro, magari la consapevolezza che, proprio questa stagione 2015, non è ancora finita ma, al contrario, a volte sembra essere appena iniziata.

    Lorenzo e Marquez, i guastafeste di Rossi?

    Così, dopo la gara di Brno, Valentino Rossi si trova a pari punti con un minaccioso e determinatissimo Jorge Lorenzo, veloce, coriaceo, che guida sui binari e che azzecca di brutto pure le partenze.

    Jorge Lorenzo nuovo protagonista con 211 punti, come Rossi...
    Jorge Lorenzo nuovo protagonista con 211 punti, come Rossi…

    E poi c’è Marc Marquez, ora terzo in classifica iridata con la “scommessa personale” di acciuffare sia Rossi che Lorenzo. In pratica le due Yamaha. Insomma un vero dilemma tutto da risolvere, un cubo di Rubik da mettere a posto, con tutti i colori in ordine, anche se la strada è si ancora molto molto lunga e chissà cosa accadrà ancora, specie ora che due piloti Yamaha sono in testa al Motomondiale… Ed oggi, il team Movistar Yamaha MotoGP rimarrà a Brno per un test di pneumatici. Valentino però può stupire e può farlo bene ed ancora: ora c’è Silvestone ma soprattutto Misano, la sua gara, la gara di casa davanti ai suoi tifosi, la migliore “cura” per la zampata che gli potrebbe consentire quel titolo che cerca. Sarebbe l’ennesima prova di forza firmata Rossi…

    MotoGP 2015, Jorge Lorenzo, grande gara per lo spagnolo  e la sua M1
    MotoGP 2015, Jorge Lorenzo, grande gara per lo spagnolo e la sua M1

    Jorge Lorenzo, 1° posto: “Non avevo bisogno di spingere alla fine, quindi questa non è stata una gara perfetta, perché avrei potuto essere un po’ più veloce. Ho avuto un margine, non abbastanza però, ma abbastanza per rischiare meno. Ho spinto tanto all’inizio della gara e ho dato il massimo per sfuggire all’attacco di Marc, che è rimasto dietro per molti giri. Mi aspettavo una gara per essere più veloce all’inizio, dove ho girato a 1’55,9, ma con il pieno di carburante. Fortunatamente per me dopo pochi giri ho iniziato a frenare meglio con meno carburante nel serbatoio e riuscivo ad entrare in curva più veloce rispetto ai primi giri. Ho migliorato il mio tempo solo di un decimo di secondo, ma questo mi ha dato un vantaggio 0,6″ in un giro e quindi sono stato in grado di ottenere la vittoria della gara”.

    MotoGP 2015, Brno, ora Rossi dovrà usare tutta la sua grande esperienza per battere Lorenzo e Marquez
    MotoGP 2015, Brno, ora Rossi dovrà usare tutta la sua grande esperienza per battere Lorenzo e Marquez

    Valentino Rossi, 3° posto: Questo fine settimana Jorge ha sempre guidato molto forte, ma allo stesso tempo avevo sperato di essere più vicino per stare con Marc, perché durante le FP il mio passo non era così male. Purtroppo non ero veloce e forte abbastanza e anche il mio ritmo era molto lento. E’ vero che ho avuto una brutta partenza ed ho perso tempo, ma il vero problema è che non ho avuto un buon ritmo… Mi aspettavo che la gara di Brno potesse essere difficile, perché era stata difficile negli ultimi anni, ma mi aspettavo una gara migliore, quindi dobbiamo capire perché è andata così per cercare di essere più forti per le prossime gare. E’ incredibile che, dopo undici gare Jorge ed io siamo a pari punti! E’ difficile, perché sembra che Jorge sia tornato molto forte dopo la pausa estiva e lui ora è in gran forma, ma dovremo continuare a provarci”.

    MotoGP 2015, Brno, strapoytere Yamaha sul podio in Repubblica Ceca
    MotoGP 2015, Brno, strapotere Yamaha sul podio in Repubblica Ceca

    Massimo Meregalli: Una gara incredibile di Jorge che, continua a dimostrare che nelle giuste condizioni è intoccabile e si merita completamente questa vittoria. E’ stato in forma tutto il fine settimana, quindi ci aspettavamo nulla di meno da lui. Valentino ha guidato una buona gara oggi dopo la fantastica qualifica di ieri. Non ha avuto una buona partenza, ma nella sua forma abituale era determinato a recuperare il terreno perduto e finire sul podio ancora una volta. Domani, dopo i test pneumatici, ci dirigeremo verso il Regno Unito dove siamo pienamente intenzione a continuare il nostro dominio sul podio”.

    HONDA: MARQUEZ MINACCIOSO, PEDROSA PROBLEMI SULL’ANTERIORE

    Marc Marquez, Brno 2015, ora lo spagnolo è terzo in classifica
    Marc Marquez, Brno 2015, ora lo spagnolo è terzo in classifica

    Marc Marquez, 2° posto: “Oggi Jorge ha fatto una gara molto buona. Sapevamo che non eravamo lontani, ma non siamo stati abbastanza vicini. Così abbiamo cercato di restare con lui, almeno all’inizio gara. Dopo sei o sette giri ho cominciato a perdere prestazioni e Lorenzo è stato in grado di mantenere il suo ritmo Ecco dove è stata fatta la differenza… Abbiamo comunque raggiunto l’obiettivo che ci eravamo preposti per oggi:.. Ovvero cercare di aprire un varco su Valentino e gli altri fin dall’inizio, quindi sono felice di questo quando abbiamo difficoltà, come abbiamo fatto in questo fine settimana, abbiamo ancora delle per prendere dei punti. Penso che questa seconda posizione di oggi sia stata buona.”

    Dani Pedrosa ha raccolto un 5° posto a Brno dopo un contatto con Hernandez
    Dani Pedrosa ha raccolto un 5° posto a Brno dopo un contatto con Hernandez

    Dani Pedrosa, 5° posto: “Oggi non ho fatto una partenza perfetta, ma alla fine non era poi così male. Tuttavia, quando sono entrato nella prima curva Hernandez è andato molto forte verso l’interno ed ho dovuto spostarmi… così ho perso posizioni e un sacco di tempo. Il mio ritmo non era buono come nel warm up della mattina e non ho avuto una buona sensazione con la moto a causa di alcuni problemi con l’anteriore ed è stato difficile per me recuperare, ma alla fine ho raggiunto Dovizioso e Iannone Le Ducati sono difficili da superare, sul rettilineo sono molto veloci,  ma sono riuscito a passare Dovi nel giro finale. E’ stato un weekend difficile, anche se oggi ho potuto guidare meglio grazie al fisioterapista ed alcuni farmaci.”

    DUCATI: PROBLEMI ALL’ALIMENTAZIONE PER IANNONE…

    L'Ing. Dall'Igna a Brno, problemi con la moto di Iannone alle trombette variabili
    L’Ing. Dall’Igna a Brno, problemi con la moto di Iannone alle trombette variabili

    Luigi Dall’Igna (Direttore Generale di Ducati Corse): “Oggi Iannone ha fatto davvero una bella gara, lottando fino all’ultimo, e sono dispiaciuto del risultato finale perché ha avuto un problema al motore della sua GP15 che ne ha limitato le prestazioni in modo sensibile. Purtroppo si è verificato un inconveniente al sistema di trombette variabili e questo ha fatto perdere parecchia potenza: abbiamo calcolato che Iannone ha probabilmente perso un paio di decimi al giro, e quindi abbiamo sprecato un’ottima opportunità per stare davanti e per provare a salire sul podio. Credo comunque che l’aspetto positivo di questo weekend sia che qui a Brno abbiamo ritrovato finalmente la nostra competitività. Peccato per Dovizioso, che purtroppo qui non ha mai trovato il feeling giusto con la sua moto, ma la prossima settimana faremo un test a Misano prima di partire per Silverstone, che ci aiuterà a preparare al meglio il GP di casa e comunque rimaniamo fiduciosi per le prossime gare.”