Valentino Rossi, gara perfetta. Il dominio di Rossi a Misano è molto più di una vittoria, raccoglie un successo completo e personale, finalmente conquistato sul podio più bello… A 35 anni, dopo un’escalation gara dopo gara…

Ci sono scommesse personali che vanno ben oltre la sfida con se stessi. E’ la lunga e bella storia di Valentino Rossi, il Dottore, che ieri a Misano ha “schiacciato” tutti, prima Marquez, inducendolo all’errore, poi il suo compagno di squadra Jorge Lorenzo, che ha conquistato un meritatissimo secondo posto.

MotoGP 2014, Misano: folla tutta per Valentino Rossi
MotoGP 2014, Misano: folla tutta per Valentino Rossi

Misano tutta per Valentino…

Ma, gara a parte, il primo posto di Rossi, merita qualche riflessione leggera, perchè testimonia, una volta di più, che Valentino è sempre “potente” oltre che capace di infiammare non solo Misano. A Valentino va riconosciuta una cosa riuscita a nessun altro, ovvero avvicinare al motociclismo tanta gente, anche non proprio appassionata di moto. Questa la vera potenza del grande comunicatore Rossi, capace di restare nel cuore sia del bambino quanto in quello della persona anziana, per la sua simpatia, il suo estro creativo in pista, la raffinata schiettezza oltre ad un intelligenza tattica realmente poco comune…

MotoGP Misano 2014: Valentino Rossi, vittoria a 35 anni
MotoGP Misano 2014: Valentino Rossi, vittoria a 35 anni

Rossi sulla bocca di tutti, gara speciale…

Misano tutta ieri, si è alzata solo per Valentino Rossi, ha urlato per lui, mostrando il linguaggio forte della passione per un grande campione. Sulla bocca di tutti Rossi stamattina: al bar, al distributore, nelle officine, ma anche negli uffici, in giro, perchè Vale fa notizia sempre e comunque e questo è un plus mediatico che nessun altro possiede. E chissà cosa pensano oggi i suoi detrattori, quelli che, ai tempi del troppo sofferto idillio con Ducati, lo davano per finito, troppo avanti nell’età per essere nuovamente un vincente dicevano. Ed invece…

MotoGP 2014, Misano: Rossi sul podio davanti ai suoi tifosi di sempre
MotoGP 2014, Misano: Rossi sul podio davanti ai suoi tifosi di sempre

E’ la stagione più bella per Valentino…

Vale sta correndo forse – anzi certamente – la sua stagione più bella (terzo in classifica generale), quella a cui certamente rimarrà più legato, perchè significa molto vincere così a 35 anni. Bravo anche Jorge Lorenzo, ma Rossi ha corso un’altra gara, la più bella della sua lunga e prestigiosa carriera in sella alla sua “fedele” M1 Yamaha, un binomio perfetto che si è aperto, lo ricorderete, proprio con una storica vittoria, la prima della MotoGP. Molto bello e sentito il commento di Lorenzo a fine gara, sincero, realista ma soprattutto di ampia visione su come stanno le cose: “Valentino ha avuto un weekend perfetto a casa ed ha meritato questa vittoria, è incredibile, all’età di 35 anni!”

E poi Valentino aggiunge 25 punti alla sua classifica ed è il primo pilota della MotoGP capace di raggiungere più di 5000 punti in campionato carriera. Ora è terzo con 214 punti ad un solo punto da Pedrosa che si trova in seconda posizione. Jorge Lorenzo acciuffa 20 punti, che lo portano in quarta posizione ad un totale di 177, davanti ad uno splendido Andrea Dovizioso in quinta.

MotoGP 2014, Misano: Valentino Rossi, Marquez e Lorenzo
MotoGP 2014, Misano: Valentino Rossi, Marquez e Lorenzo

La parola ai piloti, la raccolta dei loro commenti a fine gara

Valentino Rossi, primo: “Sono molto felice perché è molto speciale vincere qui a Misano davanti a tutta la folla, la mia famiglia e gli amici. Sono molto orgoglioso. Sono passati cinque anni dopo l’ultima volta che ho vinto qui, allo stesso modo, in lotta con Jorge. Durante la QP sembrava che la nostra Yamaha stesse lavorando molto bene e quindi abbiamo avuto un piccolo vantaggio. Ho cercato il massimo e quindi sapevo che potevamo lottare per la vittoria, sapevo di sicuro che avrei dovuto combattere con Dani, Jorge e Marc. Ho cercato di spingere fin dall’inizio e alla fine è stato fantastico avere la vittoria, a più di un anno di distanza. Io lavoro sempre duro e non mollo mai e la fiducia che giornate come questa possono arrivare. Devo dire grazie a Yamaha, a tutta la mia squadra, a tutti i miei amici e tutta la folla che mi sostengono, specialmente qui a Misano.”

MotoGP 2014, Misano. Jorge Lorenzo, secondo a Misano
MotoGP 2014, Misano. Jorge Lorenzo, secondo a Misano

Jorge Lorenzo, 2° al traguardo: “E’ stata una gara dura per me, perché abbiamo preso un rischio con la gomma dura. Sono felice per un altro podio, ma un po’ deluso perché abbiamo pensavo che avrei potuto lottare per la vittoria. Proprio all’inizio della gara, nonostante la mia buona partenza, ho sentito la gomma anteriore che non mi ha dato la fiducia necessaria per appoggiarsi ed anche in frenata. A Brno abbiamo rischiato lo stesso, cambiando il pneumatico e il risultato è stato buono, ma qui abbiamo faticato molto di più. Per me è stato impossibile ottenere la vittoria. Anche se ho cercato di spingere al massimo, quando ho visto l’incidente di Marc, sapevo che Valentino aveva un ritmo migliore. Valentino ha avuto un weekend perfetto a casa e ha meritato questa vittoria, è incredibile, all’età di 35 anni! Sono anche felice per la squadra perché è passato molto tempo senza una doppietta. Tutti i ragazzi Yamaha stanno lavorando molto bene e la moto è più competitiva gara dopo gara. Mi piacerebbe vincere, ma so che dovremo aspettare. “

MotoGP 2014, Misano: Rossi con Marquez, poi scivolato nei primissimi giri
MotoGP 2014, Misano: Rossi con Marquez, poi scivolato nei primissimi giri

Massimo Meregalli/Yamaha: “Penso che abbiamo fatto un lavoro impressionante, non abbiamo iniziamo il weekend bene ed abbiamo faticato molto. Quando il sole è venuto fuori, abbiamo subito intuito che Domenica sarebbe stato probabilmente il nostro giorno. Il ritmo mostrato il sabato e nel warm up era un buon segnale. Per me Vale ha fatto una gara impressionante, ha messo un sacco di pressione su Marc, poi caduto mentre stava cercando di seguire Valentino, ma penso che oggi Vale sia stato davvero imbattibile. Jorge ha scelto una gomma anteriore dura come sabato ma non ha avuto un ottimo feeling. Alla fine la prima e la seconda posizione sono un risultato incredibile, devo ringraziare tutti, dal primo all’ultimo membro del team, abbiamo lavorato duramente per tutta la stagione, purtroppo non siamo riusciti a vincere prima, ma di sicuro ci gusteremo questa vittoria di perchè la meritiamo.”

MotoGP 2014, Misano: Dani Pedrosa ha sempre lottato con Dovizioso
MotoGP 2014, Misano: Dani Pedrosa ha sempre lottato con Dovizioso

Dani Pedrosa, 3° al traguardo: “La gara di oggi è stata molto difficile, ed era difficile fare di più. Marc ha tentato di tenere il passo di Valentino e Jorge, ma alla fine è caduto, loro erano molto forti qui. Questa gara ha visto anche molti problemi per noi sia con la parte anteriore che quella posteriore, quindi c’era poco da fare. Dai primi giri ho perso un sacco di tempo nel traffico, e questo ha condizionato tutta la mia gara. Ho cercato di fare del miomeglio, ma ho ancora avuto difficoltà con Dovizioso, perché ha girato molto forte… Alla fine eravamo veloci come Valentino e Jorge. Ora dobbiamo prendere gli aspetti positivi di questo fine settimana e confido nella prossima gara di Aragon, che è una pista che mi piace, ma soprattutto lì abbiamo un feeling migliore e speriamo in una gara migliore”.

MotoGP 2014: Misano, Marc Marquex tenta di avviare la sua RC213V
MotoGP 2014: Misano, Marc Marquex tenta di avviare la sua RC213V

Di nuovo sconfitto Marquez, solo 15°: “Sono contento di come è andata oggi, nonostante l’incidente, a causa del mio primo errore della stagione…  Ieri non pensavo che sarei stato in grado di attaccare sia Valentino che Jorge. Avevano un po’ di più il passo, e oggi siamo stati in grado di stare vicino a loro. Ho visto la possibilità di lottare con Valentino per la vittoria, ma non è stato possibile, alla fine, a causa del mio errore. Stavo guidando sopra l’interno della striscia ed ho perso l’anteriore. Per fortuna sono riuscito a riprendere la gara, continuare con un buon ritmo e segnare un punto che potrebbe sempre tornare utile in futuro.”

MotoGP 2014: Andrea Dovizioso e la sua GP14 sempre in progressione
MotoGP 2014: Andrea Dovizioso e la sua GP14 sempre in progressione

Andrea Dovizioso, 4° al traguardo: “Sono davvero contentissimo, ho fatto una gran bella gara! Questo è stato un weekend un po’ difficile e non credevo di riuscire a fare una gara così. Ringrazio tutta la squadra perché stiamo lavorando tanto per riuscire a recuperare il nostro gap dai primi, e pian piano ci stiamo riuscendo. Un distacco di cinque secondi al traguardo è quasi un sogno, non pensavo fosse possibile oggi. Non siamo ancora così vicini da potercela giocare con i primi e dobbiamo ancora stringere i denti per tutta la gara. Ho provato ad agguantare il terzo posto fino alla fine ma oggi ero veramente oltre il limite in certe curve, e alla fine va bene così!”

MotoGP 2014: Andrea Iannone/Pramac, quinto a Misano
MotoGP 2014: Andrea Iannone/Pramac, quinto a Misano

Andrea Iannone, 5° a fine gara: “Sapevo di non poter lottare con Jorge e con Vale, io ci ho provato comunque. Con il pieno di benzina facevo fatica. Purtroppo sono riuscito a trovare il mio ritmo un po’ tardi e alla fine era molto simile a quello di Dani e Dovi. La moto di Andrea era leggermente più veloce della mia e quindi è riuscito a recuperare Pedrosa. Il mio motore non era al massimo del suo potenziale ma lo sapevamo prima della gara che aveva qualche cavallo in meno. Sono comunque soddisfatto di questo risultato, è il nostro distacco più ristretto dal primo quest’anno e ciò sta a confermare i miglioramenti. E’ un buon risultato e ci fa ben sperare per il futuro.”

Luigi Dall’Igna, Direttore Generale Ducati Corse: “Siamo molto soddisfatti della gara di Dovizioso! Oggi a Misano siamo riusciti a ridurre il distacco dal vincitore a cinque secondi e mezzo, ed è un risultato davvero importante per noi. Anche il distacco di Iannone, che ha chiuso la gara al quinto posto, è ragionevole ed entrambi i piloti hanno fatto davvero una gara bella. Giornate come quella di oggi ci danno motivazione ed ottimismo, e continueremo a lavorare sodo tutti insieme per colmare il gap ai primi.”

yachtsynergy ADV bottom