Il Ducati Team è sceso in pista per una giornata di test, organizzati dall’IRTA, il giorno dopo la gara insieme a quasi tutti gli altri Team della MotoGP…

Il programma vedeva la continuazione del lavoro/confronto tra le due moto, quella  usata da Andrea Dovizioso e Nicky Hayden, e la GP13 ‘laboratorio’ utilizzata esclusivamente dal collaudatore Michele Pirro, nelle gare di Jerez de la Frontera, Mugello e Barcellona con il team Pramac Racing.

Ed ancora una volta è stato proprio Nicky Hayden a trovarsi a suo agio sul tracciato catalano; il pilota americano, infatti, ha segnato il secondo miglior tempo della giornata in 1’41.955, a pochi centesimi da Jorge Lorenzo; il suo compagno di squadra Andrea Dovizioso invece, ha ottenuto il quarto posto nella classifica registrando il tempo di 1’42.417.

“E’ stata una giornata abbastanza alternante per me – ha dichiarato l’americano -. Dovevamo provare la GP13 ‘laboratorio’ ma purtroppo sono costantemente più veloce con l’attuale moto. Volevamo fare un passo in avanti e avvicinarci ai primi in classifica, ma non ci sono riuscito con la moto nuova. Almeno spero di aver fornito delle buone informazioni per gli ingegneri. Inoltre abbiamo testato la nuova gomma dura posteriore della Bridgestone, che ha dimostrato un buon potenziale. Non abbiamo potuto utilizzare l’attuale gomma dura per la maggior parte della stagione finora, che ci ha sempre reso difficile i weekend di gara, ma il feeling è stato buono e mi ha permesso di girare in 1’42.4.”

Per il Dovi invece, ancora qualcosa da decidere… “Abbiamo fatto il confronto tra i due telai su una pista molto diversa come quella di Barcellona; dobbiamo ancora decidere quale usare, ma la differenza è molto piccola. Come nei test di Jerez e del Mugello, il nuovo telaio sembra essere meglio in inserimento di curva ma si muove un po’ di più in uscita. Sia i lati positivi, sia quelli negativi sono minimi, quindi adesso decideremo con quale telaio andremo ad Assen, ma non ci sono cambiamenti importanti e per me non cambierà tanto usare l’una o l’altra, in attesa dei nuovi pezzi.”

“Dopo la gara deludente di ieri, ha commentato Bernhard Gobmeier – Direttore Generale Ducati Corse – oggi abbiamo avuto alcuni segni di miglioramento. Abbiamo provato tante cose riferite al motore, alle gomme e al telaio. In merito a quest’ultimo stiamo ancora valutando i dati e decideremo quale usare ad Assen nei prossimi giorni.”

yachtsynergy ADV bottom
Articolo precedenteMOTO 3: TR004 IODA RACING COMPANY O14
Articolo successivoMONDIALE SUPERMOTO: A LATINA LA QUINTA PROVA
Andrea Di Marcantonio
“Non è facile racchiudere quasi trent’anni di passione in poche righe. Lo è invece quello stimolo quotidiano e continuo che mi porta in sella alle moto ed a bordo delle quattro ruote, su strada quanto in pista. Senza dimenticare tutto ciò che compone il mondo dei motori, un mondo dalle mille sfaccettature… Ed è proprio questa passione che alimenta e mi fa “capire” ed “interpretare” i veicoli che provo in una chiave di lettura tecnica e completa oltre che diversa. Punto sulla qualità e l’approfondimento testuale e sull’impatto fotografico delle prove e questo da sempre. Al mio fianco Giuseppe Cardillo e Leonardo Di Giacobbe, fotografi ma, soprattutto, “compagni di viaggio” in questa avventura che parla di performance. Un modo diverso di raccontare le cose, un modo originale nella ricerca delle location: tutto questo sono io ed è ciò che sono per offrire una lettura più dinamica e coinvolgente. PERFORMANCEMAG.IT è tutto questo!”