Conclusi i test di sviluppo Ducati a Jerez, bilancio positivo per tutti…

Conclusi ieri a Jerez de la Frontera i tre giorni di test privati Ducati sulla pista andalusa. Presente a Jerez per Ducati, oltre al collaudatore Michele Pirro, anche il pilota del Pramac Racing Team Andrea Iannone, inviato in Spagna per fornire altri input allo sviluppo della Desmosedici GP13.

Nel corso dei tre giorni sono state numerose le soluzioni provate sulle moto ‘laboratorio’, soprattutto a livello di telaio. I riscontri sono stati positivi e hanno rispettato in pieno le attese. Inoltre i piloti hanno provato anche strategie elettroniche differenti che hanno dato un buon esito, lasciando la squadra soddisfatta del lavoro svolto. Il successo di queste soluzioni significa una sola cosa: che il Ducati Team sta lavorando nelle direzione giusta in questa primissima fase di sviluppo del 2013…  Prossimo impegno per i piloti del Ducati Team e del Pramac Racing Team sarà la settimana prossima sul circuito malese di Sepang, durante i test organizzati dall’IRTA dal 26 al 28 febbraio.

yachtsynergy ADV bottom
Articolo precedenteINTERVISTA: UNA GIORNATA ALLA PMT TYRES
Articolo successivoACCORDO SPARK E TEAM GRESINI MOTO2
Andrea Di Marcantonio
“Non è facile racchiudere quasi trent’anni di passione in poche righe. Lo è invece quello stimolo quotidiano e continuo che mi porta in sella alle moto ed a bordo delle quattro ruote, su strada quanto in pista. Senza dimenticare tutto ciò che compone il mondo dei motori, un mondo dalle mille sfaccettature… Ed è proprio questa passione che alimenta e mi fa “capire” ed “interpretare” i veicoli che provo in una chiave di lettura tecnica e completa oltre che diversa. Punto sulla qualità e l’approfondimento testuale e sull’impatto fotografico delle prove e questo da sempre. Al mio fianco Giuseppe Cardillo e Leonardo Di Giacobbe, fotografi ma, soprattutto, “compagni di viaggio” in questa avventura che parla di performance. Un modo diverso di raccontare le cose, un modo originale nella ricerca delle location: tutto questo sono io ed è ciò che sono per offrire una lettura più dinamica e coinvolgente. PERFORMANCEMAG.IT è tutto questo!”