La morte si Luis Salom ha sconvolto tutti. Valentino Rossi vince il GP di Catalunya dopo il duello con Marquez e la stretta di mano. Lorenzo abbattuto da Iannone, sconterà in Olanda…

podio CATALUNYA
podio CATALUNYA

Un GP triste che ha lasciato tutti senza parole e dove, la bellissima vittoria di Valentino Rossi, appare quasi come il modo più bello per ricordare Luis Salom, la cui vita è finita contro le barriere di protezione nel corso delle prove del GP di Catalunya, lo scorso venerdi come ormai tutti sappiamo.

marquez sul podio
marquez sul podio

E’ un momento di dolore dove ogni parola sembra retorica o scontata. Per questo, a mio avviso, il messaggio più intenso e vero è stato quello di Edu Perales, General Manager del Team SAG: “Oggi è un triste giorno per tutto il team SAG oltre che per la famiglia e il mondo dello sport in generale – aveva commentato Edu Perales –  Luis ci ha lasciato in una curva del circuito, facendo quello che più amava.

luis salom
luis salom

Per una famiglia come siamo tutti noi e che ha apprezzato i successi ed il suo lavoro, il suo sorriso e la sua determinazione, la sua perdita lascia un grande vuoto nei nostri cuori. Oggi, il team SAG si unisce al dolore della sua famiglia e degli amici. Riposa in pace Luis, grazie per tutto quello che ci hai dato nel tempo che abbiamo trascorso insieme e sono sicuro che continuerai a lottare lassù… Noi non ti dimenticheremo mai”.

Voltando pagina in modo delicato, la gara della MotoGP è stata bellissima, anche se il giro veloce l’hanno fatto Rossi e Marquez quando si sono (finalmente) stretti la mano, azione che aspettavamo da tempo e che sa di vera stima e voglia di togliersi di dosso quel nervosismo del passato. Una gara ricca di colpi di scena, con Lorenzo che scappa e poi viene raggiunto e passato da Marquez prima e poi da Rossi e che poi viene centrato da Andrea Iannone, che certo deve darsi una calmata nella sue azioni di gara, come spiega lo stesso Jorge Lorenzo…

valentino rossi ha vinto il GP di Catalunya
valentino rossi ha vinto il GP di Catalunya

E poi la big lotta tra Rossi e Marquez con Pedrosa che, alla fine, va a podio, mentre la gara se la prende Valentino Rossi, la numero 114 ed a 37 anni… Ottima l’azione di Vinales, 4° alla fine, così come quella di Bautista, 8° a fine gara, che “certifica” i bei progressi della RS-GP.

stretta di mano attesa tra rossi e marquez
stretta di mano attesa tra rossi e marquez

Valentino “the best”, bellissima e vera la stretta di mano con Marquez…

Valentino Rossi, 1° posto: “Credo che sia stata una Domenica perfetta, perché questa mattina abbiamo migliorato il setting della moto molto e dopo il warm-up mi sentivo più fiducioso per la gara. La gara è stata grande! Anche se la partenza non è stata fantastica, ero abbastanza forte per fare qualcosa di buono. Da quel momento ho cercato di spingere al 100 per cento ed andare via da solo, ma purtroppo non ero abbastanza veloce per tirarmi fuori da Marquez.

lorenzo e rossi
lorenzo e rossi

segue – Ho cercato di stare tranquillo e di guidare bene, perché sentivo di avere un buon ritmo e mi sentivo bene con la moto. Alla fine ero pronto per la battaglia, ed ero pronto a fare un tentativo. Non si può desiderare per una gara meglio, credo. Questo è uno dei miei circuiti preferiti ed era dal 2009 che non vincevo qui, e questo non è stato grande per me. Quello che è successo al Mugello è stato molto triste perché ero pronto a lottare per la vittoria lì, perchè sarebbe stato fantastico. Durante l’ultima settimana ho solo pensato che dovevo provare a fare lo stesso, per arrivare pronto per la gara. Insieme con la mia squadra abbiamo fatto un ottimo lavoro e credo che questo sia il modo migliore per dimenticare i zero punti del Mugello”.

marc marquez
marc marquez

Marc Marquez, 2° posto:  “E’ stato un fine settimana difficile per tutti i piloti, ma alla fine penso che insieme abbiamo pagato un tributo a Luis Salom con la gara della Domenica, cosa che meritava. E’ stata una bella gara con Valentino. Ho sofferto un po’ con l’aumento della temperatura e non ero mai completamente a mio agio, ma ero in grado di provare il sorpasso al momento giusto. Ho avuto un paio di spaventi ed ho iniziato a fare i calcoli nella mia testa, soprattutto per la classifica sapendo che Jorge Lorenzo fuori gara, e penso che, alla fine, il podio è un risultato molto positivo per il campionato. Un’altra cosa che è importante per il motociclismo  che Valentino ed io ci siamo stretti la mano… Probabilmente era il fine settimana e la situazione giusta per farlo.”

pedrosa e la sua Honda
pedrosa e la sua Honda

Dani Pedrosa, 3° posto: “E’ stata una gara positiva. Abbiamo optato per il pneumatico posteriore intermedio e mi sono sentito più a suo agio… Neii primi giri ho cercato di non stressarlo troppo in modo da mantenerlo in buone condizioni per fine gara. Nella lotta con Maverick Viñales ho perso il contatto con il gruppo di testa, ma sono riuscito a impostare un buon ritmo e spingere. Alla fine il pneumatico posteriore era un bel po’ degradato e non c’era niente di più che ho potuto fare. Sono felice di tornare tornare sul podio, e di farlo a casa, ma d’altra parte è stato un fine settimana difficile per quello che è successo. la famiglia di Luis ha voluto continuare e abbiamo dato il nostro tutto per lui e per loro. Il minuto di silenzio, con tutti i piloti della MotoGP e tutta la sua famiglia, è stato davvero emozionante. “

la partenza del GP
la partenza del GP

Lorenzo e Iannone, dalla Race Direction punizione per Andrea in Olanda…

Jorge Lorenzo, contatto con Iannone… Prima di tutto, come ho detto ieri, tutto è secondario visto cosa è successo Venerdì. A proposito della gara, è incredibile che Iannone ha fatto di nuovo questo errore e quando l’ha fatto, invece di dire “scusa”, mi ha chiesto se ho avuto un problema al motore o qualcosa di strano era accaduto in quella angolo. Ho pensato che era colpa sua, ma ho avuto questa reazione perchè non ha chiesto subito scusa.

orenzo sfortunato per il contatto con iannone
orenzo sfortunato per il contatto con iannone

C’è sempre un pilota che non capisce i rischi che le sue azioni comportano e che possono seriamente danneggiare gli altri piloti oltre a se stesso… La Direzione Gara gli ha dato una  piccola penalizzazione e non come hanno fatto con me nel 2005, questo tipo di piloti non possono capire che devono cambiare la loro mentalità… Ecco perché penso che iniziare la gara dall’ultima posizione non sia sufficiente…”

iannone sulla griglia di partenza
iannone sulla griglia di partenza

Andrea Iannone, contatto con Lorenzo… “Mi dispiace molto per quanto è accaduto con Lorenzo perché stavo facendo una bella gara con il poco grip che avevo. Stavo guidando bene e riucivo a spingere forte, senza fare errori, tanto che stavo andando a prendere Jorge. Per quanto riguarda l’incidente, voglio solo dire che non ho potuto fare niente per evitarlo: io ho frenato nello stesso punto di tutti i giri precedenti ma lui era molto lento in quel momento e purtroppo l’ho toccato e siamo caduti entrambi. Può sembrare che io sia arrivato molto più forte e che volessi provare a superarlo ma non è andata cosi e analizzando i dati della telemetria abbiamo avuto la conferma.”

maverik vinales, progressi per lui
maverik vinales, progressi per lui

Maverick Viñales, 4° posto: “Sono contento del risultato finale della gara, anche se ho dovuto lottare verso la fine con la gomma posteriore… Sono riuscito a fare un’ottima partenza e stare vicino al gruppo di testa ed i miei giri sono stati coerenti e veloci, certo mi ci è voluto un sacco di tempo per sorpassare… Sono felice, ma è anche un peccato, perché se fossi riuscito a sorpassare prima, il mio ritmo mi avrebbe permesso di combattere per il podio. Manca ancora in grip al posteriore, abbiamo avuto a che fare con questo tipo di cosa da un po’ di tempo e lavoreremo nel test di domani… Cercheremo di di capire ancora e lavorare sul telaio evoluzione per comprendere come migliorare. Abbiamo ancora margini di miglioramento, ma nel complesso posso dire che sono contento di questo quarto posto ed è un buon modo per ricordare il mio amico Luis Salom scomparso venerdì “.

DUCATI, trasferta sfortunata con Iannone che atterra Lorenzo…

Alla fine della gara la Race Direction ha deciso di comminare una penalizzazione al pilota abruzzese che quindi partirà dall’ultima fila nel prossimo GP di Olanda, in programma ad Assen il 26 giugno.

ndrea dovizioso in staccata
ndrea dovizioso in staccata

Andrea Dovizioso 7° posto: Ovviamente non sono contento del mio risultato di oggi. In gara ho riscontrato un comportamento anomalo della gomma posteriore e stiamo facendo delle verifiche con Michelin per capire esattamente cosa è successo. La mancanza di grip si è sentita subito, fin dal primo giro, e ad un certo punto il calo della gomma è stato veramente importante e ha reso molto difficile continuare in queste condizioni. In ogni caso la nostra moto qui a Barcellona non si è dimostrata competitiva come sulle altre piste e quindi ora è importante capire cosa non ha funzionato per migliorare gli aspetti che ancora ci mancano”.

buona performance per bautista
buona performance per bautista

APRILIA, ROMANO ALBESIANO – “Un risultato importante ci stiamo avvicinando ad un buon livello…

 “Siamo davvero contenti, è stata una gara che il team e i piloti hanno gestito molto intelligentemente. Ieri in prova, anche per sfortuna – e mi riferisco alla caduta di Alvaro al termine della FP4 che lo ha costretto alla qualifica con la seconda moto – ci è mancato di conquistare una posizione di partenza che ci avrebbe consentito di finire anche più avanti. La corsa è stata una maratona basata sulla gestione ottimale delle gomme, negli ultimi otto o nove giri Alvaro girava con passo da top-5. Ci manca ancora qualcosa sul giro secco con gomme fresche, anche se non siamo male, ma il bilanciamento, l’equilibrio generale della moto, la gestione della potenza stanno arrivando a un buon livello. Questo è un risultato importante, conquistato in pista, che ci da morale. Anche Stefan ha fatto una buona gara, anche se è meno esperto di Alvaro a gestire gomme finite alla fine è andato tranquillamente a punti completando la bella prestazione di tutto il team”.

Fausto Gresini: “E’ un bellissimo risultato che il team ha costruito nel weekend. Ieri abbiamo lavorato tanto con le gomme usate per avere una moto performante in ogni fase della gara. E il gran lavoro ha pagato oggi in gara. Peccato che la scivolata di ieri abbia costretto Alvaro a correre la Q1 con la seconda moto negandogli una posizione migliore, certamente alla sua portata, che oggi poteva fargli conquistare un piazzamento ancora migliore. Anche Stefan ha corso bene ed è andato a punti e sono diversi i piloti che ci siamo lasciati dietro, oggi siamo stati bravi”.

Alvaro Bautista, 8° posto: “Sono veramente soddisfatto di questo risultato, arrivato grazie ad un grande lavoro da parte di tutto il team. Durante le prove ho avuto qualche difficoltà, la moto era instabile e ci siamo dovuti impegnare per trovare un setup che risparmiasse le gomme. Nel warm-up abbiamo deciso di aumentare il depotenziamento, quindi nei primi giri della gara vedevo che gli altri avevano un vantaggio in uscita di curva. Non mi sono innervosito, sono rimasto tranquillo confidando nella bontà del nostro lavoro. Infatti per quanto riguarda il passo le scelte si sono rivelate giuste, ho fatto tanti bei sorpassi e specialmente nella seconda metà gara riuscivo a essere davvero veloce. Peccato per la posizione di partenza, che non rispecchia assolutamente il nostro livello, purtroppo il sabato, dopo la caduta nelle FP4, non ho ritrovato il giusto feeling in qualifica. Domani proveremo su questa pista e cercheremo di continuare la nostra crescita, col pensiero già rivolto ad Assen dove troveremo caratteristiche molto diverse”.

bradl in gara
bradl in gara

Stefan Bradl:  “Abbiamo raggiunto un buon risultato in condizioni non facili, ma non posso essere totalmente soddisfatto. Abbiamo infatti perso molti secondi rispetto ad Alvaro, mentre solitamente il nostro ritmo è piuttosto simile. Ora dobbiamo indagare su questo aspetto in vista delle prossime gare, il lato positivo è che l’unico a superarmi in gara è stato proprio il mio compagno di squadra. Abbiamo capito che in queste condizioni, dove la gestione delle gomme fa la differenza, ogni minima modifica condiziona pesantemente il comportamento della moto. Utilizzeremo i test di domani per approfondire questa situazione e avere le idee più chiare nelle prossime gare”.

COSI’ AL TRAGUARDO

1 Valentino ROSSI Movistar Yamaha MotoGP – 44’37.589

2 Marc MARQUEZ Repsol Honda Team – 44’40.241 + 2.652

3 Dani PEDROSA Repsol Honda Team – 44’43.902 + 6.313

4 Maverick VIÑALES Team SUZUKI ECSTAR – 45’01.977 + 24.388

5 Pol ESPARGARO Monster Yamaha Tech 3 – 45’07.135 + 29.546

6 Cal CRUTCHLOW LCR Honda – 45’13.833 + 36.244

7 Andrea DOVIZIOSO Ducati Team – 45’19.053 + 41.464

8 Alvaro BAUTISTA Aprilia Racing Team Gresini – 45’20.564 + 42.975

9 Danilo PETRUCCI OCTO Pramac Yakhnich – 45’22.926 + 45.337

10 Hector BARBERA Avintia Racing – 45’24.258 + 46.669

il pubblico per valentino
il pubblico per valentino

COSI’ LA CLASSIFICA

1 Marc Marquez Honda 125    

2 Jorge Lorenzo Yamaha 115

3 Valentino Rossi Yamaha 103

4 Dani Pedrosa Honda  82

5 Maverick Vinales Suzuki 72

6 Pol Espargaro Yamaha 59

7 Aleix Espargaro Suzuki 49

8 Hector Barbera Ducati 49

9 Andrea Dovizioso Ducati 43

10 Andrea Iannone Ducati 41

yachtsynergy ADV bottom