GP originale nei contenuti con doppia partenza, Michelin che si scusa, meteo anomalo e Marquez che vince. Lorenzo out ma Rossi secondo sul podio e c’è fermento sul mercato piloti…

Questa gara si commenta da sola. E’ stato un fine settimana alquanto particolare, condizionato dal meteo ma soprattutto dalle gomme, da qualche rischio di troppo per Scott Redding, dalla decisione di correre due gare, “strategia” messa a punto tra Michelin e Dorna per la sicurezza dei piloti, ma, soprattutto, dal bel duello Rossi/Marquez e dal (incolpevole) contatto tra Dovizioso e Iannone.

MotoGP 2016, Argentina, Marc Marquez
MotoGP 2016, Argentina, Marc Marquez

Ma le emozioni non sono finite qui, perchè nei box si parla anche di altro. Si parla di un sempre più probabile Jorge Lorenzo alla Ducati, di Maverik Vinales alla Yamaha e di Andrea Dovizioso che potrebbe approdare alla Suzuki. Mercato in fermento quindi ed una gara, quella Argentina, che ha visto Valentino Rossi sul podio ma soprattutto un Marc Marquez vincitore di forza del GP.

MotoGP 2016, Argentina, prima del via...
MotoGP 2016, Argentina, prima del via…

Ma è bello scoprire che anche Aprilia ha acciuffato un primo segnale positivo con il settimo posto di Bradl, segno che la strada è quella giusta, così come nella lista dei “bravi” arrivano anche Barbera e Laverty, ovvero due Ducati…

IL COMMENTO MICHELIN DOPOGARA

Nicolas Goubert – Vice Direttore e Direttore Tecnico Responsabile del programma MotoGP: “Vorrei innanzitutto ringraziare Dorna, IRTA e tutte le squadre per la comprensione e l’assistenza in quella che è stata una due giorni molto impegnativa per noi. La decisione che abbiamo preso con il Race Control, con l’introduzione di ieri sera del pneumatico extra, si è rivelata quella giusta per la sicurezza del pilota. Inoltre, la modifica del programma gara al fine di ospitare un’altra sessione di gara, è stata la soluzione migliore. Purtroppo il meteo è stato variabile e abbiamo dovuto fare ulteriori piani alternativi. Come sempre la sicurezza del pilota è la nostra preoccupazione fondamentale e abbiamo voluto fare tutto quanto in nostro potere per fare in modo che la gara di questo pomeriggio potesse svolgersi senza incidenti”.

MotoGP 2016, Argentina, podio Marquez, Rossi, Pedrosa
MotoGP 2016, Argentina, podio Marquez, Rossi, Pedrosa

Piero Taramasso – Responsabile delle due ruote Motorsport Gruppo: “Questo è stato un weekend molto difficile per noi, ma fa tutto parte del processo di apprendimento. Dobbiamo prendere tutte le informazioni e gli aspetti positivi da quella che alla fine è stata una buona gara e andare avanti. Ora andiamo in Texas ad Austin, che è ancora un’altra pista completamente nuova, ma siamo pronti per il compito che ci attende e faremo tutto il possibile per garantire una corsa sicura e competitiva per tutti”.

DOPOGARA: LA PAROLA AI PILOTI

Marc Marquez, 1° posto: “Sono molto contento di questa vittoria perché abbiamo lavorato molto, molto duramente durante la pre-stagione in Qatar e qui. Honda sta lavorando molto bene e sento tutto il loro sostegno. Stiamo andando nella stessa direzione, e questa è la cosa più importante.

MotoGP Argentina, Marc Marquez
MotoGP Argentina, Marc Marquez

– segue – E’ una vittoria speciale, non solo perché è la prima dell’anno, ma anche perché con la squadra, siamo riusciti a gestire le cose molto bene dopo quello che è successo in Australia ed in un’occasione simile nel 2013, ed è stato importante per noi fare bene. Sapevo che la prima parte di gara sarebbe stata dura perché la pista era ancora umida in alcuni punti e la prima moto non l’avevo sentita bene come l’altra. E questo anche durante le prove. Sapevo che la seconda parte di gara sarebbe stata risolutiva però. Ho spinto al 100% nei primi cinque giri e dopo il cambio moto, ho aperto un varco ed ho continuato ad aumentare la distanza”.

MotoGP Argentina, Valentino Rossi
MotoGP Argentina, Valentino Rossi

Valentino Rossi, 2° posto: “Sono stato molto felice di correre la seconda parte della gara perché ero in grado di duellare con Marquez, ma con la seconda moto ho avuto grossi problemi con la gomma posteriore, non ho avuto feeling e non riuscivo a gestirla in frenata. Le condizioni erano molto difficili dopo la pioggia di sabato e siamo tornati dove eravamo il venerdì, quando lottavamo un bel po’ con la nostra moto… Questi 20 punti sono molto importanti e sono molto felice per me, per Yamaha e tutta la squadra perché è il primo podio della stagione, ed è un buon risultato. Stavo spingendo ed ero molto vicino al limite. Iannone mi ha superato un po’ troppo aggressivo e in quel punto la sua azione era troppo forte ed era impossibile superarlo così sono andato largo e mi ha passato. Mi sono detto: “Ora cosa succede?” Ho provato a contrattaccare, ma non avevo abbastanza aderenza e velocità per tentare l’attacco, così sono rimasto dietro di lui e quando ho visto che Iannone, cercando di migliorare la sua posizione e passare Dovizioso, lo ha toccato, sono stato molto fortunato nell’arrivare al secondo posto”.

MotoGP 2016, Argentina, Dani Pedrosa
MotoGP 2016, Argentina, Dani Pedrosa

Dani Pedrosa, 3° posto: “Ho avuto una buona partenza ma qualcuno, non so chi,  mi è venuto quasi addosso nel primo turno e sono dovuto andare largo per evitarlo. Se avessi mantenuto la mia linea, di sicuro sarei caduto, così sono andato verso la via di fuga e poi mi sono trovato in mezzo al gruppo. E’ stato molto difficile perché le linea era abbastanza folle, e, naturalmente, ho perso un sacco di terreno. In ogni caso, il mio passo non era buono, e questo è deludente, ma ho cercato di mantenere la mia posizione per tutta la gara. Infine, questo è stato forse il giorno più fortunato della mia carriera, visto che molti piloti sono caduti davanti a me e sono stato in grado di prendere il terzo posto. L’anno scorso non ero nemmeno qui, quindi è positivo essere sul podio questa volta. In ogni caso, dobbiamo guardare avanti e continuare a lavorare duramente per migliorare la moto e questo per essere più veloci”.

Laverty, MotoGP Argentina 2016
Laverty, MotoGP Argentina 2016

Eugene Laverty, 4° posto: “L’ultimo giro è stato qualcosa di speciale! Credo di aver iniziato in ottava posizione e finito in quarta, è stata una gara incredibile, una gara fatta di due parti, perché come tutti dovevamo cambiare la moto. La pista era un po’ meglio sulla seconda uscita, ma sono dovuto entrare con calma perché non avevo grip al posteriore rispetto agli altri piloti… Così ho spinto su la gomma anteriore per mantenere un buon ritmo. Dopo i problemi avuto nei test di prestagione non posso chiedere di più dei tredici punti presi alla seconda gara della stagione. L’anno scorso sono riuscito a prenderne nove su tutto il campionato e quindi ottenerne tredici in una gara è una grande ricompensa per me e per la squadra, che ha mantenuto la fiducia in me, lasciandomi lavorare sereno nei test. Ci è voluto un po’ per riconquistare la mia fiducia, ma oggi sento che sono dove dovremmo essere e voglio ringraziare tutta la squadra per i loro sforzi.”

MotoGP 2016, Argentina, Barbera
MotoGP 2016, Argentina, Barbera

Hector Barbera, 5° posto: “Sono molto felice perché nel complesso il fine settimana è stato molto strano, ma il lavoro alla fine paga sempre. Questa mattina mi sentivo molto bene ma la gara si è svolta nelle condizioni peggiori per me. Con la pista mezza asciutto e mezza bagnata, sapevo che sarebbe stata una gara difficile. Il mio tecnico mi ha detto di provare e l’ho ascoltato…. Ho iniziato a credere di più in me stesso e mi sono sentito più a mio agio per il combattimento, prima con il mio compagno di squadra, Loris e poi con Pol. All’ultimo giro Laverty ha preso la mia quarta posizione per poco. Ma dopo tutto il fine settimana questa quinto posto alla fine mi soddisfa.”

LORENZO, DOVIZIOSO E IANNONE, I GRANDI DELUSI…

Jorge Lorenzo, fine settimana da dimenticare… “E’ stato un weekend da dimenticare. Abbiamo avuto problemi durante le sessioni di prove e alla fine abbiamo ottenuto una prima fila in qualifica ed era un buon inizio, ma con queste condizioni e le zone umide in alcune curve non era facile guidare.

MotoGP 2016, Argentina, Lorenzo out
MotoGP 2016, Argentina, Lorenzo out

– segue – Credo che è solo stata colpa mia. Come pilota non mi sentivo abbastanza a  mio agio per rimanere nel primo gruppo e li ho visti rischiare molto tutti… Ho fatto un errore alla prima curva, che era la più complicata ed umida, sono andato in un po’ troppo largo su questo particolare giro ed ho perso l’anteriore Si tratta di corse… a volte si vince, a volte si perde. Bisogna accettarlo e pensare positivo, solo dimenticare questa gara e pensare al futuro”.

MotoGP 2016, Argentina, Andrea Dovizioso al cambio moto
MotoGP 2016, Argentina, Andrea Dovizioso al cambio moto

Andrea Dovizioso, 13° posto:“Sono molto deluso perché avevamo fatto una bellissima gara nonostante un weekend complicato per tutti. Nelle qualifiche eravamo andati bene, in gara ero davanti e secondo me la nostra strategia era buona. Anche il cambio moto l’ho fatto nel momento giusto, restando fuori un giro in più e recuperando qualche secondo. Negli ultimi giri ero un po’ in crisi, ma siamo riusciti a riprendere Valentino, e ho provato a chiudere tutte le porte nel corso dell’ultimo giro. Alla penultima curva però purtroppo è successo quello che tutti hanno visto ed ho perso un secondo posto sicuro. Guardiamo però il lato positivo: eravamo veloci anche qui in Argentina e, se fossi riuscito a terminare la mia gara, adesso saremmo secondi in campionato a un punto di Marquez.”

Andrea Iannone, MotoGP 2016 Argewntina
Andrea Iannone, MotoGP 2016 Argewntina

Andrea Iannone, ritirato: “Anche se non ero riuscito a partire bene stavo facendo una bella gara: potevo essere sicuramente più veloce all’inizio, ma quando ho cambiato moto sono ripartito con un ritmo migliore rispetto ai piloti davanti a me, e sono riuscito a superare Rossi due o tre volte, fino a quando Andrea ci ha passato di nuovo nel corso dell’ultimo giro. Quando sono arrivato alla penultima curva ho perso l’anteriore ed ho coinvolto Dovizioso nella mia caduta. Purtroppo è andata così e mi dispiace molto per il mio team, per Andrea e per tutta la Ducati perché sicuramente un podio con entrambi i piloti del Ducati Team sarebbe stato un risultato eccezionale.”

SEGNALI POSITIVI PER APRILIA…

ROMANO ALBESIANO – Responsabile Aprilia Racing: “È stato per noi un weekend ricco di segnali incoraggianti. Dal punto di vista della prestazione, la prima parte di gara di Alvaro è stata decisamente positiva. Poi la scivolata in pista e l’incidente nel cambio moto hanno ovviamente pregiudicato un po’ la sua gara. Il piazzamento di Stefan è frutto di una ottima gestione di gara, in condizioni come quelle odierne è facile fare errori. Oltre al risultato quello che mi conforta è la crescita dimostrata in questo weekend, non ci illudiamo ma sappiamo di poter migliorare ancora”.

MotoGP 2016, Aprilia Racing
MotoGP 2016, Aprilia Racing

Fausto Gresini: “Il risultato è una bella sorpresa ma siamo stati costantemente veloci. Stefan ha fatto un gran risultato e Alvaro senza le due scivolate poteva migliorare ancora la sua posizione. Oggi abbiamo raccolto molti dati e individuato molte aree in cui possiamo migliorare. Peccato per quanto successo ad Alvaro al cambio moto, dovremo comunque discuterne con l’organizzazione, la troppa fretta va a discapito della sicurezza”.

Aprilia Racing, MotoGP 2016 Argentina, Bradl settimo
Aprilia Racing, MotoGP 2016 Argentina, Bradl settimo

Stefan Bradl, posto: “Un risultato fantastico per Aprilia, per il team e per me. La prima gara con la RS-GP 2016 non era stata particolarmente fortunata, oggi ci siamo riscattati. In queste circostanze difficili abbiamo fatto un ottimo lavoro, anche la strategia di fermarsi subito per cambiare moto si è rivelata la più corretta. Abbiamo guadagnato qualche posizione proprio nel pit-stop, e sono riuscito ad essere subito veloce con la seconda moto. Non era comunque facile restare in pista, c’erano chiazze di umido ovunque, ho rischiato un paio di volte quindi ho deciso di abbassare il mio ritmo per non cadere. Lo pneumatico posteriore della seconda moto oltretutto non mi dava lo stesso feeling, quindi non potevo spingere di più. Complimenti ad Aprilia e ai ragazzi del mio team, è stata davvero una gara incredibile”.

COSI’ AL TRAGUARDO IN ARGENTINA

1 MARQUEZ Marc Repsol Honda Team     Honda

2 ROSSI Valentino Movistar Yamaha MotoGP Yamaha

3 PEDROSA Dani Repsol Honda Team      Honda

4 LAVERTY Eugene Aspar MotoGP Team Ducati

5 BARBERA Hector Avintia Racing Ducati

6 ESPARGARO Pol Monster Yamaha Tech 3 Yamaha

7 BRADL StefaN Aprilia Racing Team Gresini Aprilia

8 SMITH Bradley Monster Yamaha Tech 3 Yamaha

9 RABAT Tito Estrella Galicia Marc VDS Honda

10 BAUTISTA Alvaro Aprilia Racing Team Gresini  Aprilia

11 ESPARGARO Aleix Team Suzuki Ecstar Suzuki

12 PIRRO Michele Ducati Team Ducati

13 DOVIZIOSO Andrea Ducati Team Ducati

14 IANNONE Andrea            Ducati Team   Ducati

Valentino Rossi Argentina MotoGP 2016
Valentino Rossi Argentina MotoGP 2016

CLASSIFICA CAMPIONATO

1          MARQUEZ Marc       93        SPA    41        Repsol Honda Team Honda

2          ROSSI Valentino        46        ITA      33      Movistar Yamaha MotoGP Yamaha

3          PEDROSA Dani        26        SPA    27         Repsol Honda Team Honda

4          LORENZO Jorge       99        SPA    25        Movistar Yamaha MotoGP Yamaha

5          DOVIZIOSO Andrea    4        ITA      23      Ducati Team Ducati

6          ESPARGARO Pol     44        SPA    19        Monster Yamaha Tech 3 Yamaha

7          BARBERA Hector       8        SPA    18        Avintia Racing Ducati

8          LAVERTY Eugene     50        IRE      17     Aspar MotoGP Team Ducati

9          SMITH Bradley          38        GBR    16     Monster Yamaha Tech 3 Yamaha

10        VINALES Maverick   25        SPA    10      Team Suzuki Ecstar Suzuki

11        ESPARGARO Aleix  41        SPA    10         Team Suzuki Ecstar Suzuki

12        BRADL Stefan             6        GER    9          Aprilia Racing Team Gresini Aprilia

13        BAUTISTA Alvaro      19        SPA    9          Aprilia Racing Team Gresini Aprilia

14        RABAT Tito                53        SPA    8          Estrella Galicia 0,0 Marc VDS Honda

15        REDDING Scott        45        GBR    6          Octo Pramac Racing Ducati

16        PIRRO Michele          51        ITA      4          Ducati Team Ducati

17        MILLER Jack             43        AUS    2          Estrella Galicia Marc VDS Honda