Presentati a Misano i monomarca Yamaha/AG Motorsport Italia, motori già caldissimi e griglie di partenza pronte per accogliere i protagonisti 2016 di R125 Cup e R3 Cup…

Nei giorni scorsi, entrambi i monomarca, che costituiscono una vera e propria occasione di crescita agonistica per numerosi giovani piloti, hanno preso il via con le tradizionali giornate di presentazione e i primi giri in pista rispettivamente della più piccola “R” giapponese e della nuova YZF-R3.

AG Motorsport 2016, Trofei Yamaha
AG Motorsport 2016, Trofei Yamaha

Tutto questo dopo la data del 13 marzo – presso il Circuito di Modena – dove si sono ritrovati i 27 iscritti, tra veterani e nuove leve, che si sfideranno nell’ottava edizione della Yamaha R125 Cup, per una giornata caratterizzata da sessioni in pista con i tutor di AG Motorsport Italia e lezioni di teoria in aula.

La R3 sarà protagonista nella nuova SP 4T
La R3 sarà protagonista nella nuova SP 4T

La stagione 2016 si preannuncia, come in passato, ricca di colpi di scena con le YZF-R125 kittate 180 cm3 con propulsore Malossi alla ricerca di nuovi record considerando che già durante la presentazione, con clima freddo, è stato battuto quello di Cristian Di Lonardo, campione 2014. Il trofeo, che partirà il 16 aprile dal circuito di Varano e terminerà a fine a settembre 2016, ha in calendario 5 round di cui 4 con doppia gara e Vallelunga con corsa singola, ma su tracciato lungo:

IL CALENDARIO DEI TROFEI YAMAHA

16-17 aprile – Circuito di Varano (doppia gara)

7-8 maggio – Circuito di Cervesina (doppia gara)

18-19 giugno – Circuito di Sarno (doppia gara)

16-17 luglio – Circuito di Vallelunga (gara unica su tracciato lungo)

24-25 settembre – Circuito di Adria (doppia gara)

yachtsynergy ADV bottom
Articolo precedenteSPIDI PRESENTA LA GIACCA EVORIDER TEX
Articolo successivoMOTO GP: MARQUEZ VINCE, ROSSI PODIO…
Andrea Di Marcantonio
“Non è facile racchiudere quasi trent’anni di passione in poche righe. Lo è invece quello stimolo quotidiano e continuo che mi porta in sella alle moto ed a bordo delle quattro ruote, su strada quanto in pista. Senza dimenticare tutto ciò che compone il mondo dei motori, un mondo dalle mille sfaccettature… Ed è proprio questa passione che alimenta e mi fa “capire” ed “interpretare” i veicoli che provo in una chiave di lettura tecnica e completa oltre che diversa. Punto sulla qualità e l’approfondimento testuale e sull’impatto fotografico delle prove e questo da sempre. Al mio fianco Giuseppe Cardillo e Leonardo Di Giacobbe, fotografi ma, soprattutto, “compagni di viaggio” in questa avventura che parla di performance. Un modo diverso di raccontare le cose, un modo originale nella ricerca delle location: tutto questo sono io ed è ciò che sono per offrire una lettura più dinamica e coinvolgente. PERFORMANCEMAG.IT è tutto questo!”