Il pilota Repsol Honda ha lasciato l’Ospedale Universitario Dexeus Quirón , dove gli è stata tolta una placca e 13 viti dalla sua clavicola destra, intervento eseguito dal Dott. Xavier Mir…

In seguito alla conclusione della stagione 2013 ed i primi giorni di test con il prototipo 2014 Dani Pedrosa ha usato la breve pausa del suo programma per sottoporsi ad un intervento chirurgico a Barcellona. Il pilota Honda è stato operato con successo in una procedura di rimozione dei materiali di osteosintesi inseriti sulla sua clavicola destra nel 2011.

L’intervento ha avuto luogo presso l’Ospedale Universitario Quirón Dexeus, ed è stata effettuata dal Dott. Xavier Mir, Direttore del Reparto di Microchirurgia e Chirurgia presso la struttura spagnola. Dopo la rimozione della piastra metallica e delle tredici viti, Dani è stato dimesso dall’ospedale, sarà inattivo per due settimane, prima di iniziare un programma di recupero funzionale.

“Ho subito un intervento chirurgico per rimuovere la placca e le tredici viti dalla mia clavicola destra per l’intervento subito nel 2011. Dovremo aspettare qualche giorno per vedere come tutto si sviluppa e, soprattutto , avere un po’ di tempo. Ecco perché ho ​​scelto questa pausa del nostro programma agonistico per sottoporsi all’operazione. Ora ho bisogno di riposare , ma non vedo l’ora di essere pienamente recuperato”.

yachtsynergy ADV bottom
Articolo precedenteHONDA AL SALONE DI TOKIO CON 3 NEWS
Articolo successivoSUPERMOTO SIC DAY: MANCA POCHISSIMO
Andrea Di Marcantonio
“Non è facile racchiudere quasi trent’anni di passione in poche righe. Lo è invece quello stimolo quotidiano e continuo che mi porta in sella alle moto ed a bordo delle quattro ruote, su strada quanto in pista. Senza dimenticare tutto ciò che compone il mondo dei motori, un mondo dalle mille sfaccettature… Ed è proprio questa passione che alimenta e mi fa “capire” ed “interpretare” i veicoli che provo in una chiave di lettura tecnica e completa oltre che diversa. Punto sulla qualità e l’approfondimento testuale e sull’impatto fotografico delle prove e questo da sempre. Al mio fianco Giuseppe Cardillo e Leonardo Di Giacobbe, fotografi ma, soprattutto, “compagni di viaggio” in questa avventura che parla di performance. Un modo diverso di raccontare le cose, un modo originale nella ricerca delle location: tutto questo sono io ed è ciò che sono per offrire una lettura più dinamica e coinvolgente. PERFORMANCEMAG.IT è tutto questo!”