La MV Agusta F3 675, dopo il podio di Magny Cours, si conferma ai vertici della SuperSport con un altro terzo posto portato a casa da Roberto Rolfo…

Questo risultato ha permesso al pilota italiano di conquistare il sesto posto assoluto nella classifica finale del campionato. Rolfo è stato autore di una gara ottima: dopo aver lottato a lungo per la leadership, ha difeso con successo la terza posizione, salendo sul podio insieme al campione del mondo della categoria Sam Lowes e al vicecampione Kenan Sofuoglu. Christian Iddon, anche lui velocissimo nelle prime fasi di gara, è stato costretto al rientro ai box mentre era in quarta posizione, alle spalle del suo compagno di squadra.

I due piloti hanno dimostrato l’elevata competitività della F3 durante la sua prima stagione: MV Agusta, al suo debutto mondiale con la F3 675, ha conquistato infatti 3 podi, 123 punti nella classifica piloti e il quarto posto nella classifica costruttori. Giovanni Castiglioni, Presidente di MV Agusta, ha commentato così il podio: “Sono molto soddisfatto di come sia finito questo primo campionato. Stiamo lavorando su scelte tecniche che potranno migliorare ulteriormente la competitività della nostra moto. Il prossimo anno il nostro impegno nelle corse sarà ancora maggiore.”

yachtsynergy ADV bottom
Articolo precedenteGIORNATA STRANA IERI PER LA MOTO GP
Articolo successivoVESPA 946: DEBUTTO A NEW YORK
Andrea Di Marcantonio
“Non è facile racchiudere quasi trent’anni di passione in poche righe. Lo è invece quello stimolo quotidiano e continuo che mi porta in sella alle moto ed a bordo delle quattro ruote, su strada quanto in pista. Senza dimenticare tutto ciò che compone il mondo dei motori, un mondo dalle mille sfaccettature… Ed è proprio questa passione che alimenta e mi fa “capire” ed “interpretare” i veicoli che provo in una chiave di lettura tecnica e completa oltre che diversa. Punto sulla qualità e l’approfondimento testuale e sull’impatto fotografico delle prove e questo da sempre. Al mio fianco Giuseppe Cardillo e Leonardo Di Giacobbe, fotografi ma, soprattutto, “compagni di viaggio” in questa avventura che parla di performance. Un modo diverso di raccontare le cose, un modo originale nella ricerca delle location: tutto questo sono io ed è ciò che sono per offrire una lettura più dinamica e coinvolgente. PERFORMANCEMAG.IT è tutto questo!”