Peugeot ha saputo conferire ai propri modelli uno stile unico e spiccatamente personale. Il nuovo SUV 2008 ne è la conferma

È un qualcosa che va ben oltre un veicolo ma, piuttosto, guidare la new generation Peugeot può considerarsi un’innovativa esperienza di guida. Dove ogni senso è coinvolto ed “accudito” da veicoli pratici, da design accoglienti e ben insonorizzati, capaci di performance sorprendenti.

nuova-PUEGEOT-2008-performancemag.it

La Nuova Generation del SUV 2008 quindi (prodotto sia in Spagna a Vigo che in Cina a Wuhan per quel mercato), rispecchia in pieno la totalità della “formula vincente” Peugeot, che tiene conto delle molteplici esigenze di guida.

Caratteristiche forti ed evidenti che prendono vita dalla maggiore muscolosità elegante oltre che da dimensioni utili 100% che celano una tecnologia raffinata come ad esempio i-Cockpit 3D. Le performance pure sono invece affidate a tre livelli di propulsori benzina turbo, al Diesel oltre che alla 100% elettrica.

A mio avviso, Nuovo 2008 è un autentico “contributo” al mercato, perché è un SUV fortemente originale e plasmato dall’innovazione estetica, funzionale e con occhi che guardano dentro la sostenibilità ed al futuro dell’auto.

nuova-PUEGEOT-2008-performancemag.it

Bello fuori, aria muscolosa ed aggressiva

Le linee sono decise in un perfetto mix di equilibrio: il grande parabrezza, ampio ed aerodinamico, si fonde con il cofano scolpito ed orizzontale con ampie nervature oltre che con una calandra verticalizzata per poi offrire grande attenzione alle fiancate scolpite, grazie pure ai passaruota allargati (ruote di elevato diametro da 690 mm e cerchi da 18”, oggi più leggeri di ben 4 kg). Piace la tagliente fascia luminosa LED che occupa per intero l’altezza dello scudo legato al paraurti anteriore.

Molte delle forme particolari sono merito di una tecnica di lavorazione nel quale una lamiere viene deformata plasticamente assumendo così forma scatolata, come se fosse metallo. La nostra 2008 era in versione GT Line, che evidenzia i tratti bicolor della carrozzeria ed interno cielo abitacolo in nero Black Diamond.

nuova-PUEGEOT-2008-performancemag.it

Quest’ultima versione è equipaggiata con doppio terminale di scarico ma, soprattutto, due motorizzazioni benzina turbo Pure Tech da 130 e 150 CV o dal Diesel HDi 130 EAT8. La vettura in prova sfoggia il nuovissimo colore Orange Fusion, la nuova tinta metallizzata per il SUV 2008.

nuova-PEUGEOT-2008-performancemag.it

Anche dentro tanto comfort ed originalità

All’interno c’è spazio per la fantasia assoluta: decorazioni leggere in plancia con inserti arancione o blu sulla versione Active, tanta allegria per le versioni Allure, dotate di interni TEP e tessuto dalle cuciture blu e massima dinamicità sulla GT Line che, a fronte di un’atmosfera più scura, propone elementi di colore verde Adamite.

Sulle versioni GT ed e-2008 ci sono l’Alcantara, la pelle ed i tessuti mentre sull’elettrica l’ambiente esalta il Grigio Greval con impunture blu e verde. Su GT Line e GT troviamo infine decorazioni luminose in ben 8 colori selezionabili dal touch-screen con zone retroilluminate per plancia e pannelli delle porte.

nuova-PEUGEOT-2008-performancemag.it

Nuova piattaforma CMP

Questa nuova piattaforma ha reso l’abitabilità di livello superiore, specie se riferita alle sedute posteriori: nuovo 2008 è lungo 4,30 mt. ed ha un passo di 2,60 mt. e un volume del vano bagagli di 434 lt; queste quote valgono per tutta la gamma 2008, elettrica compresa. C’è un pianale a due posizioni che permette, a divano posteriore abbassato, di rendere praticamente piatto il pavimento della vettura.

Molti i vani per stivare quanto più possibile: da quelli sulle porte e nel vano anteriore portaoggetti, scopriamo il grande vano sotto al bracciolo anteriore, quello posizionato davanti alla leva cambio e quello sistemato nella zona inferiore della consolle centrale, area dove sono alloggiate le prese ricarica/induzione per lo smartphone.

Lo sportello di copertura del vano poi, consente il posizionamento verticale/orizzontale dello smartphone. C’è poi il grande tetto vetrato opzionale, direi irrinunciabile se pensiamo al viaggio…

Due parole su i-Cockpit® e sulla sicurezza

È assolutamente vero che rivoluziona il concetto classico del posto determinando anche una nuova ergonomia di guida. La sintesi di questa sigla prevede: volante compatto, per una maggiore maneggevolezza ed un maggior controllo del veicolo, grande touch-screen HD da 10” a centro plancia a portata di mano e di occhio, innovativo head-up Digital display 3D con due livelli di visione delle informazioni, visibile direttamente sopra la corona del volante e non attraverso come nelle automobili tradizionali.

nuova-PEUGEOT-2008-performancemag.it

Gli aiuti alla guida sono i tratti più tecnologici del SUV francese: sono previsti il Drive Assist a 2 livelli con Lane Assist e Adaptive Cruise Control con funzione Stop&Go, il Park Assist, Active Safety Brake, l’Active Lane Departure Warning, il Driver Attention Alert, l’High Beam Assist, l’Extended Traffic Sign Recognition, lo Speed Limit Detection, l’Active Blind Corner Assist ed il freno di stazionamento elettronico. Previsti tutti i protocolli di connessione, MirrorLink Apple CarPlay e Android Auto mentre ci sono fino a 4 prese USB, di cui le posteriori USB-C.

nuova-PEUGEOT-2008-performancemag.it

SUV “vitaminizzato”

Tre sono i Mode di guida: ECO, NORMAL e SPORT a cui si aggiungono l’Advanced Grip Control, ovvero massima trazione su ogni fondo, a cui si abbina ‘Hill Assist Descent Control o HADC. Ed a proposito della massima efficienza, la cura aerodinamica prevede il pianale carenato, prese aria pilotate per tutte le motorizzazioni e cerchi in lega dotati di orienta flusso. Tutto questo si trasforma in un Cx molto basso e quindi a favore di silenziosità di guida, prestazioni ed ottimizzazione dei consumi.

Cinque motorizzazioni più un’elettrica, una gamma completa e matura

Sono tutte da 1.119 cc EURO6 le motorizzazioni che equipaggiano nuova Peugeot 2008: al cambio EAT8 per alcune versioni, scopriamo i tre cilindri PureTech turbo (foto sotto) da 100, 130 e 155 CV, la prima dotata di cambio manuale a 6 marce, la seconda e la terza disponibili sia con cambio manuale che automatico EAT a 8 rapporti. Per i Diesel invece, troviamo i quattro cilindri Blue HDi da 100 e 130 CV, il primo co cambio manuale 6 marce, il secondo disponibile con entrambi le trasmissioni.

nuova-PEUGEOT-2008-performancemag.it

Per l’elettrico, infine, c’è un motore sincrono a magneti permanenti che eroga 136 CV con coppia costante di 260 Nm mentre la batteria da 50 kWh assicura un’autonomia di 320 km ciclo WLTP ed è garantita 8 anni o 160.000 km.

Per la ricarica da Wallbox ci vogliono 5 ore e 15’ con cavo opzionale da 22 kW mentre da colonnina pubblica da 100 kW, ci vogliono solo 30’ per ottenere l’80% di carica, questo in virtù del raffreddamento a liquido di cui il pacco batterie è dotato. A questo ai aggiungono l’impianto di riscaldamento da 5 kW per l’abitacolo, la pompa di calore automatica, i sedili riscaldati ed un pre-condizionamento programmabile dal touch-screen con App MyPeugeot direttamente dal proprio smartphone.

nuova-PEUGEOT-2008-performancemag.it

COME VA: un viaggio sopra al silenzio

Già da fuori il SUV 2008 piace e convince sia per le proporzioni quanto perché fa intuire tutto il grande lavoro che Peugeot ha portato avanti in questi ultimi anni. Le linee esterne sono taglienti ed aggressive ma con un grande equilibrio che avvolge l’intero SUV francese. Gli interni sono piacevoli da toccare, specie su questa GT Line ed il grande salto in avanti sui materiali segna la differenza e crea un varco sul resto della concorrenza.

Le sedute sono molto accoglienti e comode, l’abitabilità è eccellente così come l’aver pensato lo spazio quale una dimensione più autentica per gli occupanti; viaggio a portata di mano per la presenza del tetto vetrato e panoramico, per quel i-Cockpit così futuristico quanto pratico oltre che per un volante piccolo e che rende ogni manovra un’esperienza rapida oltre che ultra-funzionale.

nuova-PEUGEOT-2008-performancemag.it

Non nascondo il mio entusiasmo per questo nuovo 2008, SUV completo, accessibile, comodo, perfettamente insonorizzato al punto che, quando i finestrini sono chiusi, è solo il viaggio a rendere “rumoroso di entusiasmo” l’abitacolo. Questo punto credo sia centrale: l’aver reso così silenzioso questo SUV, significa aver messo a punto un’idea più ampia che rende piacevole ed assoluta l’esperienza di guida.

Ogni cosa che serve alla guida è sempre lì a portata di mano: dal selettore a pulsante del Mode di guida, fino alla leva del cambio ergonomica, passando per un cockpit sempre perfettamente allineato, fino al parabrezza ampio e che invita a scoprire lo scenario che si anima davanti ed attorno alla vettura. L’ottima insonorizzazione, curata nei dettagli si sente, offre massimo comfort per tutti gli occupanti così come le sospensioni sono ora molto più “allineate” con ciò che serve per rendere più piacevole e vivibile ogni spostamento.

nuova-PEUGEOT-2008-performancemag.it

In città si apprezza l’ottima elasticità del tre cilindri EAT8: questo della GT Line è il 155 CV, il più potente del lotto PureTech. Sorprende la fluidità di guida che si incastra perfettamente con il funzionamento morbido e molto preciso del cambio automatico EAT8. Fin da 1500 giri, questo 1.2 turbo mostra carattere e tonicità e questo anche in Mode ECO; già a 2000 giri si avverte un tiro più tonico che mostra sempre più grinta a partire dai 3500 giri. Ottimo funzionamento quindi ai bassi regimi pieni e vigorosi che rendono questa GT Line un vero plus se parliamo di saper mostrare i denti quando serve.

È un motore che gira tondo e liscio, nessun turbo-lag, nessun buco ai regimi intermedi ma sempre un sacco di coppia a disposizione e che invita ad accelerazioni di potenza anche quando la marcia inserita è quella alta. Ai medi regimi tra 3500 e 5000 giri piace quel guizzo di felinità, elemento che si rivela utile nella guida sportiva o nell’affrontare un sorpasso; a tale proposito, la ripresa è davvero eccellente così come lo “stacco” da fermi.

nuova-PEUGEOT-2008-performancemag.it

Il tre cilindri Peugeot quindi, oltre ad essere particolarmente silenzioso, vibra zero ed è capace di performance di tutto rispetto in rapporto alla cubatura. Eccellenti i consumi che non si discostano di molto da quelli dichiarati. I tre Mode di guida spaziano dal “taglio di potenza” del Mode ECO alla massima accelerazione/ripresa del Mode Sport, mentre quello Normal accontenterà chi guida spesso in ambito cittadino per avere una buona accelerazione, una cambiata rapida e consumi decisamente contenuti.

Questa nuova piattaforma dicevo, rende questa 2008 molto più matura in ottica SUV: il perfetto isolamento acustico, l’ottimo studio aerodinamico sopra e sotto la vettura, lo rendono anche divertente da guidare su strada, in città o su strade più “guidate”. Poco rumore aerodinamico nel primo caso, massima libertà di azione nel secondo, magari guidando 2008 su un percorso che sale in quota tra tornanti e vigorosa ripresa.

nuova-PEUGEOT-2008-performancemag.it

Le sospensioni sono tarate sul morbido/duro e quindi, nel primo tratto di corsa, gli elementi ammortizzanti fanno bene il loro lavoro mentre in compressione ho notato un buon compromesso tra risposta e comfort. Nella fase finale di escursione invece, ho notato specie dietro ed a vettura scarica, una risposta secca ma migliorata rispetto al passato

Molto buono l’handling generale, così come il comportamento nei destra/sinistra, dove c’è poco rollio con una leggera tendenza al sottosterzo che può essere ripresa “lavorando” sul pedale dell’acceleratore. Pochi i trasferimenti di carico: nella frenate più decise, il muso di 2008 scende davvero poco, segno di un ottimo bilanciamento globale. La frenata, infine, è sempre molto presente e decisa, con spazi d’arresto ottimi ed un pedale modulabile e leggero.

INFO: www.peugeot.it

(Foto LORENZO PALLONI)

Articolo precedenteLA CUPRA ABT XE1
Articolo successivoPROGETTO MX 2021 GUARDA AL FUTURO
“Non è facile racchiudere quasi trent’anni di passione in poche righe. Lo è invece quello stimolo quotidiano e continuo che mi porta in sella alle moto ed a bordo delle quattro ruote, su strada quanto in pista. Senza dimenticare tutto ciò che compone il mondo dei motori, mondo dalle mille sfaccettature… Ed è proprio questa passione che alimenta e mi fa “capire” ed “interpretare” i veicoli che provo in una chiave di lettura tecnica e completa oltre che diversa. Punto sulla qualità e l’approfondimento testuale oltre che sull’impatto fotografico delle prove. Al mio fianco Giuseppe Cardillo e Lorenzo Palloni, fotografi ma, soprattutto, “compagni di viaggio” in questa avventura che parla di performance. Con loro, il videomaker Andrea Rivabene. Importante è il modo diverso di raccontare le prove, abbinata alla ricerca delle migliori location. E poi i progetti legati ai giovanissimi con PROGETTO MX dedicato al motocross e SPEED PROJECT, dedicato al mondo del CIV Minimoto. Insomma un impegno a 360°, perchè PERFORMANCEMAG.IT è tutto questo!”