Performancemag.it racconta le novità auto e moto sempre attenti alla qualità dell’informazione.

    Pirro scende in pista con la V21L, la MotoE secondo Ducati

    Date:

    Condividi:

    Pirro scende in pista con la V21L, la MotoE secondo Ducati. L’ha provata a Misano World Circuit Marco Simoncelli, sede dell’accordo con Dorna Sports

    Dalla stagione 2023 infatti, Ducati parteciperà con la propria “V21L”, al Campionato FIM Enel MotoE. Si tratta di un importante passo avanti per colmare l’assenza Ducati in questo Campionato che sta diventando sempre più interessante dal punto di vista delle sfide tecniche.

    performancemag.it-DUCATI-MOTOE-V21L-2023

    Questa moto è il risultato tra il lavoro di Ducati Corse e dei progettisti R&D Ducati con a capo Roberto Canè, eMobility Director Ducati. L’ha portata in pista Michele Pirro, collaudatore e pilota Ducati dal 2013, che ha avuto l’opportunità di assaggiare e scoprire le caratteristiche della nuova elettrica italiana.

    performancemag.it-DUCATI-MOTOE-V21L-2023

    Provare in circuito il prototipo della MotoE – spiega Michele Pirroè stata una grande emozione, perché segna l’inizio di un importante capitolo nella storia Ducati. La moto è leggera e ha già un buon bilanciamento. Inoltre, la connessione del gas nella prima fase di apertura e l’ergonomia sono davvero molto simili a quelle di una MotoGP. Se non fosse per la silenziosità e per il fatto che in questo test abbiamo deciso di limitare la potenza rilasciata al solo 70% delle prestazioni, avrei potuto pensare benissimo di essere in sella alla mia moto”.

    Roberto Canè, eMobility Director Ducati:Stiamo vivendo un momento davvero straordinario. Faccio fatica a credere che sia realtà e non ancora un sogno! La prima Ducati elettrica in pista è eccezionale non solo per l’unicità ma anche per il tipo di impresa: sfidante sia per gli obiettivi prestazionali che per le tempistiche estremamente ridotte.

    performancemag.it-DUCATI-MOTOE-V21L-2023

    Proprio per questo il lavoro di tutto il team dedicato al progetto è stato incredibile e il risultato di oggi ci ripaga degli sforzi fatti negli scorsi mesi. Non abbiamo certo finito, anzi, sappiamo che la strada è ancora molto lunga, ma intanto un primo importante ‘mattoncino’ l’abbiamo posato”.

    La sfida più grande

    Di fatto, la sfida più grande per Ducati, sarà la riduzione del peso e delle dimensioni della batteria. Ducati vuole garantire a tutti i piloti una moto potente e leggera, nel rispetto della scuola della MotoGP.

    Sarà importantissimo lo sviluppo sulla costanza di erogazione della potenza lungo l’arco gara, cosa che sarà possibile grazie allo sviluppo di un sistema di raffreddamento adeguato. E dalla Ducati MotoE per le gare alla moto stradale, il passo sarà relativamente breve e dipenderà dalla tecnologia e dal gran lavoro dell’R&D.

    Andrea Di Marcantoniohttps://www.performancemag.it
    “Non è facile racchiudere quasi trent’anni di passione in poche righe. Lo è invece quello stimolo quotidiano e continuo che mi porta in sella alle moto ed a bordo delle quattro ruote, su strada quanto in pista. Senza dimenticare tutto ciò che compone il mondo dei motori, mondo dalle mille sfaccettature… Ed è proprio questa passione che alimenta e mi fa “capire” ed “interpretare” i veicoli che provo in una chiave di lettura tecnica e completa oltre che diversa. Punto sulla qualità e l’approfondimento testuale oltre che sull’impatto fotografico delle prove. Al mio fianco Giuseppe Cardillo e Lorenzo Palloni, fotografi ma, soprattutto, “compagni di viaggio” in questa avventura che parla di performance. Con loro, il videomaker Andrea Rivabene. Importante è il modo diverso di raccontare le prove, abbinata alla ricerca delle migliori location. E poi i progetti legati ai giovanissimi con PROGETTO MX dedicato al motocross e SPEED PROJECT, dedicato al mondo del CIV Minimoto. Insomma un impegno a 360°, perchè PERFORMANCEMAG.IT è tutto questo!”