Yamaha amplia la gamma della sua Sport Tourer per eccellenza, che sarà disponibile anche con sospensioni elettroniche…

L’anno prossimo la Sport Tourer Yamaha aumenta la propria offerta, con l’introduzione della nuova Yamaha FJR1300AE: questo nuovo modello, che si posiziona tra Yamaha FJR1300A ed Yamaha FJR1300AS, offre ai rider le innovative sospensioni regolabili elettronicamente, novità introdotta per la prima volta nella storia su una moto giapponese nel 2013 proprio su Yamaha FJR1300AS.

La regolazione elettronica delle sospensioni,adatta le prestazioni delle sospensioni alle diverse superfici stradali oltre che al carico: la scelta è possibile tra 4 regolazioni principali con un totale di ben 84 regolazioni.

Anche durante la guida, il pilota potrà adattare l’assetto delle sospensioni alla guida “Da solo”, “Da solo con bagaglio”, “In due” o “In due con bagaglio”. La selezione è confermata da una scritta che apparirà sul display della strumentazione.

Selezionata una delle quattro modalità principali, il pilota potrà quindi scegliere di tarare ulteriormente le sospensioni in modo “Soft”, “Standard” o “Hard”. Il sistema interviene sia sulla forcella che sul mono ammortizzatore. In questo modo ogni variazione nella regolazione dell’idraulica agisce contemporaneamente sull’avantreno e sul retrotreno.

L’adozione della regolazione elettronica delle sospensioni, è abbinata all’adozione della forcella rovesciata Kayaba, migliorando non solo il look della moto, ma anche le sue prestazioni; le idrauliche di compressione ed estensione sono separate e collocate una per ogni stelo, mentre la compressione è all’interno dello stelo sinistro e l’estensione è in quello destro, soluzione adottata sulla YZF-R1 stradale ma soprattutto e sulle YZR-M1 che corrono in MotoGP.

La separazione tra compressione ed estensione è molto importante quando si utilizza un sistema elettronico di regolazione, perché permette di ottenere una gamma di setting più ampia e più accurata. Questa soluzione riduce anche le fluttuazioni nella pressione dell’olio all’interno della forcella, e contribuisce a ottimizzare le prestazioni delle valvole idrauliche durate un utilizzo intenso e prolungato.

yachtsynergy ADV bottom
Articolo precedenteUNA GIORNATA CON IL TEAM ITALIA A LATINA
Articolo successivoCIV PreGP : ARBOLINO DIFENDE IL PRIMATO
Andrea Di Marcantonio
“Non è facile racchiudere quasi trent’anni di passione in poche righe. Lo è invece quello stimolo quotidiano e continuo che mi porta in sella alle moto ed a bordo delle quattro ruote, su strada quanto in pista. Senza dimenticare tutto ciò che compone il mondo dei motori, un mondo dalle mille sfaccettature… Ed è proprio questa passione che alimenta e mi fa “capire” ed “interpretare” i veicoli che provo in una chiave di lettura tecnica e completa oltre che diversa. Punto sulla qualità e l’approfondimento testuale e sull’impatto fotografico delle prove e questo da sempre. Al mio fianco Giuseppe Cardillo e Leonardo Di Giacobbe, fotografi ma, soprattutto, “compagni di viaggio” in questa avventura che parla di performance. Un modo diverso di raccontare le cose, un modo originale nella ricerca delle location: tutto questo sono io ed è ciò che sono per offrire una lettura più dinamica e coinvolgente. PERFORMANCEMAG.IT è tutto questo!”