Performancemag.it racconta le novità auto e moto sempre attenti alla qualità dell’informazione.

    PROVA: BMW R nineT, ONLY ROADSTER

    Date:

    Condividi:

    La BMW R nineT è una Roadster purissima: stimola la voglia di personalizzazione con il telaio modulare per trasformarla in monoposto. Gran motore, pieno e ricco di smisurata coppia…

    L’idea della personalizzazione degli oggetti, nasce da quel desiderio di renderli pezzi unici, personali ma soprattutto esclusivi oltre che originali, un modo per sentirsi diversi in mezzo ad una massa, tra tanta gente, in mezzo a tanti oggetti tutti decisamente uguali e che quindi mancano del tocco individuale che può renderli oggetto esclusivi, individuali, unici.

    La BMW R nineT, Roadster tutta da creare
    La BMW R nineT, Roadster tutta da creare

    La cosa si amplifica a dismisura in campo moto, dove un sano “egocentrismo” è habitat naturale del rider, specie quando parliamo del segmento Roadster, unico nel suo genere proprio per quella sua “predisposizione genetica” legata proprio alla personalizzazione.

    La BMW nineT è leggera e maneggevole sul misto stretto
    La BMW nineT è leggera e maneggevole sul misto stretto

    Così,la BMWRnineT, nasce in un’occasione altrettanto speciale: i 90 anni di BMW Motorrad, tappa che lega questo modello all’essenza dei concetti BMW, primo tra tutti la spiccata originalità dei suoi modelli. Da sempre.

    La BMW nineT ha una design pulito ed aggressivo
    La BMW nineT ha una design pulito ed aggressivo

    Tanta nuova quanto diversa ed accattivante

    La nineT parla chiaro e parla direttamente al cuore delle sensazioni: immagine pura, semplice, spartana con il massimo dell’estro possibile se parliamo di personalizzazione, elemento attorno a cui ruota l’intero progetto BMW.

    Pinze monoblocco Brembo ad attacco radiale per la nineT BMW
    Pinze monoblocco Brembo ad attacco radiale per la nineT BMW

    Cuore di questa moto, è il “robusto” boxer da 1170 cc raffreddato ad aria/olio, simbolo da un lato di tradizione, dall’altra di un propulsore adattissimo alla nineT, proprio per le sue amplificate caratteristiche di coppia, linearità ed omogeneità di funzionamento dall’alto dei 119 kgm di coppia erogati a 6000 giri con una potenza massima di 110 Cv a 7750 giri. Il tutto “strettamente legato” ad una ciclistica da un lato convenzionale, dall’altra ad alto impatto visivo, come nel caso delle pinze anteriori ad attacco radiale.

    BMW nineT 2014: la Roadster tedesca ha una posizione di guida naturale
    BMW nineT 2014: la Roadster tedesca ha una posizione di guida naturale

    Unica per la personalizzazione: i lati caldi del progetto BMW

    Scelta dedicata quella di BMW di offrire all’utente un’ampia possibilità di personalizzazione: ampia gamma di modifiche per allestire un esemplare unico in ogni caso e questo è merito del concetto legato alla struttura telaistica modulare (a quattro elementi con principale anteriore, principale posteriore, componente finale e telaietto passeggero), che prevede una struttura principale in acciaio a doppia trave sviluppata proprio per la nineT che “accoglie” il poderoso boxer BMW quale elemento portante; il telaio quindi si basa sulla zona anteriore del telaio – con cannotto di sterzo – e da quella posteriore con supporto del braccio.

    La struttura telaistica della nineT BMW si compone di quattro zone del telaio
    La struttura telaistica della nineT BMW si compone di quattro zone del telaio

    Obiettivo maneggevolezza per la nineT

    Che questa moto sia stata concepita per essere agile e reattiva, lo si vede anche ad occhio nudo: la conferma viene dalle quote ciclistiche con un interasse di 1476 mm, un’avancorsa di 102,5 mm ed un angolo cannotto di 64,5°. Quindi i 220 kg in odm diventano piuma tra le mani, specie quando arriva il misto…

    La BMW nineT è una moto agile per vi di quote ciclistiche che la rendono "snella"
    La BMW nineT è una moto agile per vi di quote ciclistiche che la rendono "snella"

    Telaietto posteriore smontabile, immagine monoposto che fa il suo effetto…

    Il telaietto posteriore, dedicato al passeggero, è smontabile, rendendo così la moto “doppia” o da “single”, immagine che la rende accattivante ed originale, specie nelle fattezze monoposto (il coprisella passeggero è quindi opzionale), insomma una vera e propria cafè racer originalissima e senza compromessi.

    Lo scarico sovrapposto della nineT BMW
    Lo scarico sovrapposto della nineT BMW

    Lo scarico è una componente essenziale del design della nineT

    Tutto questo sarebbe nullo senza l’effetto visivo garantito dallo scarico con doppio terminale: si perchè i due silenziatori sovrapposti offrono un impatto visivo forte e deciso con quella presenza di volume spostato a sinistra della moto che la rende doubleface quando la sia guarda da un lato o dall’altro… Però, tutto questo è solo l’inizio della personalizzazione, visto che la gamma opzionale prevede anche lo scarico Akrapovic in titanio con due tipologie di collettore (corto o lungo) per il montaggio alto o basso, cosa che cambia, e non poco, la “presenza” oltre che il look della moto.

    La zona del cannotto di sterzo della nineT BMW
    La zona del cannotto di sterzo della nineT BMW

    Sulla nineT c’è la forcella a steli rovesciati…

    Altro punto di forza è certamente il Paralever posteriore, mentre il “convenzionale” Telelever è statio sostituito da una forcella a steli rovesciati regolabile nel precarico molla (con l’originale parafango anteriore avvitato ai piedini forcella per mezzo di tre punti di attacco), elemento “rubato” alla supersportiva BMW S 1000RR.

    Il Paralever BMW della nineT, il rapporto secondario è stato accorciato
    Il Paralever BMW della nineT, il rapporto secondario è stato accorciato

    I tre punti di attacco della scatola del differenziale poi, rappresentano il “luogo” dove fissare ad esempio il porta targa per la sua sistemazione laterale o tutto l’impianto di illuminazione ma questi sono dettagli rispetto al fatto che, la ruota posteriore std, 17″ da 5,5″ – grazie al design del monobracci -, potrà essere sostituita con una più ap