Marco proprio non ci stava a rimanere dietro: alla faccia…della faccina, della freccia esposte dal muretto box, Melandri ha voluto vincere Gara 2, dopo aver “regalato” Gara 1 al suo compagno di squadra…

Scelta giusta ma poco condivisa nel box Aprilia probabilmente che stempra i toni della polemica, anche se Guintoli è parso sereno a fine gara… Marco voleva vincere e lo ha fatto. E lo ha fatto al meglio, combattendo fino alla fine ed attaccando nel momento giusto.

ApriliaRacing 2014. SBK, doppietta per Guintoli e Marco Melandri
ApriliaRacing 2014. SBK, doppietta per Guintoli e Marco Melandri

E le Aprilia RSV4 si dimostrano imbattibili in questa fase finale del Mondiale SBK 2014, visto che, sulla pista francese di Magny-Cours Guintoli e Melandri si sono divisi il bottino con una vittoria a testa… Quindi, la gara francese rilancia le ambizioni di Guintoli nel Mondiale Piloti si andrà all’ultima tappa in Qatar con soltanto 12 punti che separano Guintoli dal capoclassifica Tom Sykes.

SBK 2014, Magny Cours: Guintoli ha vinto Gara 1 nello shift con Melandri
SBK 2014, Magny Cours: Guintoli ha vinto Gara 1 nello shift con Melandri

Melandri e Guintoli alla fine della Superpole avevano detto…

Sylvain Guintoli: “Non ho trovato il giusto feeling con la gomma da tempo, una cosa strana perché solitamente è una situazione nella quale mi sento a mio agio. Oggi la moto si comportava meglio in condizioni di gara. Ma non è un problema, l’importante sarà stare davanti fin dai primi metri”.

Marco Melandri: “Mi aspettavo qualcosa in più dalla Superpole, ma per la gara siamo messi piuttosto bene. Bisognerà fare una buona partenza e non far scappare chi sta davanti. E sperando che il meteo non scombini i piani”.

SBK 2014 Francia: ApriliaRacing, Marco Melandri
SBK 2014 Francia: ApriliaRacing, Marco Melandri

Ma la gara è stata un’altra storia con la splendida doppietta Aprilia. Soddisfatto anche Romano Albesiano, Responsabile Aprilia Racing, sereno della scelta di Marco… “I risultati delle ultime gare sono straordinari, cinque vittorie su sei che ci hanno portato in testa alla classifica Costruttori e messo nelle migliori condizioni per attaccare la leadership in quella Piloti. Una ulteriore conferma del valore di Aprilia e della assoluta competitività della nostra RSV4, un progetto che a quattro anni del debutto, con cinque Titoli Mondiali in bacheca, continua a dimostrarsi vincente. Andremo in Qatar per vendere cara la pelle”.

Felici anche i due piloti Aprilia…

Sylvain Guintoli: E’ stato un grande weekend per il Team, siamo tornati decisamente in corsa per il Mondiale. Quando ieri sera ho visto le previsioni meteo ho pensato subito ad una buona occasione per recuperare punti importanti. Ho preso qualche rischio all’inizio delle gare, poi una volta creato un buon distacco mi sono concentrato per evitare rischi inutili e portare a casa il massimo risultato possibile. Sono molto contento ma ho già la mente al Qatar, dove si deciderà la classifica. E’ una pista che conosco bene, mi piace e penso che si adatterà bene alla RSV4. Vorrei che si corresse domani!”.

SBK 2014, Francia: condizioni difficili per la pioggia per  i piloti Aprilia Racing
SBK 2014, Francia: condizioni difficili per la pioggia per i piloti Aprilia Racing

Marco Melandri: “Oggi abbiamo fatto un gran lavoro, la moto era fantastica e sono riuscito a confermare le prestazioni di Jerez. Sylvain era molto veloce, nei primi giri era difficile superare ma abbiamo creato subito un buon distacco con gli inseguitori. La vittoria in Gara2 è la giusta ricompensa per l’impegno mio e del Team, oltretutto ho conquistato la terza posizione in campionato. Dopo metà stagione abbiamo mostrato un gran ritmo, ora vedremo come andranno le cose in Qatar”.

yachtsynergy ADV bottom
Articolo precedenteINTERVISTA: UMBERTO ANDREOLETTI
Articolo successivoWRC: IN FRANCIA VINCE LA COPPIA FINLANDESE
Andrea Di Marcantonio
“Non è facile racchiudere quasi trent’anni di passione in poche righe. Lo è invece quello stimolo quotidiano e continuo che mi porta in sella alle moto ed a bordo delle quattro ruote, su strada quanto in pista. Senza dimenticare tutto ciò che compone il mondo dei motori, un mondo dalle mille sfaccettature… Ed è proprio questa passione che alimenta e mi fa “capire” ed “interpretare” i veicoli che provo in una chiave di lettura tecnica e completa oltre che diversa. Punto sulla qualità e l’approfondimento testuale e sull’impatto fotografico delle prove e questo da sempre. Al mio fianco Giuseppe Cardillo e Leonardo Di Giacobbe, fotografi ma, soprattutto, “compagni di viaggio” in questa avventura che parla di performance. Un modo diverso di raccontare le cose, un modo originale nella ricerca delle location: tutto questo sono io ed è ciò che sono per offrire una lettura più dinamica e coinvolgente. PERFORMANCEMAG.IT è tutto questo!”