Insolota temperatura “calda” nel corso dello shakedown del Rally di Svezia, secondo appunatmento del WRC 2014. Cauto l’equipaggio Campione del Mondo…

 

Trasferta piuttosto impegnativa “fullgas” al Rally di Svezia: si inizia con lo shakedown prima del via del secondo round del FIA World Rally Championship (WRC). Tempo insolitamente caldo per la Svezia (che quindi mette in crisi le coperture portate) – la temperatura al Parco Assistenza di Hagfors attualmente si aggira attorno al punto di congelamento, elemento che ha trasformato lo shakedown in un insolito percorso umido. La ghiaia è cominciata a spuntare qua e là.

Per questo, tutti i piloti WRC hanno adottato un approccio “tranquillo” per testare le punte di tungsteno sulle loro gomme. L’equipaggio Jari-Matti Latvala / Miikka Anttila con il numero 2 sulla Polo R WRC ha concluso queste “prove libere” al secondo posto , mentre i Campioni del Mondo Sébastien Ogier e Julien Ingrassia, sono solo dodicesimi. Molto cauti invece Andreas Mikkelsen e Mikko Markkula in attesa del via del loro “rally di casa”, ed hanno ottenuto tornando a casa solo un 28° posto.

yachtsynergy ADV bottom
Articolo precedenteMOTO GP: DAY 2 A SEPANG: MARQUEZ DAVANTI A TUTTI
Articolo successivoPROGRESSI PER DUCATI NEL SECONDO GIORNO DI TEST…
Andrea Di Marcantonio
“Non è facile racchiudere quasi trent’anni di passione in poche righe. Lo è invece quello stimolo quotidiano e continuo che mi porta in sella alle moto ed a bordo delle quattro ruote, su strada quanto in pista. Senza dimenticare tutto ciò che compone il mondo dei motori, un mondo dalle mille sfaccettature… Ed è proprio questa passione che alimenta e mi fa “capire” ed “interpretare” i veicoli che provo in una chiave di lettura tecnica e completa oltre che diversa. Punto sulla qualità e l’approfondimento testuale e sull’impatto fotografico delle prove e questo da sempre. Al mio fianco Giuseppe Cardillo e Leonardo Di Giacobbe, fotografi ma, soprattutto, “compagni di viaggio” in questa avventura che parla di performance. Un modo diverso di raccontare le cose, un modo originale nella ricerca delle location: tutto questo sono io ed è ciò che sono per offrire una lettura più dinamica e coinvolgente. PERFORMANCEMAG.IT è tutto questo!”