Ecco la nuova giacca Spidi Ventamax che nasce per affrontare qualunque condizione meteo. Un capo utilissimo con l’inverno che ormai si farà sentire…

Pensata per attraversare qualsiasi deserto e resistere a qualsiasi avversità, la nuova giacca Spidi Ventamax rappresenta il punto di riferimento delle giacche d’avventura impermeabili in rete ed un punto di svolta concreto per affrontare anche la prossima ed imminente stagione invernale.

Spidi Ventamax 2016
Spidi Ventamax 2016

Tra le sue principali caratteristiche tecniche spiccano il guscio esterno 50% polyestere e 50% rete traspirante 3D ad alta tenacità, la membrana H2Out removibile impermeabile e traspirante, con fodera comfort in rete, la predisposizione per agganciare la fodera Thermo Liner direttamente alla membrana, la Zip YKK®, le protezioni Forcetech certificate EN1621-1 su spalle e gomiti e quelle per il paraschiena Warrior certificati EN1621-2 (liv. 1 e liv. 2).

spidi2

Inoltre ci sono la predisposizione per protezioni Warrior Chest e Thorax Warrior certificate prEN1621-3, il sistema di chiusura EST (velcro + bottone) sul collo, il sistema di regolazione volumi Ergofit su fianchi e braccia, gli utilissimi Dettagli Reflex per il riconoscimento notturno e la coulisse di restringimento in vita.

SPIDI Ventamax, particolare del collo chiusura
SPIDI Ventamax, particolare del collo chiusura

Le taglie vanno dalla M alla 3XL mentre le colorazioni si sposano con i paesaggi più disparato con Nero, Nero/Grigio, Nero/Giallo Fluo. Infine il prezzo al Pubblico che è di € 279.90

yachtsynergy ADV bottom
Articolo precedentePROGETTO ENDURO 2016: SI INIZIA A FARE SUL SERIO…
Articolo successivoHRC: PARLA NAKAMOTO SUI FATTI MALESI…
Andrea Di Marcantonio
“Non è facile racchiudere quasi trent’anni di passione in poche righe. Lo è invece quello stimolo quotidiano e continuo che mi porta in sella alle moto ed a bordo delle quattro ruote, su strada quanto in pista. Senza dimenticare tutto ciò che compone il mondo dei motori, un mondo dalle mille sfaccettature… Ed è proprio questa passione che alimenta e mi fa “capire” ed “interpretare” i veicoli che provo in una chiave di lettura tecnica e completa oltre che diversa. Punto sulla qualità e l’approfondimento testuale e sull’impatto fotografico delle prove e questo da sempre. Al mio fianco Giuseppe Cardillo e Leonardo Di Giacobbe, fotografi ma, soprattutto, “compagni di viaggio” in questa avventura che parla di performance. Un modo diverso di raccontare le cose, un modo originale nella ricerca delle location: tutto questo sono io ed è ciò che sono per offrire una lettura più dinamica e coinvolgente. PERFORMANCEMAG.IT è tutto questo!”