Il collaudatore HRC Takumi Takahashi parteciperà alla sua prima gara in MotoGP come wild card al GP del Giappone. Già vincitore di tre 8 ore di Suzuka, HRC ha grandi speranze per lui…

Honda Racing Corporation è lieta di annunciare che Takumi Takahashi, collaudatore HRC, parteciperà, per la sua prima volta, ad una gara di MotoGP in qualità di  wild card. Takumi arriverà quindi sulla griglia dell’appuntamento numero 15 del Campionato del Mondo, proprio al Gran Premio del Giappone e correrà per il Team HRC/Nissin il prossimo 11 Ottobre. Takahashi ha ottenuto già tre vittorie alla 8 ore di Suzuka (2010, 2013 e 2014), ed è considerato uno dei più promettenti giovani piloti in Giappone.

Shuhei Nakamoto, Vice Presidente Esecutivo di HRC: “Siamo molto contenti che Takumi sarà in grado di fare esperienza pratica in MotoGP come una wildcard. E’ un giovane talento in crescita ed è un buon collaudatore e spero che sarà in grado di dimostrare le sue capacità con una forte performance di fronte a tutti i tifosi di casa. Speriamo che anche lui sosterrà il team HRC…”

Takumi Takahasci HRC correrà al GP del Giappone MotoGP
Takumi Takahasci HRC correrà al GP del Giappone MotoGP

Takumi Takahashi: “Ho partecipato a diversi test della MotoGP sono stato in grado di valutare e testimoniare il livello dei piloti con i miei occhi. Sono molto entusiasta di avere l’opportunità di partecipare ad una gara della MotoGP e vorrei ringraziare HRC per questa opportunità. Farò del mio meglio per lavorare al 100% sperando di rispettare le aspettative di tutti.”

yachtsynergy ADV bottom
Articolo precedenteHONDA PROJECT 2&4, PROVOCAZIONE PURA…
Articolo successivoPROVA: PEUGEOT 208 GTi 30TH, FELINA E POTENTE…
Andrea Di Marcantonio
“Non è facile racchiudere quasi trent’anni di passione in poche righe. Lo è invece quello stimolo quotidiano e continuo che mi porta in sella alle moto ed a bordo delle quattro ruote, su strada quanto in pista. Senza dimenticare tutto ciò che compone il mondo dei motori, un mondo dalle mille sfaccettature… Ed è proprio questa passione che alimenta e mi fa “capire” ed “interpretare” i veicoli che provo in una chiave di lettura tecnica e completa oltre che diversa. Punto sulla qualità e l’approfondimento testuale e sull’impatto fotografico delle prove e questo da sempre. Al mio fianco Giuseppe Cardillo e Leonardo Di Giacobbe, fotografi ma, soprattutto, “compagni di viaggio” in questa avventura che parla di performance. Un modo diverso di raccontare le cose, un modo originale nella ricerca delle location: tutto questo sono io ed è ciò che sono per offrire una lettura più dinamica e coinvolgente. PERFORMANCEMAG.IT è tutto questo!”