Un Cairoli strepitoso conquista titolo e GP a Faenza…

Una giornata speciale, indimenticabile. Tony Cairoli conquista l’iride in prima manche e poi fa suo il Gran Premio d’Europa a Faenza davanti a un numeroso pubblico. 53 successi in carriera e la dedica alla mamma Paola scomparsa il 9 settembre dello scorso anno. E sono sei! Tony Cairoli, per il quarto anno consecutivo è il Re della MX1. Il talento della KTM ha vinto a Faenza nel Gran Premio d’Europa il titolo mondiale con tre manche d’anticipo.

In tipico stile Cairoli, nel momento topico è uscito allo scoperto. Ha dato gas all’abbassarsi del cancelletto e si è portato in seconda posizione. Ha studiato il tracciato e subito dopo ha attaccato Seb Pourcel portandosi in testa alla gara. Una volta al comando ha imposto il suo ritmo, staccando gli avversari.

Gli bastava arrivare davanti a Desalle per conquistare il titolo in prima manche, ma ha fatto di più. Ha dominato la manche e dopo la bandiera a scacchi è esplosa la festa del team KTM, dei famigliari e dei tanti amici arrivati dalla Sicilia per festeggiare questo stupendo mondiale. E con loro hanno esultato i tanti tifosi presenti a Faenza per una domenica indimenticabile. Arrivato al traguardo, Tony ha liberato con un urlo di gioia l’emozione e la tensione accumulata in questo weekend. Un’altra grande impresa firmata TC222.

Bellissimo festeggiare il mondiale qui, davanti al mio pubblico. Mi hanno spinto tantissimo: per tutta la manche sentivo le loro urla d’incoraggiamento.
Non ho parole, una grandissima emozione. Volevo partire bene, perché qui è difficile passare. Ci sono riuscito e poi ho messo nel mirino Pourcel e l
’ho passato. Ho avuto un problemino al freno posteriore nel finale, ma tutto è andato a meraviglia. Sono felicissimo!”.”

Nella seconda manche si è presentato con abbigliamento AXO, stivali SIDI e casco AIROH in versione iridata. Un regalo fatto per festeggiare appieno questo iride. È entrato in pista dopo i festeggiamenti ed è scattato secondo, ma dopo poche curve era già in testa. Ha tirato fino alla fine per mantenere a distanza di sicurezza Pourcel e poter dunque conquistare la doppietta e il 53° centro in carriera.

Bello vincere il Gran Premio in Italia e il mondiale qui: una giornata speciale La manche è stata dura. Avevo festeggiato prima della seconda gara e così subito non ho preso il ritmo. Scherzi a parte Pourcel è stato un avversario duro e determinato e fino alla fine ho dato il massimo. Dedico il mondiale alla mia famiglia e soprattutto un pensiero speciale a mia madre che il 9 settembre dello scorso anno è mancata. Bello ricevere la coppa della vittoria da mio padre Benedetto e ringrazio Youthstream per questo regalo.”

 

I numeri di Tony Cairoli

26: l’eta di Tony, nato a Patti, Messina, il 23 settembre 1985
Tony vive tra Roma dove ha sede il team De Carli e il Belgio dove si allena per diversi mesi all’anno.

6 titoli mondiali conquistati fino a oggi da Cairoli (2005 e 2007 in MX2 2009, 2010, 2011 in MX1) Ha debuttato nel mondiale con la Honda del team Martin, poi dal 2004 è passato tra le fila del team De Carli. Con De Carli ha conquistato tutti i suoi cinque titoli mondiali ed è passato, insieme alla squadra, alla KTM nel 2010.

Prima del mondiale ha vinto a ripetizione nel minicross e nell’italiano 125 (96- 97- 98- 2001- 2002) Al primo anno di mondiale, 2004, ha concluso terzo.

Ama la pesca e cucinare.

2 mondiali vinti con KTM (2010- 2011)

53 Gp vinti (24 in MX2, 29 in MX1)

107 le manche vinte da Tony dal 2004 a oggi

137 Gran Premi disputati (6 in 125; 72 in MX2;  59 in MX1)

Primo Gp disputato: 2002 GP Belgio a Genk

Primo Gp vinto in carriera: Gp Belgio, Namur, MX2 anno 2004

Prima manche vinta in MX1: 2007 Gp Gran Bretagna, Donington Park al debutto  nella classe regina. Dopo avere vinto il titolo MX2 aveva provato nella MX1, facendo subito doppietta. L’anno seguente però ha corso in MX2.

Primo Gp vinto in MX1: 2007 Gp Gran Bretagna, Donington Park

88 Podi: 46 in MX1 (29 Vittorie; 12 secondi posti; 5 terzi posti); 42 in MX2 (24 vittorie; 12 secondi posti; 6 terzi posti)

Faenza: il GP d’Europa, risultati

1. Manche: 1. Tony Cairoli (KTM) 19 giri in 39’40”533; 2. Pourcel C (Kawasaki) a 20”352; 3. Desalle (Suzuki) a 38”395; 4. De Dycker (Ktm) a 43”878; 5. Simpson (Yamaha) a 46”102

2. manche: 1. Cairoli (KTM) 20 giri in ; 2. Pourcel C (Kawasaki) a 0”744 3. Paulin (Kawasaki) a 22”031; 4. Desalle (Suzuki) a 29”496; 5. Pourcel S (Kawasaki) a 34”329

Gp: 1. Cairoli 50; 2. Pourcel 44; 3. Desalle 38; 4. Paulin 34; 5. De Dycker 32

Nel mondiale: 1. Cairoli 642; 2. Desalle 554; 3. Paulin 502; 4. Pourcel 496; 5. De Dycker 478

yachtsynergy ADV bottom
Articolo precedenteKiara Fontanesi: obbiettivo raggiunto!
Articolo successivoSBK: Aprilia si prepara al GP di Germania…
Andrea Di Marcantonio
“Non è facile racchiudere quasi trent’anni di passione in poche righe. Lo è invece quello stimolo quotidiano e continuo che mi porta in sella alle moto ed a bordo delle quattro ruote, su strada quanto in pista. Senza dimenticare tutto ciò che compone il mondo dei motori, un mondo dalle mille sfaccettature… Ed è proprio questa passione che alimenta e mi fa “capire” ed “interpretare” i veicoli che provo in una chiave di lettura tecnica e completa oltre che diversa. Punto sulla qualità e l’approfondimento testuale e sull’impatto fotografico delle prove e questo da sempre. Al mio fianco Giuseppe Cardillo e Leonardo Di Giacobbe, fotografi ma, soprattutto, “compagni di viaggio” in questa avventura che parla di performance. Un modo diverso di raccontare le cose, un modo originale nella ricerca delle location: tutto questo sono io ed è ciò che sono per offrire una lettura più dinamica e coinvolgente. PERFORMANCEMAG.IT è tutto questo!”