Il video che racconta cosa significa essere coriacei per realizzare un sogno. Dopo l’incendio di Jerez, Energica ha messo in campo tutto per essere al via della prima gara della MotoE, operazione riuscita

È ormai nota la grande impresa messa a punto da Energica, che è riuscita a mettere in piedi in meno di tre mesi dopo i fatti di Jerez, ovvero la completa distruzione delle moto pronte per il primo Campionato dedicato alle moto elettriche. il costruttore unico della FIM Enel MotoE World Cup è riuscito nell’impresa, ricostruendo tutte le Ego Corsa più che in tempo per il prossimo test ufficiale di Valencia, in programma dal 17 al 19 giugno.

Il video riporta una storia fino ad ora mai raccontata: quella vissuta dall’interno da due membri chiave del reparto racing della società modenese, che insieme ai loro colleghi si sono davvero rimboccati le maniche, dopo il più inaspettato degli eventi, arrivando ad un’impresa che sulla carta appariva quasi impensabile.

L’Official Test Rider Alessandro Brannetti ed il responsabile dell’R&D Simone Martinellici raccontano una storia di dedizione e passione ineguagliabili, due valori che accomunano tutti coloro che gravitano attorno all’universo Energica. Una storia che solo un Team italiano poteva scrivere…

Articolo precedenteMOTUL OFFICIAL PARTNER NEL TOURIST TROPHY
Articolo successivoMOTO GP: SUPER PETRUX AL MUGELLO
Andrea Di Marcantonio
“Non è facile racchiudere quasi trent’anni di passione in poche righe. Lo è invece quello stimolo quotidiano e continuo che mi porta in sella alle moto ed a bordo delle quattro ruote, su strada quanto in pista. Senza dimenticare tutto ciò che compone il mondo dei motori, un mondo dalle mille sfaccettature… Ed è proprio questa passione che alimenta e mi fa “capire” ed “interpretare” i veicoli che provo in una chiave di lettura tecnica e completa oltre che diversa. Punto sulla qualità e l’approfondimento testuale e sull’impatto fotografico delle prove e questo da sempre. Al mio fianco Giuseppe Cardillo e Leonardo Di Giacobbe, fotografi ma, soprattutto, “compagni di viaggio” in questa avventura che parla di performance. Un modo diverso di raccontare le cose, un modo originale nella ricerca delle location: tutto questo sono io ed è ciò che sono per offrire una lettura più dinamica e coinvolgente. PERFORMANCEMAG.IT è tutto questo!”