La 208 T16 WRX ed il Team Peugeot-Hansen con Timur Timerzyanov, sono saliti sul podio per la seconda volta consecutiva nell’appuntamento del Mondiale WRX 2014, per lui il miglior risultato della stagione…

Un altro podio, questa volta sul circuito canadese Trois-Rivières, settimo appuntamento del Campionato del Mondo FIA di RallyCross. Timur Timerzyanov, portacolori del Leone, dopo essere stato in difficoltà nelle diverse manche di qualificazione, ha ottenuto ottime performance nella semifinale e nella finale, che gli sono valse il miglior risultato della stagione 2014.

2014 FIA World Rallycross Championship
2014 FIA World Rallycross Championship

Timmy Hansen, suo compagno di squadra invece è finito terzo nella sua semifinale, prima di essere squalificato per una manovra di sorpasso sul pilota finlandese Toomas Heikkinen e si è visto così privato dell’accesso alla finale. Il Team Peugeot-Hansen conserva il terzo posto nella classifica del Campionato Team mentre Timerzyanov e Hansen sono rispettivamente sesto e settimo nel Campionato Piloti.

Timur Timerzyanov, WRX 2014 Peugeot
Timur Timerzyanov, WRX 2014 Peugeot

Timur Timerzyanov: “Sono davvero felicissimo di essere salito sul podio. Adesso spero di potere continuare così per tutto il resto della stagione. Dopo avere commesso alcuni errori nelle qualifiche, mi sono concentrato sulla semifinale e poi sulla finale. Fortunatamente sono state le manche che ho disputato meglio e mi sono valse il terzo posto. Dall’inizio della stagione con la mia 208 T16 WRX non sono riuscito ad ottenere quanto speravo ed il risultato di oggi mi da molto morale. Credo che l’allenamento a cui mi sono dedicato prima della gara per acquisire familiarità con questo tipo di circuito cittadino mi abbia aiutato molto. Devo ringraziare tutti i membri del team e adesso spero di potere continuare così per il resto della stagione”.

Trois-Rivieres, Canada. WRX 2014, Peugeot T16
Trois-Rivieres, Canada. WRX 2014, Peugeot T16

Timmy Hansen: “Eravamo terzi dopo le manche di qualificazione, il che era davvero positivo. Durante la semifinale, sono rimasto bloccato dietro Heikkinen che aveva avuto un problema con il servosterzo. L’ho superato ma sono stato squalificato per questa manovra. Non sono d’accordo con la decisione ma dovevo correre il rischio ed è andata così. Sicuramente questa gara mi ha insegnato che per poter primeggiare devo comunque continuare a migliorarmi sullo sterrato. La guida su terra non è davvero il mio punto forte e ora mi concentrerò particolarmente su questo aspetto. Sono molto contento per Timur, lui e la 208 T16 WRX hanno fatto segnare dei fantastici tempi sul giro e hanno ottenuto un ottimo risultato.”

La prossima manche del Campionato del Mondo FIA di Rallycross si disputerà a Lohéac, in Francia (6 – 7 settembre)

Campionato del Mondo FIA di Rallycross, settima manche, Canada: Classifica finale

1- Petter Solberg (PSRX, Citroën DS3)

2- Anton Marklund (Marklund Motorsport, VW Polo)

3- Timur Timerzyanov (Team Peugeot-Hansen, Peugeot 208 T16 WRX)

4- Reinis Nitiss (OlsbergsMSE, Ford Fiesta)

5- Toomas Heikkinen (Marklund Motorsport, VW Polo)

Campionato del Mondo FIA di Rallycross – Classifica Piloti

1- Petter Solberg (PSRX, Citroën DS3), 155 punti

2- Toomas Heikkinen (Marklund Motorsport, VW Polo), 135 punti

3- Reinis Nitiss (OlsbergsMSE, Ford Fiesta), 133 punti

4- Andreas Bakkerud (OlsbergsMSE, Ford Fiesta), 113 punti

5- Anton Marklund (Marklund Motorsport, VW Polo), 111 punti

6- Timur Timerzyanov (Team Peugeot-Hansen, Peugeot 208 T16 WRX), 93 punti

7- Timmy Hansen (Team Peugeot-Hansen, Peugeot 208 T16 WRX), 92 punti

Campionato del Mondo FIA di Rallycross – Classifica Team

1- OlsbergsMSE/Ford, 246 punti

2- Marklund Motorsport/Volkswagen, 246 punti

3- Team Peugeot-Hansen, 185 punti

4- PSRX, 147 punti

5- Monster Energy World RX Team, 83 punti

6- Albatec Racing, 25 punti

yachtsynergy ADV bottom
Articolo precedenteMOTO GP: DANI PEDROSA BATTE MARQUEZ A BRNO
Articolo successivoMOTO GP: TEST A BRNO PER HONDA E YAMAHA
Andrea Di Marcantonio
“Non è facile racchiudere quasi trent’anni di passione in poche righe. Lo è invece quello stimolo quotidiano e continuo che mi porta in sella alle moto ed a bordo delle quattro ruote, su strada quanto in pista. Senza dimenticare tutto ciò che compone il mondo dei motori, un mondo dalle mille sfaccettature… Ed è proprio questa passione che alimenta e mi fa “capire” ed “interpretare” i veicoli che provo in una chiave di lettura tecnica e completa oltre che diversa. Punto sulla qualità e l’approfondimento testuale e sull’impatto fotografico delle prove e questo da sempre. Al mio fianco Giuseppe Cardillo e Leonardo Di Giacobbe, fotografi ma, soprattutto, “compagni di viaggio” in questa avventura che parla di performance. Un modo diverso di raccontare le cose, un modo originale nella ricerca delle location: tutto questo sono io ed è ciò che sono per offrire una lettura più dinamica e coinvolgente. PERFORMANCEMAG.IT è tutto questo!”