Un grande Valentino Rossi vince solitario a Jerez, Lorenzo 2° mentre le Honda sono dietro con Marquez sul podio. Dovizioso ancora  big sfortuna, Iannone settimo…

A Jerez, Valentino Rossi ha dimostrato di correre una gara tutta sua. Valentino quale protagonista assoluto e che vede Yamaha portare a casa un bottino davvero unico con il secondo posto di Jorge Lorenzo. Molto e tutto è stato detto su questa bella prova di forza di Rossi, anche se, la gara vera, Rossi l’abbia corsa sotto al casco… Un fine settimana perfetto per lui e Yamaha che, attualmente, scopre una M1 competitiva, sempre e comunque, anche se, a Lorenzo, la festa è stata in porzione rovinata dall’usura delle gomme.

MotoGP Jerez 2016, la partenza con Rossi in testa
MotoGP Jerez 2016, la partenza con Rossi in testa

Ma Valentino è stato capace di correre una gara che si è conclusa con la vittoria ed un dominio assoluto sulla “concorrenza” in Casa e non (Honda). Certo non ho apprezzato l’indifferenza di Marquez e Lorenzo sul podio, l’ho trovato un gesto “poco sportivo”, anche se entrambi hanno dichiarato che Valentino a Jerez viaggiava su un altro livello, parole di Marquez nel dopogara.

Rossi e Lorenzo sul podio di Jerez, MotoGP 2016
Rossi e Lorenzo sul podio di Jerez, MotoGP 2016

Situazione campionato dopo queste prime 4 gare con Marquez, Lorenzo e Rossi al terzo posto ma…in avvicinamento. Ottime infine le “concrete” Suzuki, sfortuna unica ancora per Dovizioso e bella gara per Pedrosa.

Valentino Rossi festeggia a Jerez, MotoGP 2016
Valentino Rossi festeggia a Jerez, MotoGP 2016

Valentino Rossi, il vincitore a Jerez: “Credo che questo di Jerez sia stato il weekend perfetto. Abbiamo iniziato ad andare veloce dal venerdì mattina e abbiamo lavorato molto bene. La moto in gara, è stata fantastico e abbiamo lavorato molto bene con la squadra e devo quindi dire “grazie” a tutto il team Yamaha Motor Racing, in particolare il mio team. Ho avuto un buon ritmo e una buona partenza e mi sentivo bene con la moto fin dall’inizio gara, così ho potuto spingere sempre. Sinceramente, è stato un gusto speciale ottenere una vittoria come questa, quindi grazie mille!”

Jorge Lorenzo e Marc Marquez, due spagnoli a confronto...
Jorge Lorenzo e Marc Marquez, due spagnoli a confronto…

Jorge Lorenzo 2° posto: “La cosa positiva è che a Yamaha è andata meglio e questo è buono per il campionato. Perché Rossi è caduto a Austin, ma è ancora dietro nella classifica di campionato e abbiamo messo alcuni punti da Marquez. L’unica cosa è che avremmo potuto vincere la gara senza il problema delle gomme… Proprio quando ho iniziato il mio recupero di metri su Rossi il problema è iniziato, così ho dovuto rallentare molto e non ho avuto la possibilità di lottare per la vittoria con lui, ma a volte succede. Ora Michelin deve scoprire cosa stia succedendo. Hanno migliorato la gomma anteriore e ora sono sicuro che lavoreranno sulla parte posteriore per risolvere questi tipi di problemi”.

Vittoria speciale per Valentino Rossi
Jerez 2016 MotoGP: Vittoria speciale per Valentino Rossi

Massimo Meregalli TEAM DIRECTOR: “E’ stato un Gran Premio incredibile per tutta la squadra. Abbiamo completato un weekend perfetto al primo e secondo posto ed è stato così per tutta la gara… Quello che abbiamo compiuto qui è risultato molto importante, soprattutto a causa del divario significativo con gli altri produttori in quello che è stato il GP del nostro title sponsor, Movistar. Valentino è stato forte fin da venerdì e siamo entusiasti per lui che abbia portato a casa una splendida vittoria come questa…. Ha avuto una buona partenza e ha corso una gara perfetta e condotto dal primo all’ultimo giro senza commettere errori. E’ stato invece sfortunato Jorge che è stato rallentato dall’usura delle gomme verso la fine della gara, ma ha dimostrato che è un pilota professionista, intelligente  ed incredibile nel saper guidare intorno al problema portando a casa punti preziosi per il campionato. Voglio ringraziare sia il personale che l’intero team visto che ha reso possibile questo risultato“.

Marc Marquez terzo a Jerez con la sua Honda un po' arretrata
Marc Marquez terzo a Jerez con la sua Honda un po’ arretrata

HONDA ARRETRATA E QUALCHE RISCHIO PER MARQUEZ…

Marc Marquez, 3° posto: “Onestamente, oggi Valentino era su un altro livello! Ma la cosa più importante è che oggi abbiamo accettato questo terzo posto in gara. Ho imparato molto dall’anno scorso ed io non volevo fare un errore. Ero molto concentrato dall’inizio e ho cercato di guidare con forza e rimanere con Jorge, ma, con le temperature della pista più alte – 11º C in più rispetto a ieri – è stato molto difficile per me gestire bene il pneumatico anteriore. Più volte ho rischiato di cadere, così alla fine ho preso una decisione difficile, di fronte al nostro pubblico, ed abbiamo preferito garantire 16 punti che saranno molto positivi alla fine della stagione, che è ancora molto lunga. Dobbiamo avere pazienza fino a che faremo un ulteriore passo avanti se parliamo dell’accelerazione della moto e trovare qualcos’altro per combattere e che ci permetta la vittoria”.

Dani Pedrosa quarto a Jerez
Dani Pedrosa quarto a Jerez

Dani Pedrosa, 4 posto°: “Sapevamo che sarebbe stata una gara difficile e abbiamo ottenuto la posizione che sapevamo era possibile, perché tutto il weekend i primi tre sono stati più veloci di noi. Sono partito bene, ed è stata dura nei primi giri. Poi ho visto che avevo difficoltà sia con il pneumatico anteriore, sia con quello posteriore. Mi sono concentrato sul mantenere la mia posizione e ho guidato ad un ritmo sicuro in modo da non usurare troppo la gomma posteriore. Ho visto che Aleix Espargaro recuperava terreno su di me, ma ho tenuto la cosa sotto controllo e mi sono solo concentrato sul mantenimento del pneumatico. Domani effettueremo un test in cui cercheremo di lavorare e migliorare il mio feeling con la moto”.

SUZUKI CONTINUA A MIGLIORARE GARA DOPO GARA…

Ottimo 5° posto a Jerez per Aleix Espargaro
Ottimo 5° posto a Jerez per Aleix Espargaro

Aleix Espargaró, 5° posto: “Sono contento, ero in attesa del risultato dall’Argentina e ad Austin abbiamo registrato miglioramenti e ho capito che ci stavano avvicinando. Qui eravamo davvero concentrati sulla preparazione della gara: ero molto concentrato sulla griglia e ho fatto una buona partenza, guadagnando una posizione… E’ un buon risultato, dopo un lento inizio di stagione, ma mi sto avvicinando alla parte superiore della classifica anche se per me l’importante è, migliorare il mio feeling con la moto. I test di domani saranno molto importanti, abbiamo ancora problemi con il grip al posteriore – Specialmente nelle curve lente – ma Suzuki sta facendo un ottimo lavoro per sostenerci e fornire alcune soluzioni, perciò abbiamo già alcune idee che andremo a testare  e speriamo siano positivi. Non siamo così lontani dal più veloce e possiamo migliorare ancora, questo mi lascia fiducioso per ulteriori miglioramenti futuri….”

Un bel sesto posto per Vinales e la sua GSX-RR a Jerez
Un bel sesto posto per Vinales e la sua GSX-RR a Jerez

Maverick Viñales, 6° posto: “Finalmente il risultato della gara non è male, ma è stato molto difficile, ed ho lottato per tutta la gara con il grip posteriore e mi dispiace perchè avremmo potuto ottenere un risultato migliore. Non stiamo sfruttando il moto al 100% ed ancora manca qualcosa nel set-up o nelle prestazioni degli pneumatici e questo mi ha costretto a spingere molto in gara. Stiamo facendo molti progressi, la Suzuki sta dando il pieno supporto, ma ora vediamo che siamo in grado di essere più vicini ed è un peccato che non possiamo avvicinarci ancora di più. Credo che il test di domani sarà molto importante e lavoreremo sul set-up per trovare una migliore aderenza sul posteriore per cercare di essere più efficace”.

DOVIZIOSO DAVVERO SFORTUNATO, IANNONE CHIUDE 7°

La sfortuna di Andrea Dovizioso prosegue: il pilota romagnolo ha percorso i primi cinque giri in quinta posizione ma è poi stato superato da Viñales e, nel corso del decimo passaggio, è stato rallentato da un problema alla pompa dell’acqua della sua Desmosedici GP che lo ha costretto al ritiro.

Andrea Iannone solo 7° a Jerez
Andrea Iannone solo 7° a Jerez

Andrea Iannone, 7° al traguardo: “Non mi aspettavo un weekend così difficile, e sin dalle prove ho cercato di fare il possibile per tamponare la situazione. In gara sono partito molto indietro e questo mi ha penalizzato, anche perché non ho fatto una buona partenza e inoltre il mio feeling nei primi giri non era ottimale. Peccato perché poi sono riuscito a migliorare giro dopo giro, recuperando molte posizioni, e alla fine il mio passo non era male. Il settimo posto finale sicuramente non può essere il nostro obiettivo, ma in ogni caso abbiamo portato a casa dei punti importanti per il campionato”.

Altro ritiro per Andrea Dovizioso a Jerez
Altro ritiro per Andrea Dovizioso a Jerez

Andrea Dovizioso – ritirato: E’ un vero peccato perché un altro zero in campionato proprio non ci voleva. Abbiamo avuto un problema alla pompa dell’acqua ed è fuoriuscito del liquido che è finito sulla ruota posteriore: ho rischiato di cadere tre volte e quindi mi sono dovuto ritirare. Se però cerchiamo di guardare i lati positivi, stiamo lavorando bene, il mio feeling con la moto è buono e questa è la cosa prioritaria per me, anche se è vero che qui a Jerez non siamo mai riusciti ad essere efficaci come nei primi tre GP. A livello personale è importante per me avere la certezza di non aver commesso errori nelle ultime tre gare, e questo mi da la fiducia necessaria per provare a far bene subito, a partire da Le Mans”.

COSI’ A FINE GARA

1 Valentino ROSSI Movistar Yamaha MotoGP
2 Jorge LORENZO Movistar Yamaha MotoGP
3 Marc MARQUEZ Repsol Honda Team
4 Dani PEDROSA Repsol Honda Team
5 Aleix ESPARGARO Team SUZUKI ECSTAR
6 Maverick VIÑALES Team SUZUKI ECSTAR
7 Andrea IANNONE Ducati Team
8 Pol ESPARGARO Monster Yamaha Tech 3
9 Eugene LAVERTY Aspar Team MotoGP
10 Hector BARBERA Avintia Racing

PUNTI CAMPIONATO DOPO 4 GARE

1 Marc Marquez Honda 82
2 Jorge Lorenzo Yamaha 65
3 Valentino Rossi Yamaha 58
4 Dani Pedrosa Honda 40
5 Pol Espargaro Yamaha 36
6
Maverick Vinales
Suzuki 33
7
Aleix Espargaro
Suzuki 32
8 Hector Barbera Ducati 31
9 Eugene Laverty Ducati 28
10 Andrea Iannone Ducati 25

yachtsynergy ADV bottom