MOTO GP: MARQUEZ PRENDE IL VOLO…

1636 0

Gara con tanti colpi di scena con Marquez che vince ed è saldamente al comando della classifica iridata. Grande Petrucci a podio con Rossi terzo. Cadono subito Dovizioso e Iannone ma ora arriva il Mugello…

Altro pezzetto di storia per questo Campionato che ormai sembra a senso unico. Altra gara, altre storie, alcune bellissime come il podio di Petrucci e Rossi ed alcune amare come la caduta di Dovizioso, caduta a cui Andrea imputa ogni “responsabilità”. E mica male il 5° posto di Jack Miller!

Ha vinto Marquez, ha vinto un piccolo grande “ragioniere” che stavolta ha fatto una scelta di gomma in controtendenza ma che, alla fine, gli ha fruttato questa ennesima vittoria. Saldamente al comando della classifica, lo spagnolo della Honda è in testa con 95 punti sui 59 di Vinales ed i 58 di Zarco, caduto dopo la bella pole position del sabato. Finalmente un risultato per Jorge Lorenzo, 6° a fine gara e che ha difficoltà ad adattarsi all’ergonomia della sua Ducati. Ed ora partenza per il Mugello, dove Iannone e Dovizioso certo potranno rifarsi alla grande…

Marc Marquez, 1° posto: “Sto vivendo un periodo bello con la mia moto…”
“Sono particolarmente contento di questa vittoria qui a Le Mans, perché è una delle piste più difficili per noi. Oggi ero l’unico a montare una gomma posteriore rigida, e questo ha reso il mio approccio alla gara un po’ diverso perché sapevo che ci sarebbe voluto più di tempo per raggiungere la giusta temperatura.

Ma durante il riscaldamento, ho avuto l’opportunità di verificare che una volta che la gomma era pronta, era molto costante, e quindi sono riuscito a mantenere un buon ritmo. Ad essere onesti, all’inizio le cose sono state difficili. perché Zarco mi ha toccato nella seconda curva e sono andato largo, poi Iannone è caduto e quasi mi ha colpito, quindi ho perso posizioni. Ho deciso di rinfrescarmi un po’ allora…

Quando ho visto che Dovi e Johann erano fuori, il mio approccio alla gara è cambiato di nuovo. Ad un certo punto, ho avuto un grande momento alla curva 3, dove mi ero già caduto nella FP3, motivo per cui ero estremamente attento in quel punto. Penso che questo mi abbia aiutato a evitare un incidente in quel momento. Attualmente sto vivendo un periodo molto “dolce” con la mia moto, e quando hai quel tipo di sensazione, lavori anche meglio. E poi corri bene e la moto funziona meglio. Le cose non diventano più facili quando entri in questa zona, ma sono più ‘naturali’. Ovviamente è una stagione molto lunga, e non tutte le gare saranno uguali, quindi cercheremo solo di mantenere questa sensazione.”

Danilo Petrucci, 2° posto: “Avevo un buon passo e una grande fiducia”

“E’ un grande risultato. Non sono riuscito a partire bene ma sono stato comunque con il gruppo fin dal primo giro. Avevo un buon passo e una grande fiducia. In questo week end abbiamo fatto un grande lavoro. Sono contento anche per aver regalato una bella soddisfazione al team. Ci vediamo al Mugello”.

Valentino Rossi, 3° posto: “Ero piuttosto pessimista dopo le qualifiche…”

“Da ieri, abbiamo lavorato bene. Mi sentivo piuttosto pessimista dopo le qualifiche, ma abbiamo apportato due o tre modifiche al bilanciamento della moto che mi hanno dato più grip e mi hanno anche fatto perdere meno in accelerazione. Già stamattina nel warm up non era poi così male, quindi ho pensato che potevo fare correre una buona gara ma, partire dalla terza fila, è sempre difficile.

Devi rimanere concentrato, ed ho fatto una grande partenza e fin dal primo giro sono riuscito a superare piloti. Ero nel gruppo giusto. L’altra cosa positiva è stata che dopo quel giro ero veloce, ho fatto dei buoni tempi sul giro e ho avuto un buon passo, questo è molto importante. Spero che possiamo continuare a lavorare con coerenza e forza, come abbiamo fatto qui a Le Mans, per migliorare ulteriormente la moto”.

Jack Miller, 5° posto: “E’ una squadra che merita questo risultato…”

È stata una bella gara. Sono contento per essere stato sempre con il gruppo di testa. Ho provato a prendere Valentino per conquistare il podio ma alla fine non ci sono riuscito. Faccio i complimenti a Petrux per il podio e ringrazio il team per il lavoro che ha fatto in questo week end. È una grande squadra e si merita questo risultato”.

Jorge Lorenzo, 6° posto: “C’è un problema di ergonomia…”   
“Ancora una volta ho fatto un’ottima partenza, che mi ha permesso di essere in testa alla gara per nove giri, però sfortunatamente non ho potuto mantenere il ritmo per tutta la distanza. Abbiamo ancora un piccolo problema di ergonomia che rende la moto faticosa per me, e non riesco ad essere costante per molti giri. Per fortuna tra due giorni saremo al Montmeló per una giornata di test e cercheremo di trovare una soluzione perché sono convinto che se riusciremo a risolvere questi ultimi dettagli potremo lottare per ottenere dei podi e delle vittorie. In ogni caso abbiamo finito la gara e, dopo il ritiro di Jerez, anche questo era uno dei nostri obiettivi di oggi.”

Andrea Dovizioso – ritirato: “Stavolta è stato un mio errore…”

“Sono davvero dispiaciuto e questa volta è stato solo un mio errore. Sono arrivato un po’ largo alla curva sei, ma non credevo di avere problemi di chiusura dell’anteriore ed invece è successo. È un vero peccato perché oggi avevo delle buone sensazioni e la possibilità di giocarmi la vittoria, credo in modo abbastanza facile, ed è un errore inaccettabile per chi, come me, vuole giocarsi il campionato. In questo momento è difficile metabolizzare l’errore perché di solito non ne commetto, però purtroppo le gare sono fatte anche così e ora dobbiamo pensare al futuro. Voglio scusarmi con la squadra e con i ragazzi di Ducati Corse perché avevamo fatto un lavoro egregio questo weekend, siamo arrivati in gara in condizioni perfette e la nostra moto oggi faceva paura.”

CLASSIFICA GARA LE MANS
1. Marc MARQUEZ Repsol Honda Team 41’49.773
2. Danilo PETRUCCI Alma Pramac Racing +2.310
3. Valentino ROSSI Movistar Yamaha MotoGP +5.350
4. Jack MILLER Alma Pramac Racing +6.314
5. Dani PEDROSA Repsol Honda Team +7.419
6. Jorge LORENZO Ducati Team +10.355
7. Maverick VIÑALES Movistar Yamaha MotoGP +23.758
8. Cal CRUTCHLOW LCR Honda CASTROL +25.795
9. Aleix ESPARGARO Aprilia Racing Team Gresini +26.206
10. Alex RINS Team Suzuki Ecstar +27.937
11.Pol ESPARGARO Red Bull KTM Factory Racing+32.304
12. Hafizh SYAHRIN Monster Yamaha Tech 3 +34.962
13. Franco MORBIDELLI EG 0,0 Marc VDS +37.881
14. Bradley SMITH Red Bull KTM Factory Racing +38.299
15. Takaaki NAKAGAMI LCR Honda IDEMITSU +41.986
16. Thomas LUTHI EG 0,0 Marc VDS +45.260
17. Karel ABRAHAM Angel Nieto Team +56.872
18. Xavier SIMEON Reale Avintia Racing +1’12.117

CLASSIFICA CAMPIONATO
1. Marc MARQUEZ Honda 95
2. Maverick VIÑALES Yamaha 59
3. Johann ZARCO Yamaha 58
4. Valentino ROSSI Yamaha 56
5. Danilo PETRUCCI Ducati 54
6. Jack MILLER Ducati 49
7. Andrea IANNONE Suzuki 47
8. Cal CRUTCHLOW Honda 46
9. Andrea DOVIZIOSO Ducati 46
10. Dani PEDROSA Honda 29
11. Tito RABAT Ducati 24
12. Alex RINS Suzuki 22
13. Pol ESPARGARO KTM 18
14. Jorge LORENZO Ducati 16
15. Franco MORBIDELLI Honda 16
16. Aleix ESPARGARO Aprilia 13
17. Hafizh SYAHRIN Yamaha 13
18. Alvaro BAUTISTA Ducati 12
19. Takaaki NAKAGAMI Honda 10
20. Mika KALLIO KTM 6
21. Scott REDDING Aprilia 5
22. Bradley SMITH KTM 5
23. Karel ABRAHAM Ducati 1
24. Thomas LUTHI Honda
25. Xavier SIMEON Ducati

Andrea Di Marcantonio

Andrea Di Marcantonio

“Non è facile racchiudere quasi trent’anni di passione in poche righe. Lo è invece quello stimolo quotidiano e continuo che mi porta in sella alle moto ed a bordo delle quattro ruote, su strada quanto in pista. Senza dimenticare tutto ciò che compone il mondo dei motori, un mondo dalle mille sfaccettature… Ed è proprio questa passione che alimenta e mi fa “capire” ed “interpretare” i veicoli che provo in una chiave di lettura tecnica e completa oltre che diversa. Punto sulla qualità e l’approfondimento testuale e sull’impatto fotografico delle prove e questo da sempre. Al mio fianco Giuseppe Cardillo e Leonardo Di Giacobbe, fotografi ma, soprattutto, “compagni di viaggio” in questa avventura che parla di performance. Un modo diverso di raccontare le cose, un modo originale nella ricerca delle location: tutto questo sono io ed è ciò che sono per offrire una lettura più dinamica e coinvolgente. PERFORMANCEMAG.IT è tutto questo!”