Tutto è pronto per intraprendere la realizzazione della struttura nel corianese destinata ai disabili, progetto a cuore dell’Associazione Marco Simoncelli…

Paolo Simoncelli ha annunciato l’avvio della realizzazione del centro diurno per disabili attraverso la Onlus nata in ricordo del grande campione. La struttura, con base a S.Andrea in Besanigo (RN) e concessa in usufrutto dalla Curia per 99 anni, si appresta a diventare punto di raccolta e riferimento per i giovani portatori di handicap fisici e mentali.

Si partirà dalla demolizione di quanto esistente per poi procedere, entro un termine massimo di 5 anni dall’avvio dei lavori: prevista la costruzione di una struttura ex novo, intitolata a Marco Simoncelli, che fungerà da centro d’accoglienza diurno per soggetti svantaggiati che ogni giorno potranno usufruire di soluzioni e servizi dedicati d’altissimo standard, inclusi impianti sportivi e spazi ricreativi, come una piscina riabilitativa, una palestra e un parco giochi attrezzato, dati gli ampi spazi esterni disponibili, assistiti in loco da personale qualificato.

“Per noi ha un grande valore e un significato profondo avere raggiunto quest’obiettivo” ha dichiarato Paolo Simoncelli “in quanto la struttura si trova lungo un percorso a noi familiare, quasi obbligato per raggiungere  la costa dalla collina dove abitiamo; in altre parole passeremo davanti a quella struttura quotidianamente, così ogni volta – in silenzio – saluteremo Marco e sarà un po’ come poterlo rivedere ogni giorno. Grazie a tutti i sostenitori della Fondazione, a chi ci ha proposto progetti ed iniziative che ci hanno permesso di raggiungere la soglia utile a concretizzare questo nostro piccolo ma grande sogno di cui anche nostro figlio, ne siamo certi, sarebbe andato fiero”.

 

yachtsynergy ADV bottom
Articolo precedentePROVA: BMW R1200GS ANIMA MATURA
Articolo successivoUNA GIORNATA CON IL TEAM ITALIA A LATINA
Andrea Di Marcantonio
“Non è facile racchiudere quasi trent’anni di passione in poche righe. Lo è invece quello stimolo quotidiano e continuo che mi porta in sella alle moto ed a bordo delle quattro ruote, su strada quanto in pista. Senza dimenticare tutto ciò che compone il mondo dei motori, un mondo dalle mille sfaccettature… Ed è proprio questa passione che alimenta e mi fa “capire” ed “interpretare” i veicoli che provo in una chiave di lettura tecnica e completa oltre che diversa. Punto sulla qualità e l’approfondimento testuale e sull’impatto fotografico delle prove e questo da sempre. Al mio fianco Giuseppe Cardillo e Leonardo Di Giacobbe, fotografi ma, soprattutto, “compagni di viaggio” in questa avventura che parla di performance. Un modo diverso di raccontare le cose, un modo originale nella ricerca delle location: tutto questo sono io ed è ciò che sono per offrire una lettura più dinamica e coinvolgente. PERFORMANCEMAG.IT è tutto questo!”