La notizia è di quelle che non possono passare inosservate, anche per il “valore” e l’entità del progetto, finalità comprese. Audi parteciperà alla Dakar 2022

Audi ha annunciato la sua partecipazione alla prossima Dakar 2022 con un “mostro” dal powertrain elettrico per un totale di 3 motorizzazioni derivati dalla Formula E, compreso il TSFI che avrà funzione “range extender”.

AUDI-Dakar-2022-performancemag.it-2021

Andreas Ross, Project Manager Audi Sport ha le idee molto chiare su questo ambizioso ma concretissimo progetto: “La Dakar è una sfida straordinaria per tutta la squadra. Abbiamo messo a punto un programma fittissimo di test per rendere immediatamente competitivo questo prototipo.

AUDI-Dakar-2022-performancemag.it-2021

Ancora una volta Audi è pioniere nello sviluppo di inedite soluzione tecniche e mobilità ed il primo costruttore al mondo a partecipare alla Dakar con un powertrain alternativo”.

Tre powertrain: interventi radicali sulle MGU

I tre powertrain sono derivati da quello della Formula E con due MGU (Motor Generator Unit) una per assale che si occuperanno della trazione mentre il terzo motore fungerà da generatore per la ricarica delle batterie ad alto voltaggio.

L’intervento sulle MGU sarà profondo, perché una gara su sabbia e deserto comporta tutta una serie di problematiche tecniche e sollecitazioni diametralmente opposte a quelle delle gare su strada.

Ma, in virtù dell’esperienza Endurance che Audi detiene, si partirà da una base già molto solida, specie se parliamo di elettrificazione della trazione integrale quattro. Audi, inoltre, sta sviluppando in Casa la propria batteria ad alta tensione mentre nella Formula E questo elemento tecnico è realizzato da un fornitore esterno.

Ruolo chiave del motore TFSI, genererà energia

L’accumulatore verrà ricaricato al motore quattro cilindri turbo TFSI a benzina derivato da quello utilizzato nel DTM. Dalla sua grande efficienza, ingombri minimi e abbattimento delle vibrazioni.

AUDI-Dakar-2022-performancemag.it-2021

Questa “alternativa” termica, verrà utilizzata nelle sole prove speciali al fine di generare energia per la batteria e quindi la trasmissione del prototipo Audi, è elettrico 100%, scelta che verrà utilizzata anche per i trasferimenti nelle prove speciali. Sviluppo e gestione del prototipo, saranno affidate a Q Motorsport GmbH in collaborazione con Audi Sport.

Il nuovo prototipo è in via di completamento e per i primi giorni di giugno saranno effettuati i primissimi test con unvelling a luglio, mese che prevede un elevato programma di sviluppo.

Articolo precedenteDACIA SPRING 100% ELETTRICO
Articolo successivoPROGETTO MX, NETTO PASSO AVANTI
“Non è facile racchiudere quasi trent’anni di passione in poche righe. Lo è invece quello stimolo quotidiano e continuo che mi porta in sella alle moto ed a bordo delle quattro ruote, su strada quanto in pista. Senza dimenticare tutto ciò che compone il mondo dei motori, mondo dalle mille sfaccettature… Ed è proprio questa passione che alimenta e mi fa “capire” ed “interpretare” i veicoli che provo in una chiave di lettura tecnica e completa oltre che diversa. Punto sulla qualità e l’approfondimento testuale oltre che sull’impatto fotografico delle prove. Al mio fianco Giuseppe Cardillo e Lorenzo Palloni, fotografi ma, soprattutto, “compagni di viaggio” in questa avventura che parla di performance. Con loro, il videomaker Andrea Rivabene. Importante è il modo diverso di raccontare le prove, abbinata alla ricerca delle migliori location. E poi i progetti legati ai giovanissimi con PROGETTO MX dedicato al motocross e SPEED PROJECT, dedicato al mondo del CIV Minimoto. Insomma un impegno a 360°, perchè PERFORMANCEMAG.IT è tutto questo!”