È un processo che non smette di evolversi quello Peugeot ed ora tocca a RIFTER, veicolo commerciale che è ora disponibile anche con propulsione full elettrica

È un processo che non smette mai di evolversi. Mi riferisco a Peugeot, Azienda che prosegue lo sviluppo, in modo inarrestabile, della sua “linea green” 100% elettrico. Ora tocca a RIFTER, veicolo commerciale che è ora disponibile anche con propulsione full elettrica.

Peugeot e-RIFTER - performancemag.it 2021

Molte i plus di e-RIFTER Peugeot, tra cui un’autonomia di 280 km su ciclo omologazione WLTP, la doppia carrozzeria – Standard e Long – con capienza fino a sette posti, ben 1050 litri di volume del bagagliaio con cinque posti ed una capacità di traino di 750 kg.

Senza dimenticare la possibilità si fare ingresso nelle aree urbane senza alcun limite di circolazione. E-RIFTER si basa sulla piattaforma EMP2 (con batterie sotto al pianale) su cui è montato il propulsore elettrico da 100 kW, ovvero 136 Cv che sprigiona ben 260 Nm di coppia.

Peugeot e-RIFTER - performancemag.it 2021

Riduttore ingranaggi modificato

Il powertrain con motore elettrico, inverter e caricatore, convertitore di bordo AC/DC e simile a quello montato su e-TRAVALLER. Come per questo modello, anche su e-RIFTER è stato modificato il riduttore ad ingranaggi e questo per il differente utilizzo del veicolo. In questo modo le performance prevedono una velocità massima di 130 km/h, un’accelerazione 0/100 km/h in 11,2“ed una sorprendente ripresa da 80 a 120 km/h in 8,9”.

Peugeot e-RIFTER - performancemag.it 2021

Due carrozzerie per due diverse esigenze di carico ed utilizzo

Come accennato prima, e-RIFTER è disponibile in due “varianti estetiche” legate alla carrozzeria: Standard e Long. Entrambe però sono disponibili con batteria agli ioni di litio a 18 moduli che vanta capacità di 50 kWh e che quindi assicura circa 280 km di autonomia.

La regolazione termica della batteria è possibile per mezzo della circolazione di liquido (lo stesso del circuito dell’abitacolo), soluzione che permette una carica più rapida, una maggior durata degli accumulatori ma, soprattutto, l’ottimizzazione dell’autonomia.

Peugeot e-RIFTER - performancemag.it 2021

Doppio caricabatterie per soddisfare tutti

In abitacolo due caricabatterie, di cui uno è opzionale: quello di serie è il monofase da 7,4 kW mentre l’opzionale è quello trifase da 11 kW. La presa di ricarica è posizionata sul parafango sinistro e consente alcune mode di ricarica energetica. La batteria da 50 kW è particolarmente “flessibile” e quindi adatta all’utilizzo quotidiano legato ai piccoli e medi spostamenti con possibilità di carica attraverso prese domestiche, colonnine pubbliche o nel piazzale di sosta aziendale.

Peugeot e-RIFTER - performancemag.it 2021

Le opzioni sono quindi: presa domestica BA con ricarica full in 31 ore, presa “potenziata” 16 Ah per ricarica in 15 ore, Wall Box da 7,4 kW o colonnina pubblica in corrente alternata) con ricarica full in 7 ore e 30 minuti con caricabatterie monofase, Wall Box da 11 kW (corrente alternata) in 5 ore utilizzando caricabatterie trifase, colonnina pubblica in corrente continua con caricatori da 100 kW che consente di raggiungere l’80% di ricarica in soli 30 minuti. Ed a proposito di ricarica, non manca il vano portaoggetti concepito per la ricarica ad induzione dello smartphone.

Il plus del comfort termico ed un cockpit innovativo

Nuovo e-RIFTER offre molto anche in termini di comfort termico per i passeggeri. Merito della presenza dell’elemento riscaldante da 5 kW, dei sedili riscaldati (opzionali su alcune versioni) e pre-condizionamento termico programmabile. Ma il comfort passa anche dal cockpit (i-Cockpit evoluto) e dalla consolle centrale che ospita il comando del cambio e-Toggle, ergonomico e che consente la selezione dei mode Parcheggio, Retromarcia, Folle e Marcia avanti normale e con freno motore “aumentato”.

Peugeot e-RIFTER - performancemag.it 2021

C’è poi i selettore Mode di guida con le mappe ECO, Normale e Power rispettivamente con 82 Cv/190 Nm di coppia, 109 Cv/210 Nm di coppia e 136 Cv/260 Nm di coppia. A proposito del freno motore poi, sono disponibili due entità di intervento: Moderata e Aumentata. Infine, non manca il freno di stazionamento elettrico.

Molto interessante nel design il cockpit: 100% digitale, vanta schermo da 10” HD con shift delle funzioni anche attraverso i comandi sul volante. La zona analogica degli strumenti invece, è stato riprogettato in virtù del motore 100% elettrico.

Peugeot e-RIFTER - performancemag.it 2021

Prevede un potenziometro che segnala il livello di performance, consumo energetico con Mode ECO che ottimizza l’energia POWER e recupero energia CHARGE, livello di assorbimento elettrico, indicatore di carica batteria e display a colori che consente di visualizzare flussi di energia, carica anche comandata a distanza. Il touchscreen centrale 3D Connected Navigation vanta i servizi Tom Tom Trafic.

Le altre chicche di e-RIFTER in breve

Ne fanno parte il servosterzo dedicato, un diametro di sterzata di 10,8 mt., altezza mai eccessiva di 1,90 mt., volumi interni molto versatili, doppia versione da 4,4 mt. e 4,75 mt., a cinque e sette posti con la versione LONG che vanta oltretutto passo e sbalzo posteriore maggiori.

Peugeot e-RIFTER - performancemag.it 2021

Inoltre, nella seconda fila della versione STD, ogni sedili è singolo e può ospitare un seggiolino con attacchi ISOFIX mentre per la versione LONG, i due sedili sono indipendenti della terza fila sono scorrevoli ed estraibili. Il volume di carico poi, va dai 775 litri per la versione 5 posti STD fino a 4000 litri con sedili ripiegati per la LONG. Due posizioni, infine per il ripiano posteriore.

Ci sono tanti vani portaoggetti per un volume fino a 186 litri oltre al tetto vetrato Zénith con tendina elettrica scorrevole con arcata flottante che ingloba dei vani portaoggetti. Altra chicca unica, è il lunotto apribile separatamente per ciò che riguarda il lunotto posteriore. Non mancano le tecnologie ed aiuti alla guida ADAS mentre le versioni disponibili sono 4: Active, Allure, Allure Pack e GT.

Peugeot e-RIFTER - performancemag.it 2021

Per Peugeot l’obiettivo finale è proporre un veicolo che abbia un TCO – costo utilizzo finale – identico a quello di un modello termico. Vero però che il costo di acquisto è superiore, ma vanno tenuti presenti alcuni elementi quali potenziale migliore del valore residuo in fase di vendita del veicolo, gli incentivi economici molto ampi, il costo manutenzione inferiore del 50% su 48 mesi ed il minor costo dell’energia, il 70% in meno rispetto al motore termico. E poi ci sono i servizi Peugeot con Easy-Charge ed Easy-Mobility e Serenity, ognuna delle quali offre molti vantaggi.

 

 

Articolo precedenteALPINE A110S, ULTRA DINAMICA
Articolo successivoNASCE MOTRON MOTORCYCLES
Andrea Di Marcantonio
“Non è facile racchiudere quasi trent’anni di passione in poche righe. Lo è invece quello stimolo quotidiano e continuo che mi porta in sella alle moto ed a bordo delle quattro ruote, su strada quanto in pista. Senza dimenticare tutto ciò che compone il mondo dei motori, mondo dalle mille sfaccettature… Ed è proprio questa passione che alimenta e mi fa “capire” ed “interpretare” i veicoli che provo in una chiave di lettura tecnica e completa oltre che diversa. Punto sulla qualità e l’approfondimento testuale oltre che sull’impatto fotografico delle prove. Al mio fianco Giuseppe Cardillo e Lorenzo Palloni, fotografi ma, soprattutto, “compagni di viaggio” in questa avventura che parla di performance. Con loro, il videomaker Andrea Rivabene. Importante è il modo diverso di raccontare le prove, abbinata alla ricerca delle migliori location. E poi i progetti legati ai giovanissimi con PROGETTO MX dedicato al motocross e SPEED PROJECT, dedicato al mondo del CIV Minimoto. Insomma un impegno a 360°, perchè PERFORMANCEMAG.IT è tutto questo!”