Dacia rispolvera ed abbatte il senso del compromesso e lo fa attraverso Nuova Sandero Stepway, city Crossover che compie un grande passo in avanti

Che ci piaccia o no, il compromesso spesso è una “regola di vita”. Non è infatti semplice “dribblare” tra questa o quella soluzione, specie se parliamo della decisione di acquistare una nuova vettura.

DACIA Stepway 2021 - performancemag.it 2021

Stepway, Crossover cittadino no compromise

Bene, in tutto questo, Dacia rispolvera ma soprattutto abbatte proprio il senso del compromesso e lo fa attraverso Nuova Sandero Stepway, Crossover cittadino che mi ha sorpreso per il grande passo in avanti se paragonato alla precedente generazione. Una sorta di ridefinizione del concetto di vettura essenziale che è merito di uno studio molto attento sulla componente tecnologica.

DACIA Stepway 2021 - performancemag.it 2021

Sulla bilancia del rapporto qualità/prezzo, quindi, spiccano molteplici fattori che hanno contribuito a rendere Nuova Sandero Stepway, non più una “low cost” ma una vettura che sfrutta a pieno le competenze Renault se parliamo di qualità.

In termini di dimensioni, Stepway è lunga 4099 mm con un passo di 2604 mm mentre gli sbalzi sono rispettivamente di 830 e 666 mm. La carreggiata è di 1520 mm davanti e 1509 dietro.

DACIA Stepway 2021 - performancemag.it 2021

La piattaforma CMF-B, benefici della semplicità

La base di partenza è quindi la piattaforma modulare CMFB di Clio e Captur: il nuovo modello vanta inoltre una carreggiata più larga con ben 29 mm in più ed “elementi” di sicurezza in linea con il segmento B.

DACIA-Stepway-2021-performancemag.it

Ma si è ragionato pure sul valore nel tempo e dei vantaggi per la clientela a beneficio di costi d’acquisto che vanno dai 12.600,00 euro della versione Essential ai 13.450,00 euro della Comfort. Non meno importante la semplificazione tecnica: si è passati infatti da 4 a 1 piattaforma, da18 a 11 carrozzerie con alimentazione ibride ed alternative (come la GPL).

La svolta della doppia alimentazione GPL/benzina

Ma c’è un altro aspetto che rinforza questo modello, ovvero il successo nel segmento B dove Stepway è prima sul podio dei privati quanto su quello della “doppia alimentazione” con GPL.

DACIA Stepway 2021 - performancemag.it 2021

Un altro elemento importante è poi quello di una “nuova percezione” del modello stesso, su cui si è lavorato moltissimo sull’acustica interna. Merito della maggiore leggerezza dell’area dedicata all’alloggiamento del motore, più leggero ma, allo stesso tempo più rigido, oltre che della scocca.

Elevata sicurezza grazie ai nuovi ADAS

Grazie all’introduzione dei nuovi ADAS (come la frenata automatica di emergenza, il sensore dell’angolo morto assistenza al parcheggio ed il cruise control) garantiscono ad avere una sicurezza maggiore e a colmare il divario tra i competitors dello stesso segmento.

DACIA-Stepway-2021-performancemag.it

Linee dinamiche per la massima libertà d’azione

Nuova Stepway si riconosce subito: il cofano nervato e bombato è davvero inconfondibile ed infonde carattere e personalità al frontale del Crossover Dacia. E poi i paraurti dotati di ski protettivi, un’altezza dal suolo importante con 174 mm ovvero 41 mm in più rispetto a nuova Sandero, le ampie modanature sui passaruota, le barre sul tetto modulari e che si trasformano in pochi secondi in un portapacchi robusto ma, soprattutto, utilissimo per portare piccolo e grandi oggetti.

DACIA-Stepway-2021-performancemag.it

Ritroviamo i copri cerchi Flexwheel da 16” mentre gli interni vettura sono del tutto nuovi con toni arancio sparsi qua e là, come nel caso degli inserti di tessuto o le modanature sui pannelli interni delle portiere oltre che sulle bocchette aria.

Massima abitabilità per tutto

In termini di abitabilità sono i tre i posti posteriori mentre la panchetta si può ripiegare 1/3-2/3 e questo on base alla versione scelta. Il bagagliaio, inoltre, “ospita” 410 litri con il vantaggio del pianale modulare a doppio livello con portellone apribile anche da remoto a seconda della versione. Il volume massimo con sedili ripiegati è di 1455 litri. E sono parecchi i vani portaoggetti: fino a 21 litri ovvero 2,5 litri in più con l’aggiunta della capienza di 1,4 litri sotto al bracciolo centrale.

DACIA-Stepway-2021-performancemag.it

Le sedute offrono una qualità “aumentata” sia per design che per materiali scelti. Il sedile del conducente può essere sollevato di +/- 35 mm mentre il volante di +/- 2,1° per +/- 25 mm se parliamo di profondità. La leva cambio ora è più corta mentre lo sterzo vanta funzionamento elettrico ed assistenza variabile per un 36% di fatica in meno nelle manovre.

DACIA-Stepway-2021-performancemag.it

Allestimento al top della forma

Di serie ci sono il supporto per lo smartphone, il display del computer di bordo, il limitatore di velocità e l’accensione automatica dei fari mentre, a seconda dei mercati, sono disponibili i sedili riscaldati, la chiave Keyless Entry, l’apertura da remoto del portellone, il freno di stazionamento elettrico, la parking camera, i sensori di parcheggio sia davanti che dietro e l’accensione automatica dei tergicristalli. Senza dimenticare la novità il tetto panoramico elettrico.

I sistemi Multimediali: 3 offerte da non perdere

Media Control: lo smartphone, collocato davanti al conducente per mezzo di supporto dedicato, diventa un sistema multimediale mediante la nuova App gratuita Dacia Media Control e una connessione Bluetooth o USB. Così si accede a radio, musica, chiamate, messaggi e varie applicazioni GPS nonché ad altre funzionalità, come il riconoscimento vocale Siri o Android.

I comandi radio sono accessibili dal volante e dal dispositivo satellite con pulsanti posizionato dietro al volante. Quando lo smartphone non è collegato a Media Control, sono disponibili le funzioni radio e lettura file dalla porta USB. Questo equipaggiamento comprende poi due altoparlanti, la connessione Bluetooth e USB e un display digitale TFT da 3,5”.

Media Display: nella parte alta della consolle è integrato un grande display touchscreen da 8”. Il display è leggermente girato verso il conducente per una migliore visibilità ed ergonomia. L’interfaccia dispone di connettività Bluetooth ed è compatibile con i sistemi per smartphone Android Auto ed Apple CarPlay. L’utile sezione “auto” permette di accedere ai settaggi di assistenza alla guida (ADAS).

Media Nav: il sistema multimediale si arricchisce della navigazione a bordo e della connettività wireless per Apple CarPlay ed Android Auto. La versione della mia prova è la Comfort che vanta Media display da 8”, le barre sul tetto modulari, i sensori parcheggio ed il volante in TEP regolabile.

Gamma motori davvero per ogni esigenza e 1300 km di autonomia

Le motorizzazioni benzina, tutte Euro6D-FULL, si suddividono in due livelli di caratteristiche e potenze per Dacia Stepway: il TCe 90 tre cilindri 1.0 sovralimentato (seconda foto in basso) con cambio manuale a 5 marce e l’ECO-G 100 tre cilindri turbo, con sistema di alimentazione doppio benzina/GPL (quello della prova) dotato di cambio manuale a 6 rapporti.

DACIA-Stepway-2021-performancemag.it

Per le caratteristiche tecniche, il TCe da 999 cc dodicivalvole (quote vitali del motore 72,2×81,34 mm) 100 ECO-G vanta potenza di 100 Cv (GPL) a 5000 giri con valori di coppia di 170 Nm a 2000 giri che diventano 90 Cv a 3750 giri per 160 Nm di coppia a 3750 giri per alimentazione a benzina.

La motorizzazione GPL viene realizzata ed allestita direttamente in fabbrica a vantaggio di sicurezza e massima offerta qualitativa. La bombola a “ciambella” è alloggiata al posto della ruota di scorta con capienza di 50 litri di GPL (40 litri netti) quindi ben 8 in più della precedente Sandero.

DACIA-Stepway-2021-performancemag.it

L’autonomia totale dichiarata (i consumi sono scesi del 6%) è quindi di 1300 km. A favore di garantire più coppia, sono stati ottimizzati i rapporti del cambio 6 marce ma si è lavorato anche sull’aerodinamica vettura: la linea del tetto è stata ribassata di 10 mm con un miglioramento del Cx pari all’8-10%.

DACIA-Stepway-2021-performancemag.it

COME VA: un grande salto evolutivo

Proprio così! Solo salendo a bordo della Stepway si intuisce il grande lavoro Dacia in termini di maggiore e migliore godibilità di questo Crossover di nuova generazione. Le sedute sono comode con imbottiture meno “spartane” rispetto al passato e si avverte una migliore percezione di comfort generale, reso attivo anche dall’ottima insonorizzazione generale della vettura.

DACIA-Stepway-2021-performancemag.it

L’accoglienza a bordo è quindi decisamente piacevole per chi guida ma pure per chi “abita” nuova Stepway by Dacia. Mi sono piaciute quindi le rifiniture, i materiali ed i motivi cromatici in arancio così come la plancia, l’utilità del supporto per lo smartphone e la presa USB, furbamente collocata sulla parte alta del cockpit.

Di spazio a bordo ce n’è un sacco e, i “luoghi portaoggetti” sono studiati con cura se parliamo di accessibilità mentre si guida. La leva cambio corta facilita le cambiate ed il pedale frizione appare più morbido rispetto al passato, elemento che ne riduce lo stress per la gamba quando si “sosta” nel caos cittadino.

DACIA-Stepway-2021-performancemag.it

Anche dietro la panchetta è molto accogliente e, l’ampia possibilità di carico del bagagliaio, certamente invita a guardare Dacia Stepway con un occhio più proteso al viaggio e all’Avventura.

E poi, questa versione GPL, sorprende per la grandissima autonomia, un po’ meno per i consumi effettivi, visto che, con Mode ECO inserito, non si riescono a percorrere più di 100 km con una media di 7 litri di GPL.

Però, oltre 1300 km pochi non sono e quindi il raggio di azione di questo bel Crossover è ampio e significativo con l’idea che un pieno di GPL, sarà sufficiente per l’intera settimana a bordo di Stepway.

DACIA-Stepway-2021-performancemag.it

Con il GPL quindi il consumo è significativamente più alto rispetto all’utilizzo a benzina, ma questo non deve esser visto come una caratteristica “negativa” ma, piuttosto, guardare il tutto con la prospettiva di un’autonomia senza eguali.

Su strada apprezzo la “gentilezza” dello sterzo, l’ottimo filtraggio delle sospensioni – un pelino rigide quelle posteriori – la buona insonorizzazione interna con l’idea di essere a bordo di una vettura di classe superiore. Molto buona l’altezza del sedile conducente (regolabile in altezza lo ricordo) che consente massima visibilità a 360°, anche grazie al parabrezza ampio ed alla particolare conformazione del cofano motore.

DACIA-Stepway-2021-performancemag.it

Lo sterzo è abbastanza diretto e preciso e le manovre sono rapidissime mentre la nota agilità di Stepway e ulteriormente migliorata. L’aspetto offerto dalla nuova carreggiata da un miglior senso di stabilità anche se, in realtà, la stabilità è migliorata del suo per via della nuova piattaforma oltre che della buona distribuzione dei pesi.

La vettura, quindi, è molto più accogliente sia a livello statico che dinamico ed il salto evolutivo è decisamente evidente su tutta la “linea” dell’utilizzo sia urbano che extraurbano. Nuova Stepway sorprende per la bontà del prodotto, complice il salto qualitativo intrapreso da Dacia in virtù di una maggiore attenzione all’utenza.

DACIA-Stepway-2021-performancemag.it

Il piccolo tre cilindri da 999 cc, piace per carattere ed utilizzo: silenzioso, brillante se serve, capace di performance interessanti, si presta alla guida cittadina quanto a quella fuori porta, complice sia la sovralimentazione downsizing quanto un’azzeccata rapportatura del nuovo cambio a sei rapporti.

L’utilizzo è eccellente sia ai bassi quanto ai medi regimi e questo a partire dai 2000 giri per poi acquisire carattere poco sopra i 3500 giri. Vibrazioni ridotte a zero, è supportato dalla fasatura variabile sull’aspirazione che ne enfatizza il carattere ai bassi/medi regimi, con il motore sempre pronto anche quando si è innestata una marcia superiore. Grandi capacità di “recupero” della coppia ma pure una linearità degna di motorizzazioni più capienti se parliamo di cubatura.

Ottime sia l’accelerazione quanto la ripresa da 60 km/h, mentre emerge una pastosità e fluidità davvero sorprendenti un po’ in tutte le situazioni di guida. Poco sopra i 3500 giri poi, esce fuori il caratterino di questo tre cilindri con un rinforzo di coppia sopra i 4500 giri e con un tiro costante fino alla soglia del limitatore a quota 6200 giri. L’azzeccata rapportatura del cambio poi, consente un utilizzo anche con le marce alte a dispetto della ridotta cilindrata.

DACIA-Stepway-2021-performancemag.it

A livello di guidabilità piace e molto la grande omogeneità del corpo vettura sia sul misto quanto sul pavè urbano. Il rollio c’è ma non è mai esagerato e inoltre, la superiore altezza da terra, consente di intraprendere anche tratti offroad con semplicità e naturalezza.

In curva si apprezzano stabilità e compattezza mentre c’è una marcata tendenza ad allargare le curve specie da centro curva, caratteristica che si annulla nel momento in cui si diminuisce l’angolo di sterzo e la pressione sull’acceleratore.

Molto buono il comportamento dell’impianto frenante, abbastanza potente e modulabile anche se con una leggera tendenza ad allungare la frenata ma, nel complesso, buono in quanto a risposta legata alla pressione sul pedale.

(Foto LORENZO PALLONI)

LA NOSTRA GALLERY

Articolo precedenteRENAULT ARKANA IL C-SUV
Articolo successivoHORWIN EK3 DISTRIBUITO DA VENT
Andrea Di Marcantonio
“Non è facile racchiudere quasi trent’anni di passione in poche righe. Lo è invece quello stimolo quotidiano e continuo che mi porta in sella alle moto ed a bordo delle quattro ruote, su strada quanto in pista. Senza dimenticare tutto ciò che compone il mondo dei motori, mondo dalle mille sfaccettature… Ed è proprio questa passione che alimenta e mi fa “capire” ed “interpretare” i veicoli che provo in una chiave di lettura tecnica e completa oltre che diversa. Punto sulla qualità e l’approfondimento testuale oltre che sull’impatto fotografico delle prove. Al mio fianco Giuseppe Cardillo e Lorenzo Palloni, fotografi ma, soprattutto, “compagni di viaggio” in questa avventura che parla di performance. Con loro, il videomaker Andrea Rivabene. Importante è il modo diverso di raccontare le prove, abbinata alla ricerca delle migliori location. E poi i progetti legati ai giovanissimi con PROGETTO MX dedicato al motocross e SPEED PROJECT, dedicato al mondo del CIV Minimoto. Insomma un impegno a 360°, perchè PERFORMANCEMAG.IT è tutto questo!”